Apri il menu principale

Cerimonia di apertura dei Giochi della XXXI Olimpiade

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giochi della XXXI Olimpiade.

La cerimonia di apertura dei Giochi della XXXI Olimpiade si è svolta il 5 agosto 2016 a partire dalle ore 20:00 (BRT) presso lo stadio Maracanã di Rio de Janeiro. Come previsto dalla Carta Olimpica, l'evento ha compreso sia la cerimonia formale d'apertura, cioè i discorsi di benvenuto, il sollevamento delle bandiere e la sfilata degli atleti, sia uno spettacolo artistico sulla cultura del paese ospitante.[1]

PreparativiModifica

Il produttore esecutivo della cerimonia è stato Marco Balich, mentre i direttori creativi sono stati il regista Fernando Meirelles, il produttore Daniela Thomas e Andrucha Waddington.[2] Deborah Colker, invece, una delle più celebri coreografe del Brasile, ha preparato il cast di oltre 6 000 volontari che hanno danzato alla cerimonia di apertura.[3]

Meirelles ha dichiarato che le cerimonie dei Giochi della XXXI Olimpiade avrebbero avuto un budget significativamente inferiore a quello di altre Olimpiadi recenti, circa solo il 10% del costo totale speso per le cerimonie delle Olimpiadi del 2012. Esponendo la sua idea, egli ha spiegato che sarebbe stata "una vergogna sprecare ciò che Londra ha speso [per le cerimonie] in un paese in cui abbiamo bisogno di servizi igienico-sanitari, in cui l'istruzione ha bisogno di soldi. Quindi sono molto contento che non stiamo spendendo soldi come matti. Sono felice di lavorare con questo budget basso perché ha senso per il Brasile".[4] Meirelles ha inoltre detto che a causa del budget inferiore, la cerimonia non avrebbe avuto idee "high-tech", come scenari e droni in movimento; il direttore della cerimonia Leonardo Caetano ha quindi continuato affermando che il concetto della cerimonia è stato quello di enfatizzare "l'originalità" sul "lusso", e di "compensare con la creatività, il ritmo e l'emozione".[5]

Il 15 luglio 2016, è stato annunciato che Anitta, Caetano Veloso e Gilberto Gil si sarebbero esibiti durante la cerimonia di apertura. Gil e Veloso avevano anche partecipato come consulenti creativi per la cerimonia. Il direttore creativo Daniela Thomas ha spiegato che il loro coinvolgimento è stato pensato in modo da riflettere la "migliore" musica brasiliana.[6] Nonostante l'annuncio del suo ritiro dalle passerelle, anche la modella brasiliana Gisele Bündchen ha preso parte alla cerimonia di apertura.[7]

ProgrammaModifica

Modifica

 
La bandiera olimpica e la bandiera del Brasile issate su due pennoni presenti allo Stadio Maracanà

La cerimonia di apertura dei XXXI Giochi olimpici estivi si è svolta presso lo Stadio Maracanã di Rio de Janeiro. Ha avuto inizio alle 20:00 con immagini aeree della città in un video musicale con la canzone Aquele Abraço cantata da Luiz Melodia. Dopo la proiezione delle prime immagini è stato presentato il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, il tedesco Thomas Bach. Il cantante Paulinho da Viola a poi eseguito un suo particolare arrangiamento dell'inno nazionale brasiliano con la chitarra e accompagnato da un'orchestra d'archi, mentre la bandiera del Brasile veniva issata su uno dei due pennoni presenti nello stadio (il secondo andrà poi a sostenere la bandiera olimpica).

Performance artisticheModifica

Apertura dei GiochiModifica

 
Kip Keino è il primo atleta insignito dell'Alloro Olimpico

Il presidente del Brasile facente funzioni Michel Temer ha annunciato ufficialmente dagli spalti l'apertura della trentunesima Olimpiade. Contrariamente alle passate edizioni, Temer non è stato presentato all'inizio della cerimonia, né citato al termine del discorso del presidente del CIO Bach per ridurre al minimo le possibili contestazioni da parte del pubblico brasiliano presente allo stadio, che ha comunque accompagnato il suo breve intervento con fischi di dissenso.

Dopo l'apertura ufficiale dei Giochi, otto rappresentanti dello sport e delle istituzioni brasiliane hanno portato portato all'interno dello stadio la bandiera olimpica. Queste otto persone erano: Marta Vieira da Silva (calcio), Sandra Pires (beach volley), Oscar Schmidt (pallacanestro), Torben Grael (vela), Emanuel Rego (beach volley), Joaquim Cruz (atletica leggera), Ellen Gracie (ex presidentessa del Tribunale supremo federale brasiliano) e Rosa Celia Pimentel Barbosa (cardiologa pediatrica fondatrice dell'istituto Pró-Criança Cardíaca).

La bandiera è quindi stata issata da agenti della guardia forestale dello stato di Rio de Janeiro, accompagnata dall'inno olimpico cantato da un coro di bambini e ragazzi.

È stato poi il momento dei giuramenti: il velista Robert Scheidt ha letto quello degli atleti a cui sono seguiti quello dei giudici e quello degli allenatori, quest'ultimo introdotto per la prima volta in questa edizione dei Giochi.

Un'altra novità introdotta ai Giochi olimpici nel 2016 è stata l'assegnazione dell'Alloro Olimpico, un premio che verrà assegnato in tutte le future cerimonie di apertura dei Giochi ad uno sportivo che ha portato avanti lo spirito olimpico dentro e fuori lo sport. Il primo atleta investito di questa onorificenza è stato il keniano Kip Keino, due volte campione olimpico nel 1968 e 1972 e presidente del comitato olimpico del Kenya, paese nel quale porta avanti un'associazione per l'aiuto degli orfani e dove ha aperto una scuola elementare e una scuola superiore.

Accensione del braciere olimpicoModifica

La staffetta dei tedofori si è conclusa con il tennista Gustavo Kuerten che ha condotto la fiaccola all'interno dello stadio per poi consegnarla all'ex cestista Hortência de Fátima Marcari che a sua volta l'ha passata all'ultimo tedoforo, il maratoneta Vanderlei de Lima, che ha così accesso il braciere olimpico, il quale si è sollevato a diversi metri di altezza per collocarsi al centro di una struttura mobile a raggiera di metallo riflettente.

DelegazioniModifica

Hanno preso parte alla cerimonia inaugurale 207 diverse delegazioni. Secondo la tradizione, la sfilata è stata aperta dalla rappresentativa greca, in omaggio al Paese in cui si svolsero le Olimpiadi antiche, ed è stata conclusa dalla delegazione del Brasile, in qualità di Paese ospitante. Le altre delegazioni hanno sfilato in ordine alfabetico secondo le rispettive denominazioni in lingua portoghese.[8]

Paese Portabandiera Sport Note
1   Grecia Sofia Bekatōrou Vela [9]
2   Afghanistan Kamia Yousufi Atletica leggera [10]
3   Sudafrica Wayde van Niekerk Atletica leggera [11]
4   Albania Luiza Gega Atletica leggera [12]
5   Germania Timo Boll Tennistavolo [13]
6   Andorra Laura Sallés Judo [14]
7   Angola Luísa Kiala Pallamano [15]
8   Antigua e Barbuda Daniel Bailey Atletica leggera
9   Arabia Saudita Sulaiman Hamad Judo
10   Algeria Sonia Asselah Judo [16]
11   Argentina Luis Scola Pallacanestro [17]
12   Armenia Vahan Mkhitaryan Nuoto [18]
13   Aruba Nicole van der Velden Vela
14   Atleti Olimpici Indipendenti
15   Australia Anna Meares Ciclismo [19]
16   Austria Liu Jia Tennistavolo [20]
17   Azerbaigian Teymur Məmmədov Pugilato [21]
18   Bahamas Shaunae Miller Atletica leggera
19   Bangladesh Siddikur Rahman Golf
20   Barbados Ramon Gittens Atletica leggera
21   Bahrein Farhan Saleh Nuoto
22   Belgio Olivia Borlée Atletica leggera
23   Belize Brandon Jones Atletica leggera
24   Benin Yémi Apithy Scherma
25   Bermuda Tyrone Smith Atletica leggera
26   Bielorussia Vasil' Kiryenka Ciclismo
27   Bolivia Ángela Castro Atletica leggera
28   Bosnia ed Erzegovina Amel Tuka Atletica leggera
29   Botswana Nijel Amos Atletica leggera
30   Brunei Mohamed Fakhri Ismail Atletica leggera
31   Bulgaria Ivet Lalova-Collio Atletica leggera
32   Burkina Faso Rachid Sidibé Judo
33   Burundi Francine Niyonsaba Atletica leggera
34   Bhutan Karma Tiro con l'arco
35   Capo Verde Maria Andrade Taekwondo
36   Camerun Wilfried Ntsengue Pugilato
37   Cambogia Sorn Seavmey Taekwondo
38   Canada Rosannagh MacLennan Ginnastica
39   Qatar Sheikh Ali al-Thani Hamad Equitazione
40   Isole Cayman Ronald Forbes Atletica leggera
41   Kazakistan Ruslan Zhaparov Taekwondo
42   Rep. Centrafricana Chloe Savourel Atletica leggera
43   Ciad Bibiro Ali Taher Atletica leggera
44   Cile Érika Olivera Atletica leggera
45   Cina Lei Sheng Scherma
46   Cipro Pavlos Kontides Vela
47   Colombia Yuri Alvear Judo
48   Comore Nazlati Mohamed Andhumdine Nuoto
49   Rep. del Congo Franck Elemba Atletica leggera
50   RD del Congo Rosa Keleku Taekwondo
51   Isole Cook Ella Nicholas Canoa
52   Corea del Sud Gu Bon-gil Scherma
53   Costa d'Avorio Murielle Ahouré Atletica leggera
54   Costa Rica Nery Brenes Atletica leggera
55   Croazia Josip Pavić Pallanuoto
56   Cuba Mijaín López Pugilato
57   Danimarca Caroline Wozniacki Tennis
58   Gibuti Abdi Waiss Mouhyadin Atletica leggera
59   Dominica Yordanys Durañona Atletica leggera
60   Rep. Dominicana Luguelín Santos Atletica leggera
61   Egitto Alaaeldin Abouelkassem Scherma
62   El Salvador Lilian Castro Tiro a segno
63   Emirati Arabi Uniti Nada Al-Bedwawi Nuoto
64   Ecuador Estefania García Judo
65   Eritrea Ghirmay Ghebreslassie Atletica leggera
66   Slovacchia Danka Barteková Tiro a segno
67   Slovenia Vasilij Žbogar Vela
68   Spagna Rafael Nadal Tennis
69   Micronesia Jennifer Chieng Pugilato
70   Stati Uniti Michael Phelps Nuoto
71   Estonia Karl-Martin Rammo Vela
72   Etiopia Tsgabu Grmay Ciclismo
73   Macedonia del Nord Anastasija Bogdanovski Nuoto
74   Figi Osea Kolinisau Rugby a 7
75   Filippine Ian Lariba Tennistavolo
76   Finlandia Tuuli Petäjä-Sirén Vela
77   Francia Teddy Riner Judo
78   Gabon Anthony Obame Taekwondo
79   Gambia Gina Bass Atletica leggera
80   Ghana Flings Owusu-Agyapong Atletica leggera
81   Georgia Avtandil Tchrikishvili Judo
82   Regno Unito Andy Murray Tennis
83   Grenada Kirani James Atletica leggera
84   Guam Benjamin Schulte Nuoto
85   Guatemala Ana Sofía Gómez Ginnastica
86   Guyana Hannibal Gaskin Nuoto
87   Guinea Mamadama Bangoura Judo
88   Guinea Equatoriale Reïna-Flor Okori Atletica leggera
89   Guinea-Bissau Augusto Midana Lotta
90   Haiti Asnage Castelly Lotta
91   Honduras Rolando Palacios Atletica leggera
92   Hong Kong Stephanie Au Nuoto
93   Ungheria Áron Szilágyi Scherma
94   Yemen Zeyad Mater Judo
95   India Abhinav Bindra Tiro a segno
96   Indonesia Maria Natalia Londa Atletica leggera
97   Iran Zahra Nemati Tiro con l'arco
98   Iraq Waheed Abdul-Ridha Pugilato
99   Irlanda Paddy Barnes Pugilato
100   Islanda Thormodur Jonsson Judo
101   Israele Neta Rivkin Ginnastica
102   Italia Federica Pellegrini Nuoto
103   Giamaica Shelly-Ann Fraser-Pryce Atletica leggera
104   Giappone Keisuke Ushiro Atletica leggera
105   Giordania Hussein Iashaish Pugilato
106   Kiribati David Katoatau Sollevamento pesi
107   Kosovo Majlinda Kelmendi Judo
108   Laos Xaysa Anousone Atletica leggera
109   Lesotho Mosito Lehata Atletica leggera
110   Lettonia Māris Štrombergs Ciclismo
111   Libano Nacif Elias Judo
112   Liberia Emmanuel Matadi Atletica leggera
113   Libia Mohamed Fuad Herzi Atletica leggera
114   Liechtenstein Julia Hassler Nuoto
115   Lituania Gintarė Scheidt Vela
116   Lussemburgo Gilles Müller Tennis
117   Madagascar Asaramanitra Ratiarison Judo
118   Malaysia Lee Chong Wei Badminton
119   Malawi Kefasi Chitsala Atletica leggera
120   Maldive Aminath Shajan Nuoto
121   Mali Djenebou Dante Atletica leggera
122   Malta Andrew Chetcuti Nuoto
123   Isole Marshall Mathlynn Sasser Sollevamento pesi
124   Marocco Abdelkebir Ouaddar Equitazione
125   Mauritius Kate Foo Kune Badminton
126   Mauritania Jidou El Moctar Atletica leggera
127   Messico Daniela Campuzano Ciclismo
128   Mozambico Joaquim Lobo Canoa
129   Moldavia Nicolae Ceban Lotta
130   Monaco Yann Siccardi Judo
131   Mongolia Temuulen Battulga Judo
132   Montenegro Bojana Popović Pallamano
133   Birmania Yan Naing Soe Judo
134   Namibia Jonas Junias Pugilato
135   Nauru Elson Brechtefeld Sollevamento pesi
136   Nepal Phupu Lhamu Khatri Judo
137   Nicaragua Rafael Lacayo Tiro a segno
138   Niger Abdoul Razak Issoufou Taekwondo
139   Nigeria Olufunke Oshonaike Tennistavolo
140   Norvegia Ole Kristian Bryhn Tiro a segno
141   Nuova Zelanda Blair Tuke Vela
142   Oman Hamed Said Al-Khatri Tiro a segno
143   Paesi Bassi Jeroen Dubbeldam Equitazione
144   Palau Florian Temengil Lotta
145   Palestina Mayada al-Sayad Atletica leggera
146   Panama Alonso Edward Atletica leggera
147   Papua Nuova Guinea Ryan Pini Nuoto
148   Pakistan Shah Hussain Shah Judo
149   Paraguay Julieta Granada Golf
150   Perù Francisco Boza Tiro a segno
151   Polonia Karol Bielecki Pallamano
152   Porto Rico Jaime Espinal Lotta
153   Portogallo João Rodrigues Vela
154   Kenya Shehzana Anwar Tiro con l'arco
155   Kirghizistan Erkin Adylbek Uulu Pugilato
156   Corea del Nord Choe Jon-Wi Sollevamento pesi
157   Romania Cătălina Ponor Ginnastica
158   Ruanda Adrien Niyonshuti Ciclismo
159   Russia Sergej Tetjuchin Pallavolo
160   Isole Salomone Jenly Tegu Wini Sollevamento pesi
161   Samoa Mary Opeloge Sollevamento pesi
162   Samoa Americane Tanumafili Jungblut Sollevamento pesi
163   San Marino Arianna Perilli Tiro a volo
164   Saint Lucia Levern Spencer Atletica leggera
165   Saint Kitts e Nevis Antoine Adams Atletica leggera
166   São Tomé e Príncipe Romário Leitão Atletica leggera
167   Saint Vincent e Grenadine Kineke Alexander Atletica leggera
168   Seychelles Rodney Govinden Vela
169   Senegal Isabelle Sambou Lotta
170   Sierra Leone Bunturabie Jalloh Nuoto
171   Serbia Ivana Maksimović Tiro a segno
172   Singapore Derek Wong Zi Liang Badminton
173   Siria Majed Aldin Ghazal Atletica leggera
174   Somalia Mohamed Hassan Mohamed Atletica leggera
175   Sri Lanka Anuradha Cooray Atletica leggera
176   Swaziland Sibusiso Matsenjwa Atletica leggera
177   Sudan Abdalla Yousif Atletica leggera
178   Sudan del Sud Guor Marial Atletica leggera
179   Svezia Therese Alshammar Nuoto
180   Svizzera Giulia Steingruber Ginnastica
181   Suriname Soren Opti Badminton
182   Tagikistan Dilshod Nazarov Atletica leggera
183   Thailandia Ratchanok Intanon Badminton
184   Taipei Cinese Isheau Wong Equitazione
185   Tanzania Andrew Thomas Mlugu Judo
186   Rep. Ceca Lukáš Krpálek Judo
187   Timor Est Francelina Cabral Ciclismo
188   Togo Adzo Kpossi Nuoto
189   Tonga Pita Taufatofua Taekwondo
190   Trinidad e Tobago Keshorn Walcott Atletica leggera
191   Tunisia Oussama Mellouli Nuoto
192   Turkmenistan Merdan Atayev Nuoto
193   Turchia Rıza Kayaalp Lotta
194   Tuvalu Etimoni Timuani Atletica leggera
195   Ucraina Mykola Milchev Tiro a volo
196   Uganda Joshua Tibatemwa Nuoto
197   Uruguay Dolores Moreira Vela
198   Uzbekistan Bakhodir Jalolov Pugilato
199   Vanuatu Yoshua Shing Tennistavolo
200   Venezuela Rubén Limardo Scherma
201   Vietnam Vũ Thành An Scherma
202   Isole Vergini americane Cy Thompson Vela
203   Isole Vergini britanniche Ashley Kelly Atletica leggera
204   Zambia Mathews Punza Judo
205   Zimbabwe Kirsty Coventry Nuoto [22]
206   Atleti Olimpici Rifugiati Yusra Mardini Nuoto [23]
207   Brasile Yane Marques Pentathlon moderno [24]

NoteModifica

  1. ^ (EN) What to expect from the opening ceremony of the Rio 2016 Olympic Games, su rio2016.com, 4 agosto 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  2. ^ (EN) Rio Olympics committee reveals opening ceremony details, su newscontent.cctv.com, 29 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2016).
  3. ^ (EN) Opening ceremony choreographer promises masterpiece of dance and passion, su rio2016.com, 16 giugno 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2016).
  4. ^ (EN) Rio Olympics Ceremony to Cost 10% of London's Lavish Event Open, su bloomberg.com, 22 settembre 2015. URL consultato il 5 agosto 2016.
  5. ^ (EN) Rio 2016 promise "original" Olympic Opening Ceremony despite low budget, su insidethegames.biz, 23 settembre 2015. URL consultato il 5 agosto 2016.
  6. ^ (EN) Rio Olympics: Anitta, Caetano Veloso, Gilberto Gil to Perform at Opening Ceremony, su billboard.com, 15 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  7. ^ (EN) Gisele Bündchen to Walk the 2016 Olympics Opening Ceremony, su harpersbazaar.com, 18 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  8. ^ (EN) Rio 2016 Opening Ceremony, su olympic.org. URL consultato il 31 agosto 2016.
  9. ^ (EN) Bekatorou to become first female flag bearer in Greek Olympic history, China Internet Information Center, 6 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  10. ^ (EN) Afghan refugee Kimia Yousofi overcomes gender hurdles to realise her Olympic dream, su wionews.com, 31 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2016).
  11. ^ (EN) Wayde, Zanele named as SA flag bearer at Rio send off, su sascoc.co.za, 22 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  12. ^ (EN) Rio 2016: Albania to participate with only a handful of athletes, su tiranatimes.com, 8 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  13. ^ (DE) Olympische Eröffnungsfeier: Tischtennisspieler Boll trägt die deutsche Fahne, su spiegel.de, 4 agosto 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  14. ^ (CA) Laura Sallés serà l'abanderada dels Jocs Olímpics a Rio, su ara.ad, 28 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  15. ^ (PT) Luisa Kiala pode ser porta-bandeira no Rio de Janeiro, su angop.ao, 6 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  16. ^ (FR) JO-2016: la judokate Sonia Asselah porte-drapeau à Rio, su aps.dz, 18 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2016).
  17. ^ (EN) Argentina's Olympic Committee selects Scola as country's flag-bearer at Rio 2016, su fiba.com, 28 aprile 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  18. ^ (EN) Swimmer Vahan Mkhitaryan to be Armenia's flag bearer at Rio 2016, su armenpress.am, 21 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  19. ^ (EN) Anna Meares named 2016 Australian Olympic Team Flagbearer, su rio2016.olympics.com.au, 6 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2016).
  20. ^ (DE) Liu Jia führt ÖOC-Aufgebot an, su oeoc.at, 15 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2016).
  21. ^ (EN) Details of selecting boxer Teymur Mammadov as a flag bearer of Azerbaijani team unveiled, su report.az, 24 giugno 2016. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2016).
  22. ^ (EN) Kirsty Coventry, Kirsty Coventry becomes flag bearer once again for Zimbabwe, SwimSwam, 2 agosto 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  23. ^ (EN) 'A message of hope': Refugee team to make Olympics debut in Rio 2016, Firstpost, 19 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  24. ^ (PT) Yane Marques será a porta-bandeira do Brasil na Cerimônia de Abertura dos Jogos Olímpicos Rio 2016, su cob.org.br, 31 luglio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.

Altri progettiModifica

  Portale Giochi olimpici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi olimpici