Apri il menu principale

Cernida

Milizia territoriale, di rapida mobilitazione

La cernida era una milizia territoriale di rapida mobilitazione, comparsa storicamente in Italia a partire dal Medioevo.

Fin dal tardo Duecento, nell'Italia centrosettentrionale, i comuni, gradualmente, cessarono di mobilitare l'intero esercito comunale, limitandosi a mobilitare contingenti più piccoli e selezionati reclutati tra i cittadini, da cui il termine "cernita". Tale prassi proseguì anche nel Trecento, come è documentato nel Ducato di Milano[1] e, soprattutto, a Venezia.

A partire dalla fine del Quattrocento, nei territori veneziani le cernide erano una milizia territoriale della Repubblica di Venezia, costituita da contadini che annualmente svolgevano degli addestramenti militari[2]. Nei Domini di Terraferma e in Istria tali milizie portavano il nome di cernide, mentre in Dalmazia erano chiamate cranide (o "craine" o "crainich").

Queste milizie potevano essere schierate piuttosto velocemente, al contrario dell'esercito, più lento nel reclutamento e nello spostamento. La loro nascita venne infatti determinata dall'esigenza di poter rispondere prontamente alle altrettanto rapide incursioni dei Turchi.

NoteModifica

Voci correlateModifica