Cesare Cabella

politico italiano
Cesare Cabella
CesareCabella.jpg

Senatore del Regno d'Italia
Legislature X, XI, XII, XIII, XIV, XV, XVI
Sito istituzionale

Deputato del Regno di Sardegna
Legislature I, II, III, IV, V, VII
Collegio Voltri (I-II-III), Genova IV (IV-V), Genova I (VII)
Sito istituzionale

Cesare Cabella (Genova, 2 febbraio 1807Genova, 2 aprile 1888) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Terminato il Collegio Reale (l'attuale Liceo classico Cristoforo Colombo), entrò all'Università di Genova iscrivendosi a giurisprudenza. Conseguita la laurea a ventun anni e divenuto avvocato, essendo legato agli ambienti mazziniani, nel 1833 difese riuscendo ad evitargli la condanna alla pena capitale un ufficiale dell'esercito piemontese sorpreso con un manuale di istruzioni per gli affiliati alla Giovine Italia.

Dopo che ebbe difeso un altro mazziniano, poiché la polizia lo aveva individuato come soggetto troppo vicino alla Giovine Italia e fortemente ostile ai Savoia, su suggerimento di amici si recò in volontario breve esilio in Sicilia.

Tornò a Genova nel 1835 dedicandosi esclusivamente all'Avvocatura ed acquisendo fama di principe del foro.

Succeduto a Bixio alla presidenza del Circolo Nazionale - essendosi attenuata la sua ostilità ai Savoia - invitò tutti i patrioti ad appoggiare lo sforzo militare del Piemonte contro gli austriaci e contribuì alla organizzazione di corpi di volontari.

Divenuto deputato difese sempre gli interessi di Genova dai banchi della sinistra costituzionale.

Nel 1865 ottenne dall'Università di Genova la cattedra di diritto civile e nel 1870 fu nominato rettore dell'Università; in quello stesso anno venne nominato senatore del Regno (era stato deputato per sei mandati).

Cabella fu anche per diversi anni consigliere comunale.

Nel 1874 fu il primo presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Genova costituito in forza della legge forense e ricoprì la carica sino al 1888 anno della sua morte. [1]

Partecipò al voto quando si decise l'annessione dell'ex Stato Pontificio all'Italia.

A Cabella è stata dedicata una via a Genova nel quartiere di Castelletto nei pressi di Piazza Manin.

OnorificenzeModifica

  Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
  Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia

NoteModifica

  1. ^ Le notizie sulla vita di Cesare Cabella sono tratte dal volume di Elio Di Rella (Aurelio Di Rella Tomasi di Lampedusa) 'Storia dell'Avvocatura genovese dall'Unità d'Italia', De Ferrari, 2010, pp. 149-151

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN216703362 · ISNI (EN0000 0004 0890 6800 · LCCN (ENno2014072097 · WorldCat Identities (ENno2014-072097