Apri il menu principale

Cesare Riario

arcivescovo cattolico italiano
Cesare Riario
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Pisa
Primate di Sardegna e Corsica
Vescovo di Malaga
 
Nato24 agosto 1480
Elevato arcivescovo1506
Deceduto18 dicembre 1540
 

Cesare Riario (Roma, 24 agosto 1480Padova, 18 dicembre 1540) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nacque il 24 agosto del 1480 da Girolamo Riario e Caterina Sforza, cugino di Raffaele Riario. Il 3 giugno 1499, all'età di soli 19 anni, fu nominato amministratore apostolico dell'arcidiocesi di Pisa, di cui divenne arcivescovo consacrato nel 1506. Venne trasferito nel 1518[1] alla diocesi di Malaga, dove rimase fino alla morte avvenuta nel dicembre del 1540. Fu sepolto nella Sala del Capitolo dei Padri di Sant'Antonio di Padova, nell'omonima basilica.[2][3]

Viene indicato come abate del monastero di San Pietro in Ciel d'Oro di Pavia[4], Patriarca d'Alessandria[2][5] e Patrizio Veneto, quest'ultimo titolo ereditato dal padre.

Era zio materno di Giovan Girolamo de' Rossi.[4]

NoteModifica

  1. ^ Il 30 settembre 1510 secondo Antonio Burrièl, op.cit., p. 850. Nell'albero genealogico allegato compare però di nuovo il 1518.
  2. ^ a b A. Burrièl, op.cit., p. 850.
  3. ^ Per l'erezione del monumento funebre, nel 1541, vennero distrutti alcuni affreschi di Giotto. Vedi qui.
  4. ^ a b I. Affò, op.cit., p. 81.
  5. ^ P. B. Gams, op.cit., p. 49.

BibliografiaModifica

  • Ireneo Affò, Memorie degli scrittori e letterati parmigiani, Volume 4, Parma, Stamperia Reale, 1793.
  • Antonio Burrièl, Vita di Caterina Sforza Riario..., Tomo III, Bologna, Stamperia di S. Tommaso D'Aquino, 1795.
  • Pius Bonifacius Gams, Series episcoporum Ecclesiae catholicae quotquot innotuerunt a beato Petro apostolo, Leipzig, Hiersemann, 1931.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica