Apri il menu principale

Cesare e Cleopatra

film del 1945 diretto da Gabriel Pascal
Cesare e Cleopatra
Titolo originaleCaesar and Cleopatra
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1945
Durata138 min
Rapporto1.37 : 1
Genereepico, storico
RegiaGabriel Pascal
SoggettoGeorge Bernard Shaw
SceneggiaturaGeorge Bernard Shaw
ProduttoreGabriel Pascal
Produttore esecutivoJ. Arthur Rank
Casa di produzioneGabriel Pascal Productions per Independent Producers
Distribuzione in italianoEagle Lion
FotografiaJack Cardiff, Jack Hildyard, Robert Krasker, Freddie Young
MontaggioFrederick Wilson
Joan Warwick (non accreditata)
Effetti specialiBill Warrington e Douglas Woolsey
MusicheGeorges Auric
Muir Mathieson (direzione musicale)
ScenografiaOliver Messel, John Bryan
CostumiOliver Messel
Interpreti e personaggi

Cesare e Cleopatra (Caesar and Cleopatra ) è un film del 1945 diretto da Gabriel Pascal e tratto dall'opera di George Bernard Shaw. Il film è stato presentato in concorso al Festival di Cannes 1946.[1]

Indice

TramaModifica

La pellicola è ambientata nel 48 a.C. quando Giulio Cesare, dopo l'assassinio di Pompeo, andò in Egitto per punire il re Tolomeo XIII e mettere al trono la regina Cleopatra, con cui ebbe una relazione amorosa e un figlio, il successore di Cleopatra stessa, che verrà chiamato Tolomeo XV più noto come "Cesarione". A causa di ciò Cesare rimarrà rinchiuso con Cleopatra nel suo palazzo a causa della rivolta del popolo egiziano.

ProduzioneModifica

Venne girato nei Denham Studios di Denham nel Buckinghamshire. Realizzato a colori è stato il film più costoso prodotto negli studios britannici fino ad allora, la produzione fece portare della vera sabbia egiziana per dare un colore più veritiero. Anche a causa dei bombardamenti che continuarono per tutta il periodo in cui il film fu girato, la protagonista fu vittima di un aborto.

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla Eagle-Lion Distributors Limited, il film venne presentato a Londra l'11 dicembre 1945 e il 14 gennaio 1946, uscendo nelle sale britanniche il 16 settembre 1946. Sempre nel 1946, in settembre, fu presentato in concorso al Festival di Cannes; il 6 settembre uscì anche negli Stati Uniti, distribuito dalla United Artists; il 17 dicembre in Germania, distribuito dalla J. Arthur Rank Film; il 27 dicembre, in Argentina.

La pellicola è stata distribuita nel 1984 in VHS dalla Marquis Video in Canada. Nel 2001, la Video Film Express lo fece uscire sul mercato olandese in DVD mentre, nel 2005, l'Elephant Films lo distribuì in Francia e, nel 2010, l'Eclipse from the Criterion Collection negli Stati Uniti. In Germania, la distribuzione in DVD fu curata nel 2010 dalla Intergroove Media e, nel 2015, dalla Edel Media & Entertainment.

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film, secondo il saggio specializzato Realism and Tinsel: Cinema and Society in Britain 1939-48 di Robert Murphy, fu una "vera e propria attrazione" per i botteghini del cinema dell'epoca.[2]

Ha guadagnato 1.363.371 dollari negli Stati Uniti e fu uno dei più popolari film britannici mai usciti.[3] Ugualmente, la pellicola ha deluso le aspettative della produzione:[4] il magazine Variety nel mese di ottobre del 1946 ha stimato che il film abbia causato una perdita intorno ai 3 milioni di dollari.[5]

CriticaModifica

Il film ha ottenuto critiche generalmente negative: il New York Times del 6 settembre 1946 giudica il film tedioso, descrivendo in questo modo la sceneggiatura di George Bernard Shaw:[6]

«Whatever could be done to make that opus cinematic Mr. Pascal did.And that took a lot of doing, for the drama which Mr. Shaw wrote is not only indifferent as to structure but is theatrically thin.

(Qualunque cosa poteva essere fatta per rendere quell'opera cinematografica Mr. Pascal l'ha fatta. E questo ha richiesto molto, perché il dramma che ha scritto Shaw non solo è indifferente alla struttura, ma è teatralmente povero.)»

La rivista Variety in una recensione del 31 dicembre 1945 la definisce "una delusione", spiegando che "nonostante la sua magnificenza l'interesse per la storia resti vago."[7]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Official Selection 1946, festival-cannes.fr. URL consultato il 25 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2015).
  2. ^ (EN) Robert Murphy, Realism and Tinsel: Cinema and Society in Britain 1939-48, Routledge, 2 settembre 2003, ISBN 9781134901500. URL consultato il 29 dicembre 2018.
  3. ^ Street, Sarah, Transatlantic Crossings: British Feature Films in the USA, Continuum, 2002, p. 94.
  4. ^ (EN) Angela, Caesar and Cleopatra (1945), su The Hollywood Revue, 10 luglio 2011. URL consultato il 30 dicembre 2018.
  5. ^ Media History Digital Library Variety, Variety (October 1946), New York, NY: Variety Publishing Company, 1946. URL consultato il 29 dicembre 2018.
  6. ^ (EN) Bosley Crowther, THE SCREEN IN REVIEW; Shaw's 'Caesar and Cleopatra' as Film Opens at the Astor-- Rains and Leigh Co-Stars --New Bill at Loew's State At Loew's State, in The New York Times, 6 settembre 1946. URL consultato il 30 dicembre 2018.
  7. ^ (EN) Variety Staff, Variety Staff, Caesar and Cleopatra, su Variety, 1º gennaio 1946. URL consultato il 30 dicembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema