Charles Baxter

Charles Morley Baxter (Minneapolis, 13 maggio 1947) è uno scrittore statunitense.

BiografiaModifica

Nato a Minneapolis nel 1947, vi risiede e insegna all'Università del Minnesota[1].

Dopo la laurea al Macalester College di Saint Paul, ha ricevuto il dottorato in lingua inglese all'Università di Buffalo nel 1974 e ha iniziato ad insegnare alla Wayne State University e successivamente scrittura creativa all'Università del Michigan[2].

A partire dal suo esordio nel 1987 con First Light ha pubblicato 5 romanzi, 8 raccolte di racconti, un saggio e 3 collezioni di liriche[3].

Tra i riconoscimenti ottenuti nel corso della sua carriera si segnala il Michigan Author Award nel 1993[4], il Premio Rea per il racconto nel 2011[5] e il Premio PEN/Malamud nel 2021.[6]

Opere principaliModifica

RomanziModifica

  • First Light (1987)
  • Shadow Play (1993)
  • Festa d'amore (The Feast of Love, 2000), Mattioli 1885, Fidenza 2014 traduzione di Nicola Manuppelli ISBN 978-88-6261-382-8.
  • Saul and Patsy (2003)
  • The Soul Thief (2008)

RaccontiModifica

  • Harmony of the World (1984)
  • Through the Safety Net (1985)
  • Gryphon (1985)
  • A Relative Stranger (1990)
  • Credenti (Believers, 1997), Mattioli 1885, Fidenza 2020 traduzione di Francesca Cosi e Alessandra Repossi ISBN 978-88-6261-739-0
  • Burning Down the House: Essays on Fiction (1997)
  • Gryphon: New and Selected Stories (2011)
  • Vorrei che tu facessi una cosa per me (There's Something I Want You to Do: Stories, 2015), Mattioli 1885, Fidenza 2016 traduzione di Nicola Manuppelli ISBN 978-88-6261-491-7.

SaggiModifica

  • The Art of Subtext: Beyond Plot (2007)

PoesiaModifica

  • Imaginary Paintings (1989)
  • The South Dakota Guidebook (1974)
  • Chameleon (1970)

FilmografiaModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Pagina dedicata allo scrittore, su goodreads.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  2. ^ (EN) Biografia dell'autore, su reaaward.org. URL consultato il 4 marzo 2019.
  3. ^ (EN) Profilo dell'autore, su fantasticfiction.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Elenco dei premi vinti, su apps.cla.umn.edu. URL consultato il 4 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2017).
  5. ^ (EN) 2011 Winner Charles Baxter, su reaaward.org. URL consultato il 4 marzo 2019.
  6. ^ (EN) Charles Baxter Wins the 2021 PEN/Malamud Award for Excellence in the Short Story, su penfaulkner.org. URL consultato il 15 giugno 2021.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN103170636 · ISNI (EN0000 0001 1031 9558 · LCCN (ENn88040611 · GND (DE124770649 · BNF (FRcb12241372j (data) · BNE (ESXX1580685 (data) · NDL (ENJA00462942 · WorldCat Identities (ENlccn-n88040611