Apri il menu principale

Charles Douglas, III duca di Queensberry

politico scozzese
Coronet of a British Duke.svg
Charles Douglas, III duca di Queensberry
Duca di Queensberry
Stemma
In carica 1711 –
1778
Predecessore James Douglas, II duca di Queensberry
Successore William Douglas, IV duca di Queensberry
Nascita 1698
Morte 1778
Dinastia Douglas
Padre James Douglas, II duca di Queensberry
Madre Mary Boyle
Consorte Catherine Hyde

Charles Douglas, III duca di Queensberry (16981778) è stato un politico scozzese.

BiografiaModifica

Charles Douglas era il figlio più giovane di James Douglas, II duca di Queensberry, I duca di Dover, e di sua moglie Mary Boyle, figlia di Charles Boyle, III visconte Dungarvan.[1] Il 17 giugno 1706 Charles era ancora un bambino quando venne creato di diritto Lord Douglas di Lockerbie, Dalveen e Thornhill, Visconte di Tiberris e Conte di Solway, titoli che si estinsero tutti alla sua morte. Nel 1711 egli succedette al padre come duca di Wueensberry, grazie al novodamus che escluse suo fratello maggiore James Douglas dalla successione al ducato a causa della sua pazzia, ma che gli concedeva il marchesato con lo stesso nome.[2]

Il 10 marzo 1720 egli sposò lady Catherine Hyde, figlia di Henry Hyde, IV conte di Clarendon, ma la coppia non ebbe figli che raggiunsero la maggiore età.[1]

Nel 1728 il duca di Queensberry prese a cuore la causa di John Gay quando gli venne rifiutata la licenza per la sua opera Polly. Egli entrò in discussione con Giorgio II e diede le proprie dimissioni quello stesso anno dalla carica di Consigliere Privato del monarca a cui era giunto. Egli divenne nel governatore del Foundling Hospital, creato nel 1739 e venne nominato Keeper of the Great Seal of Scotland nel 1761, oltre ad ottenere il titolo di Lord Justice General dal 1763 sino alla sua morte nel 1778.

Massone, fu membro della Prima gran loggia d'Inghilterra.

NoteModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN246210075 · ISNI (EN0000 0003 8587 2010 · LCCN (ENn88131802 · GND (DE1110913230 · NLA (EN49788015 · WorldCat Identities (ENn88-131802
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie