Apri il menu principale

Che tempi!

film del 1948 diretto da Giorgio Bianchi
Che tempi!
Paese di produzioneItalia
Anno1948
Durata95 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaGiorgio Bianchi
SoggettoGiorgio Simonelli, Mario Mattoli, Felice Zappulla
SceneggiaturaGiorgio Bianchi, Aldo De Benedetti, Gilberto Govi
ProduttoreTaurus Film
FotografiaGiuseppe La Torre
MontaggioGabriele Varriale
MusicheCesare A. Bixio, Angelo Francesco Lavagnino
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Che tempi! è un film di Giorgio Bianchi con Gilberto Govi, Alberto Sordi, Lea Padovani, Walter Chiari.

Indice

TramaModifica

Anna, unica figlia di Felice Pastorino, un ricco commerciante genovese, si innamora di un giovane marinaio, Eugenio Devoto, col quale ha scambiato solo poche parole. Pastorino, uomo di buon cuore, ama sinceramente la figliola ma è anche molto attaccato al denaro e vorrebbe darla in moglie al cugino Alessandro, un uomo non più giovane, benestante ma gretto e materialista. Eugenio, anche se trattato in modo brusco, il giorno successivo a quell'unico incontro s'imbarca per il Sudamerica in cerca di fortuna, non prima di averle promesso che al suo ritorno l'avrebbe chiesta in sposa. Passano gli anni, Anna si sorprende spesso a pensare ad Eugenio e quella promessa le fa rifiutare ogni altro partito, ad iniziare dal cugino Alessandro, verso il quale peraltro non nutre alcuna simpatia. Alcuni anni dopo tuttavia, disillusa dall'attesa, non vedendo altra via d'uscita, cede alle insistenze paterne e si rassegna a sposare Alessandro. Il giorno delle nozze, quando il sacerdote rivolge ad Anna la fatidica domanda, dal fondo della chiesa si ode una voce che grida: no! È l'Eugenio, tornato dall'Argentina, dove ha fatto fortuna; anche lui non l'ha mai dimenticata ed è tornato per tenere fede alla sua promessa. Anna si sente male e il matrimonio viene rimandato; così Eugenio trova modo di avvicinarla e di dichiararle il suo amore. Anche lei è innamorata di lui e il signor Pastorino finisce col dare il suo consenso: l'amore trionfa.

ProduzioneModifica

Liberamente tratto dalla commedia teatrale Pignasecca e Pignaverde di Emerico Valentinetti, vede tra i suoi interpreti un giovanissimo Walter Chiari nei panni di Eugenio Devoto.
Il film è stato girato a Genova.

DistribuzioneModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema