Cheech Marin

attore statunitense

Richard Anthony Marin, detto Cheech (Los Angeles, 13 luglio 1946), è un attore, musicista e comico statunitense.

Cheech Marin nel 2018.

BiografiaModifica

Marin nasce a Los Angeles, in California, il 13 luglio del 1946, figlio di Oscar Marin, un poliziotto della LAPD, e di Elsa Meza, una segretaria, ambedue di origini messicane[1]. Il soprannome, e di conseguenza nome d'arte, Cheech deriva da un'abbreviazione di chicharrón (un tipico piatto spagnolo e latinoamericano a base di cotenna fritta), e gli venne affibbiato da un suo zio durante l'infanzia[2][3]. Va fierissimo delle sue radici messicane e s'identifica inoltre come chicano, tendendo spesso ad imprimere un accento ispanico ai personaggi comici da lui interpretati, benché non sia per sua stessa ammissione del tutto fluente in spagnolo[4][5].

Dopo essersi diplomato presso la Bishop Alemany High School, frequentò l'università presso la California State University, dove s'affiliò alla Phi Sigma Kappa, una confraternita che tende a migliorare una persona sotto il punto di vista della fratellanza, del carattere e del profitto, laureandovisi nel 1968[6]. In quello stesso anno, per eludere il servizio di leva per la guerra del Vietnam, si trasferì in Canada, dapprima a Vancouver[7] ed in seguito a Calgary, dove vi conobbe Tommy Chong[8]. I due divennero da subito buoni amici e, in seguito, formarono un duo comico noto come Cheech & Chong, che godette di una certa popolarità durante gli anni della controcultura, in particolar modo grazie al loro umorismo legato al tema del consumo di cannabis. Verso la fine degli anni ottanta, a seguito dello scioglimento del gruppo, tentò una carriera da attore "solista" in diversi film. Tra i più noti, Born in East L.A..

In seguito passò alla televisione, dove prese parte alla serie poliziesca Nash Bridges, nella quale ricoprì il ruolo di Joe Dominguez, collega di Nash (Don Johnson). In tempi più recenti ha partecipato a diversi film, (tra cui Machete, accanto a Johnson) con ruoli da non protagonista e ha fatto da narratore in diversi cartoni animati. Il suo lavoro per la televisione include un ruolo di supporto in Giudice Amy, dove interpreta un architetto indipendente. È considerato uno degli attori-feticcio di Robert Rodriguez, con il quale ha lavorato per sei occasioni diverse: la Trilogia del Mariachi, la trilogia di Spy Kids e Dal tramonto all'alba (nel quale interpreta tre ruoli diversi). Inoltre ha doppiato diversi cartoni animati della Disney, tra cui Il re leone e Cars - Motori ruggenti. Ebbe un cameo anche in Ghostbusters II.

Marin è uno dei più grandi collezionisti d'arte d'ispirazione chicana negli Stati Uniti e la sua collezione privata è probabilmente la più grande del mondo. Due esibizioni nazionali hanno incluso lavori della sua collezione. Inoltre è un grande giocatore di golf, nonostante inizialmente odiasse questo sport sino a quando non partecipò al film Tin Cup, con Kevin Costner e ancora Don Johnson.

Marin è nato con un labbro leporino, che è stato solo in seguito curato.

Dopo aver girato Nash Bridges a San Francisco, si è trasferito nella città per motivi di lavoro, e ora è un residente del quartiere di Sea Cliff.

Marin partecipa alla traccia nascosta "Earache My Eye" nell'album dei Korn Follow the Leader.

Marin ha ripreso il suo ruolo della iena Banzai del Re Leone per il videogioco Kingdom Hearts II. Nel 2006 ha doppiato Ramone, una lowrider nel film Cars - Motori ruggenti.

Nel 2006 ha partecipato allo show Celebrity Duets di Simon Cowell, cantando con Peter Frampton, Randy Travis, Clint Black, Aaron Neville e Al Jarreau. È stato l'ultimo a essere eliminato.

Nella terza stagione di Lost, interpreta il padre di Hugo "Hurley" Reyes.

Vita privataModifica

Si è sposato tre volte: prima con l'attrice Darlene Morley dal 1975 al 1984 da cui ha avuto un figlio; poi dal 1986 al 2009 con l'artista Patti Heid da cui ha avuto due figli; dal 2009 è sposato con la fotografa Natasha Rubin, sua fidanzata di lunga data.

FilmografiaModifica

AttoreModifica

DoppiatoreModifica

Doppiatori italianiModifica

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Candace A. Wedlan, Whatever Works / CHEECH MARIN; A Comic Axed by His Own Club, in Los Angeles Times, 10 maggio 1999. URL consultato il 13 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2017).
  2. ^ (EN) The Comedy Couch – Cheech Marin Interview, su comedycouch.com, The Comedy Couch, 10 luglio 2006. URL consultato il 13 marzo 2017.
  3. ^ (EN) Cheech Marin On How His Famed Comic Collaboration Was Like Chicano Art, su npr.org, National Public Radio - Morning Edition, 13 marzo 2017. URL consultato il 13 marzo 2017.
  4. ^ (EN) What is a Chicano?, su Cheech Marin, 3 maggio 2012.
  5. ^ (EN) Sophisticated and Naive: A Conversation with Cheech Marin, su thebendmag.com.
  6. ^ (EN) Alum "Cheech" Marin and CSUN's Harry Gamboa Featured in French Art Exhibit, su CSUN Today, 30 giugno 2014. URL consultato il 28 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) [[{{{author-link}}}|Cheech Marin]], {{subst:#if:Greasy Love Songs|Greasy Love Songs|Greasy Love Songs}}. Note di copertina di {{{titolo}}}, Frank Zappa, [[Zappa Records]], 2009.
  8. ^ Eric Volmers, Tommy Chong Talks Comedy, Pot, Politics and His Days as a Calgary Herald Paperboy, in Calgary Herald, 24 gennaio 2016. URL consultato il 13 marzo 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81041103 · ISNI (EN0000 0001 1449 6877 · Europeana agent/base/64336 · LCCN (ENn89104475 · GND (DE136748651 · BNE (ESXX1260278 (data) · BNF (FRcb14027610s (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n89104475