Chelonoidis hoodensis

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tartaruga gigante di Española
Galapagos dominance display.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Sottoclasse Anapsida
Ordine Testudines
Sottordine Cryptodira
Famiglia Testudinidae
Genere Chelonoidis
Specie C. hoodensis
Nomenclatura binomiale
Chelonoidis hoodensis
(Van Denburgh, 1907)
Sinonimi

Testudo hoodensis
Van Denburgh, 1907
Geochelone nigra hoodensis
(Van Denburgh, 1907)

La tartaruga gigante di Española (Chelonoidis hoodensis (Van Denburgh, 1907)) è una specie della famiglia Testudinidae, endemica dell'omonima isola dell'arcipelago delle Galápagos (Ecuador).[2]

Distribuzione e habitatModifica

La specie è endemica dell'Isola Española (arcipelago delle Galápagos, Ecuador)[1].

TassonomiaModifica

In passato questa entità era considerata una sottospecie di Chelonoidis nigra (C. nigra hoodensis) ma recenti studi genetici la hanno elevata al rango di specie a sé stante.[1][2]

ConservazioneModifica

La IUCN Red List classifica Chelonoidis hoodensis come specie in pericolo critico di estinzione (Critically Endangered).[1]

Famoso è l'esemplare maschio adulto Diego, noto per aver salvato la sua specie dall'estinzione.[3] Infatti grazie ad un programma di riproduzione in cattività, la popolazione di questa specie è passata da 14 esemplari adulti nel 1976 ad una popolazione di oltre 2.500 esemplari oggi, di cui 800 sono stati individuati come figli naturali di Diego.

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Tortoise & Freshwater Turtle Specialist Group. 2016, Chelonoidis hoodensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 27 settembre 2016.
  2. ^ a b (EN) Chelonoidis hoodensis, in The Reptile Database. URL consultato il 27 settembre 2016.
  3. ^ Diego, il centenario sex-symbol che ha salvato le Galapagos, in Corriere della Sera, 16 settembre 2016.

BibliografiaModifica

  • Van Denburgh, 1907: Expedition of the California Academy of Sciences to the Galapagos Islands, 1905–1906. I. Preliminary descriptions of four new races of gigantic land tortoises from the Galapagos Islands. Proceedings of the California Academy of Sciences, ser. 4, vol. 1, p.1–6 (testo integrale).

Altri progettiModifica

  Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili