Chief of Naval Operations

comandante della United States Navy
Chief of Naval Operations
Capo delle Operazioni Navali
Seal of the Chief of Naval Operations.svg
Gilday CNO.jpg
L'ammiraglio Michael M. Gilday, dal 22 agosto 2019 in carica come CNO
SiglaCNO
StatoStati Uniti Stati Uniti
OrganizzazioneUnited States Navy
TipoCapo di stato maggiore
Istituito11 maggio 1915
Nominato daPresidente degli Stati Uniti d'America
Durata mandato4 anni
SedeWashington Navy Yard
Sito webwww.navy.mil/cno/index.asp

Il Chief of Naval Operations (letteralmente "Capo delle Operazioni Navali" in lingua inglese, in sigla CNO) è il comandante professionale della United States Navy. Legalmente è uno statutory office (ovvero una carica istituzionale) assegnato a un alto ufficiale della US Navy, con la funzione di assistente militare del Segretario alla Marina degli Stati Uniti d'America (il capo politico della US Navy). Il CNO è membro a pieno titolo del Joint Chiefs of Staff (lo stato maggiore congiunto delle Forze armate degli Stati Uniti), e come tale funge da consulente per vari organi esecutivi come il Consiglio per la sicurezza nazionale, il Consiglio per la sicurezza interna, il Segretario della difesa e il Presidente degli Stati Uniti d'America.

A dispetto del nome, il CNO non ha autorità di comando operativo sulle forze navali, ma è piuttosto un consulente militare professionale del Segretario alla Marina; il comando operativo delle forze navali rientra nelle competenze degli Unified Combatant Command che fanno capo al Segretario della difesa. Le funzioni del CNO e quelle del suo ufficio sono regolate dal capitolo 805 del titolo 10 dello United States Code[1].

RuoloModifica

 
Bandiera personale del CNO

Il CNO è nominato direttamente dal Presidente degli Stati Uniti, previa conferma da parte del Senato. Il Presidente può selezionare per la carica un qualsiasi ufficiale di bandiera della US Navy (ovvero un ufficiale in servizio attivo di grado pari o superiore a retroammiraglio lower half), purché si tratti, a meno di comprovate esigenze di interesse nazionale, di un ufficiale con «significativa esperienza in incarichi congiunti» incluso «almeno un intero periodo di servizio in un incarico congiunto». Il CNO è in carica per un periodo di quattro anni dalla nomina, ma in caso di guerra o di emergenza nazionale il Congresso degli Stati Uniti d'America può riconfermarlo nel ruolo per un periodo non superiore ad altri quattro anni[2]. Il CNO è assistito nelle sue attività da un Vice Chief of Naval Operations; quest'ultimo subentra al CNO in tutti i casi in cui questi sia assente o inabilitato al compito, nonché nei periodi di vacanza dell'ufficio fino alla nomina di un successore del CNO cessato dalla carica[3].

Il Chief of Naval Operations è l'ufficiale di rango più elevato in servizio attivo di tutta la US Navy, a meno che la carica di capo o di vicecapo del Joint Chiefs of Staff non siano detenute da un ufficiale della Marina[4]. Durante il suo periodo nella carica, il CNO ricopre il rango di ammiraglio a quattro stelle ma senza pregiudizio sul grado effettivo; nell'esercizio delle sue funzioni presso il Dipartimento della Marina degli Stati Uniti d'America, il CNO ha la precedenza su qualunque altro ufficiale in servizio, ma è soggetto all'autorità, alla direzione e al controllo del Segretario alla Marina[2]. La sede ufficiale del CNO era inizialmente collocata presso il Number One Observatory Circle dello United States Naval Observatory a Washington; dal 1974 tuttavia l'edificio è diventato residenza ufficiale del Vicepresidente degli Stati Uniti d'America[5], e il CNO ha ora sede presso la Tingey House all'interno del Washington Navy Yard[6].

Il CNO presiede e dirige le attività dell'Office of the Chief of Naval Operations (OPNAV), fornendo assistenza professionale alle attività del Segretario alla Marina in materia di reclutamento, organizzazione, forniture, equipaggiamento (inclusi quegli aspetti di ricerca e sviluppo assegnati dal Segretario), addestramento, mobilitazione e smobilitazione, amministrazione e manutenzione della US Navy; inoltre, il CNO e il suo ufficio devono indagare e riferire al Segretario sull'efficienza della Marina e sulla sua preparazione bellica, preparare istruzioni dettagliate per l'esecuzione dei piani approvati e supervisionare l'esecuzione di tali piani e istruzioni e coordinare l'azione delle organizzazioni della Marina[7]. È compito specifico del CNO trasmettere i piani e le raccomandazioni dell'OPNAV al Segretario alla Marina e consigliarlo in merito a essi, nonché supervisionare le attività dei membri e delle organizzazioni della US Navy; al CNO possono poi essere attribuiti altri compiti militari, non altrimenti assegnati dalla legge, da parte parte del Presidente degli Stati Uniti, del Segretario alla Difesa o del Segretario alla Marina[2].

Il CNO è membro a pieno titolo del Joint Chiefs of Staff, e informa il Segretario alla Marina in merito alle decisioni prese dal JCS su questioni che interessano il Dipartimento della Marina; fatta salva l'autorità, la direzione e il controllo del Segretario della Difesa, il CNO tiene informato il Segretario alla Marina delle operazioni militari significative che interessano i compiti e le responsabilità del Segretario stesso[2].

ListaModifica

La carica di CNO venne istituita l'11 maggio 1915; in precedenza il suo ruolo di consulente militare del Segretario alla Marina era ricoperto dall'Aide for Naval Operations, incarico regolato dai regolamenti interni della Marina piuttosto che dalla legge federale[8].

N. Immagine Nome Entrata in carica Cessazione dalla carica Tempo in carica
1   Ammiraglio William S. Benson 11 maggio 1915 25 settembre 1919 4 anni e 137 giorni
2   Ammiraglio Robert Coontz 1º novembre 1919 21 luglio 1923 3 anni e 262 giorni
3   Ammiraglio Edward Walter Eberle 21 luglio 1923 14 novembre 1927 4 anni e 116 giorni
4   Ammiraglio Charles Frederick Hughes 14 novembre 1927 17 settembre 1930 3 anni e 3 giorni
5   Ammiraglio William V. Pratt 17 settembre 1930 30 giugno 1933 2 anni e 286 giorni
6   Ammiraglio William Harrison Standley 1º luglio 1933 1º gennaio 1937 3 anni e 184 giorni
7   Ammiraglio della flotta William D. Leahy 2 gennaio 1937 1º agosto 1939 2 anni e 211 giorni
8   Ammiraglio Harold Rainsford Stark 1º agosto 1939 2 marzo 1942 2 anni e 213 giorni
9   Ammiraglio della flotta Ernest King 2 marzo 1942 15 dicembre 1945 3 anni e 288 giorni
10   Ammiraglio della flotta Chester Nimitz 15 dicembre 1945 15 dicembre 1947 2 anni e 0 giorni
11   Ammiraglio Louis Denfeld 15 dicembre 1947 2 novembre 1949 1 anno e 322 giorni
12   Ammiraglio Forrest Sherman 2 novembre 1949 22 luglio 1951 1 anno e 262 giorni
13   Ammiraglio William Fechteler 16 agosto 1951 17 agosto 1953 2 anni e 1 giorno
14   Ammiraglio Robert Carney 17 agosto 1953 17 agosto 1955 2 anni e 0 giorni
15   Ammiraglio Arleigh Burke 17 agosto 1955 1º agosto 1961 5 anni e 349 giorni
16   Ammiraglio George Whelan Anderson Jr. 1º agosto 1961 1º agosto 1963 2 anni e 0 giorni
17   Ammiraglio David L. McDonald 1º agosto 1963 1º agosto 1967 4 anni e 0 giorni
18   Ammiraglio Thomas Hinman Moorer 1º agosto 1967 1º luglio 1970 2 anni e 334 giorni
19   Ammiraglio Elmo Zumwalt 1º luglio 1970 29 giugno 1974 3 anni e 363 giorni
20   Ammiraglio James L. Holloway III 29 giugno 1974 1º luglio 1978 4 anni e 2 giorni
21   Ammiraglio Thomas B. Hayward 1º luglio 1978 30 giugno 1982 3 anni e 364 giorni
22   Ammiraglio James D. Watkins 30 giugno 1982 30 giugno 1986 4 anni e 0 giorni
23   Ammiraglio Carlisle Trost 1º luglio 1986 29 giugno 1990 3 anni e 363 giorni
24   Ammiraglio Frank Kelso 29 giugno 1990 23 aprile 1994 3 anni e 298 giorni
25   Ammiraglio Michael Boorda 23 aprile 1994 16 maggio 1996 2 anni e 23 giorni
26   Ammiraglio Jay L. Johnson 16 maggio 1996 21 luglio 2000 4 anni e 66 giorni
27   Ammiraglio Vern Clark 21 luglio 2000 22 luglio 2005 5 anni e 1 giorno
28   Ammiraglio Michael Mullen 22 luglio 2005 29 settembre 2007 2 anni e 69 giorni
29   Ammiraglio Gary Roughead 29 settembre 2007 23 settembre 2011 3 anni e 359 giorni
30   Ammiraglio Jonathan Greenert 23 settembre 2011 18 settembre 2015 3 anni e 360 giorni
31   Ammiraglio John M. Richardson 18 settembre 2015 22 agosto 2019 3 anni e 338 giorni
32   Ammiraglio Michael M. Gilday 22 agosto 2019 in carica 2 anni e 29 giorni

NoteModifica

  1. ^ (EN) 10 U.S. Code Chapter 805 - OFFICE OF THE CHIEF OF NAVAL OPERATIONS, su law.cornell.edu. URL consultato il 5 aprile 2021.
  2. ^ a b c d (EN) 10 U.S. Code § 8033 - Chief of Naval Operations, su law.cornell.edu. URL consultato il 5 aprile 2021.
  3. ^ (EN) 10 U.S. Code § 8035 - Vice Chief of Naval Operations, su law.cornell.edu. URL consultato il 5 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Chief of Naval Operations, su navy.mil. URL consultato il 31 gennaio 2018.
  5. ^ (EN) The Vice President's Residence, su whitehouse.gov (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2009).
  6. ^ (EN) Tingey House, Washington Navy Yard, su harrybraswell.com. URL consultato il 5 aprile 2021.
  7. ^ (EN) 10 U.S. Code § 8032 - Office of the Chief of Naval Operations: general duties, su law.cornell.edu. URL consultato il 5 aprile 2021.
  8. ^ Navy - Chief of Naval Operations, in International Military Digest, n. 1, giugno 1915, p. 68.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica