Chiesa cattolica in America

La Chiesa cattolica in America è parte della Chiesa cattolica universale, sotto la guida del Papa e della Santa Sede.

Indice

StoriaModifica

La presenza cattolica si è sviluppata a partire dal XVI secolo, con caratteristiche diverse a seconda delle aree.

In America meridionale e centrale e in Messico l'evangelizzazione è dipesa principalmente dalla Spagna e dal Portogallo e il cattolicesimo è stato per lungo tempo la forma prevalente di Cristianesimo, anche se negli ultimi decenni si è avuto un forte incremento del protestantesimo di tipo evangelico.

In America settentrionale la Chiesa cattolica è stata una presenza minoritaria a fronte di una prevalenza anglosassone e protestante, (con l'eccezione di alcune regioni del Canada, legate alla Chiesa francese) composta soprattutto da immigrati e quindi fortemente diversificata al suo interno, anche con riti diversi da quello latino. Negli ultimi tempi però soprattutto negli Stati Uniti d'America il cattolicesimo ha superato di numero le chiese protestanti.

StatiModifica

Il Brasile risulta essere lo stato mondiale che accoglie il maggior numero di cattolici.

La Chiesa Cattolica è comunque diffusissima in tutta l'America latina, con una forte tradizione popolare a suo favore, in particolare in Messico.

In tutti i paesi latinoamericani, ad eccezione di alcune isole caraibiche e degli stati di Guyana e Suriname, i cattolici rappresentano la maggioranza della popolazione.

Lo stato con il minor numero di cattolici in America è la Giamaica.

BibliografiaModifica

  • Guida delle missioni cattoliche 2005, a cura della Congregatio pro gentium evangelizatione, Roma, Urbaniana University Press, 2005

Voci correlateModifica