Apri il menu principale

Chiesa della Natività di Maria Vergine (Campo Ligure)

edificio religioso di Campo Ligure

StoriaModifica

 
Interno della parrocchiale

La parrocchiale, intitolata oggi alla Natività di Maria Vergine ma originariamente alla Vergine Maria, è ubicata presso il borgo storico di Campo Ligure ai piedi del colle roccioso ove alla sua sommità è collocato il castello degli Spinola. Non si conoscono le date della probabile erezione e solo un documento del 1577 ne attesta la presenza e la visita di monsignor Gerolamo Ragazzoni; il vescovo ordinò una completa ristrutturazione della chiesa e la completa tinteggiatura delle mura e volte interne.

Durante l'assedio della Repubblica di Genova del 22 luglio 1600 il borgo fu dato alle fiamme e la chiesa subì la parziale distruzione dell'archivio storico e del tetto in legno; grazie al sostegno della volta in pietra non si verificò il crollo totale. L'antico edificio fu abbattuto nel 1754 a seguito del pericolo stato di stabilità segnalato tra l'altro già nel 1752 in una visita del vescovo di Acqui Alessio Ignazio Maruchi.

I lavori della nuova edificazione ebbero inizio il 5 maggio del 1758 secondo il progetto dell'architetto Carlo Muttone. Nonostante i lavori di riedificazione si completarono complessivamente nel 1762, la benedizione e l'intitolazione della chiesa fu celebrata il 14 settembre del 1803 da monsignor Giacinto della Torre vescovo della diocesi di Acqui.

Ancor prima della consacrazione fu eletta nel 1774 come sede dell'Insigne Collegiata, ma dopo molti anni di splendore, i canonici, uno dopo l'altro, vennero a mancare e la collegiata si estinse. Il 4 novembre 1990 monsignor Mario Oliveri venne consacrato vescovo di Albenga dal cardinale Giovanni Canestri nella collegiata. Nel 2003 in occasione del secondo centenario della consacrazione della chiesa, l'Ordinario Diocesano monsignor Pier Giorgio Micchiardi ha ridato vita all'Insigne collegiata di Campo Ligure che al momento è formata da otto Canonici.

DescrizioneModifica

 
Il campanile

L'interno è ad unica navata, decorata nel suo interno negli anni ottanta del XIX secolo da Francesco De Lorenzi e dal figlio Achille De Lorenzi; presenta numerosi affreschi, opera di Luigi Gainotti e Carlo Orgero. Conserva al suo interno una pala d'altare, Martirio di santa Lucia, di Bernardo Strozzi, databile al 1598; un'altra pala, Deposizione, di Vittorio Amedeo Rapous, datata al 1761; un'altra pala, l'Annunciazione, di anonimo risalente al XVII secolo.

Quindi la statua lignea della Madonna del Rosario, del XVII secolo, e quella della Patrona, Santa Maria Maddalena, di Ignazio Bettoni, del 1877-1878. L'altare maggiore è in marmi policromi di stile barocchetto ligure.

BibliografiaModifica

  • Paolo Bottero, Storia della Chiesa Parrocchiale di Campo Ligure dal 1575 al 1970, Nizza Monferrato, 2003, La Tipografica.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica