Chiesa della Sacra Famiglia (Gaza)

Chiesa della Sacra Famiglia
StatoPalestina Palestina
LocalitàGerusalemme
Coordinate31°31′26.11″N 34°27′08.17″E / 31.52392°N 34.45227°E31.52392; 34.45227
Religionecattolica
TitolareSacra Famiglia
Patriarcato Gerusalemme dei Latini

La chiesa della Sacra Famiglia[1] (in arabo: كنيسة العائلة المقدسة‎) è l'unica parrocchia cattolica latina (romana) nella Striscia di Gaza nei Territori palestinesi.[2][3] Si trova nel quartiere di al-Zaytun nell'est di Gaza City.

La chiesa conta circa duecento fedeli (la maggioranza dei cristiani a Gaza e in Palestina sono di rito ortodosso). Ha due scuole primarie e secondarie, proprietà del patriarcato latino di Gerusalemme, oltre ad alcune cliniche.

La parrocchia riceve il sostegno delle Suore della Carità di Madre Teresa e delle Suore del Verbo Incarnato (presenti anche a Betlemme, Giaffa ed Egitto) e le Suore del Rosario. Si prendono cura di malati, disabili, anziani, indipendentemente dalla loro religione.[4]

Durante l'attacco militare di Israele a Gaza nell'estate 2014 (Operazione Margine di protezione), gli aerei israeliani hanno colpito e distrutto la casa delle Suore del Verbo incarnato, situata all’interno del compound della parrocchia cattolica. È rimasta danneggiata anche la scuola attigua.[5][6] La parrocchia ospitava in quei mesi oltre 700 sfollati dei quartieri orientali di Gaza City.[7]

Il 20 dicembre 2015 una Porta Santa è stata aperta presso la chiesa della Sacra Famiglia perché anche i cattolici di Gaza - impossibilitati ad uscire dalla striscia per recarsi a Gerusalemme e a Betlemme - potessero partecipare al giubileo della Misericordia.[8]

NoteModifica

  1. ^ Holy Family Parish in Gaza 'small but strong in faith'
  2. ^ Copia archiviata, su en.abouna.org. URL consultato il 27 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2018).
  3. ^ fides.org, http://www.fides.org/en/news/36168-ASIA_HOLY_LAND_Bombing_near_the_Catholic_parish_in_Gaza_School_devastated#.VznGFGhX8dU.
  4. ^ Copia archiviata, su fr.lpj.org. URL consultato il 27 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2016).
  5. ^ La Porzione
  6. ^ Famiglia Cristiana
  7. ^ Osservatore Romano, su osservatoreromano.va. URL consultato il 27 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2018).
  8. ^ Zenit

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica