Apri il menu principale

Chiesa di Maria Santissima del Carmelo

chiesa di Santa Venerina (CT)
Chiesa di Maria Santissima del Carmelo di Bongiardo
Santa Venerina, Chiesa di Bongiardo dedicata alla Beata Vergine del Carmine e alle Anime Purganti, prospetto facciata (1879 ricostruita e ingrandita per l'impegno del Beato card. Giuseppe Benedetto Dusmet Arcivescovo di Catania).png
Chiesa Maria Santissima del Carmelo
StatoItalia Italia
RegioneSicilia Sicilia
LocalitàSanta Venerina-Stemma.png Santa Venerina
Religionecattolicesimo
TitolareB.V. del Carmelo
Arcidiocesi Catania
Inizio costruzione1723
Completamento1728

La chiesa di Maria Santissima del Carmelo è un edificio religioso di Santa Venerina (CT), che si trova nella frazione comunale di Bongiardo. Essa è sede dell'omonima parrocchia, facente parte dell'arcidiocesi di Catania.

La chiesa di Bongiardo è dedicata alla Beata Vergine del Carmine e alle anime purganti, fu fondata nel 1723 dai coniugi Francesco e Giovanna Pulvirenti del quartiere della Catena, su terreno messo a disposizione dal Secreto di Aci SS. Antonio e Filippo, fu dagli stessi dotata con atto notarile del 24 gennaio 1726. nel 1730 fu affidata ai padri mercedari del convento di Santa Domenica di Aci Sant'Antonio , che la tennero fino al 1778 quando la restituirono ad una commissione laicale del paese. Il 23 luglio 1810, dopo lotte con la matrice di Sant'Antonio, che si opponeva, divenne Sacramentale Curata con pertinenza su Pisano e parte di Fleri. A causa di un terribile terremoto il 17 giugno 1879 venne in parte distrutta, fu ricostruita e ingrandita per l'impegno del popolo , l'interesse del cappellano curato fra Giovan Battista Zullo da Francavilla, cappuccino (1836-1908 nel Terremoto di Messina), ma soprattutto per la munificenza e la carità del beato card. Giuseppe Benedetto Dusmet arcivescovo di Catania. Nel 1911 fu munita di una ferratura che l'ha preservata da successivi crolli. Il 21 giugno 1926, insieme alle altre chiese dell'arcidiocesi di Catania fu elevata a parrocchia. Centro spirituale di una vasta parrocchia che si articola su due comuni (Santa Venerina e Zafferana Etnea).

Col terremoto di Santa Venerina vi furono gravi danni strutturali alla chiesa Maria Santissima del Carmelo nella quale il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi entrò in occasione della sua visita a Santa Venerina, nel 2002, assicurando la ricostruzione della bellissima chiesa. Il suo interno, ricco di stucchi e opere d'arte rifatto negli anni, bello ed armonioso conserva tra l'altro le statue lignee della patrona e del compatrono, Maria SS. Del Carmelo e san Francesco di Paola. festeggiati rispettivamente il 16 luglio e la domenica successiva e l'ultima domenica di aprile.

Dalla chiesa fu rubata la Ninfa, un grande lampadario a 36 luci, proveniente dal monastero dei Benedettini di Catania. Furono rubati anche tre grandi lampadari in vetro di Murano. Furuno rubati pure due lampadari colorati, i quali furono regali dal principe di Casalotto. Fu rubato pure un lampadaro bianco regalato dal cavaliere Faro di Viagrande.

Tutt'oggi la chiesa e la parrocchia di Bongiardo (unico caso a Santa Venerina) appartengono all'arcidiocesi metropolitana di Catania.

Altri progettiModifica