Apri il menu principale

Chiesa di Ognissanti (Venezia)

edificio religioso di Venezia
Chiesa di Ognissanti
Chiesa di Ognissanti - Venezia.jpg
Chiesa di Ognissanti
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
LocalitàVenezia
ReligioneCattolica
TitolareTutti i Santi
Patriarcato Venezia
Consacrazione1586
Stile architettonicorinascimentale
Inizio costruzione1505

Coordinate: 45°25′52.07″N 12°19′23.88″E / 45.43113°N 12.3233°E45.43113; 12.3233

La chiesa di Ognissanti[1], o chiesa degli Ognissanti, è un edificio religioso della città di Venezia, situato nel sestiere di Dorsoduro.

Indice

StoriaModifica

Nel 1400, sull'area attualmente occupata dalla chiesa sorgeva un monastero di monache cistercensi che si erano trasferite qui dopo l'abbandono forzato di Torcello, diventata insalubre.

Nel 1472 venne costruito un ospizio con annessa una chiesetta, rappresentata anche nella pianta di Venezia realizzata da Jacopo de' Barbari nel 1500, e che venne sostituita nel 1505 dall'edificio attuale, consacrato nel 1586.

Chiesa e monastero vennero soppressi da Napoleone nel 1807 e lasciati in abbandono fino a quando Giovan Battista Giustinian le adattò a ricovero per anziani. In seguito, la struttura del monastero venne utilizzata come ospedale, operante fino alla metà degli anni novanta e la chiesa, inglobata nel recinto ospedaliero, venne parzialmente recuperata per il culto da parte dei pazienti.

DescrizioneModifica

La facciata, molto sviluppata in altezza, è ripartita verticalmente in tre, secondo lo schema a tre navate, con portale d'ingresso a struttura lineare e finestroni ad arco. La chiesa è affiancata sul lato sinistro dal campanile con coronamento barocco.

NoteModifica

  1. ^ Giampaolo Onesto, Interventi di restauro nella Chiesa di Ognissanti a Venezia, Padova, Il Prato, 2001, p. 63, ISBN 88-87243-16-6.

BibliografiaModifica

  • Umberto Franzoi, Dina Di Stefano, Le chiese di Venezia, Alfieri editore, Venezia, 1976

Altri progettiModifica