Apri il menu principale

Chiesa di San Ciriaco alle Terme di Diocleziano

chiesa italiana scomparsa
Chiesa di San Ciriaco alle Terme di Diocleziano
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
LocalitàRoma
ReligioneCristiana

Coordinate: 41°54′17″N 12°29′49.5″E / 41.904722°N 12.497083°E41.904722; 12.497083

La chiesa di San Ciriaco alle Terme di Diocleziano (in latino Sancti Cyriaci in Thermis) è una chiesa scomparsa di Roma, nel rione Castro Pretorio, costruita all'interno di una struttura delle Terme di Diocleziano.

La chiesa era sede del titolo cardinalizio omonimo.

Indice

StoriaModifica

I preti di San Ciriaco alle Terme compaiono già tra i sottoscrittori degli atti dei sinodi romani del 499 e del 595; la chiesa è menzionata anche nel Liber pontificalis, in una bolla di papa Paolo I del 4 luglio 761 e in altri documenti dell'XI e del XIV secolo.[1]

Viene registrata tra le chiese abbandonate di Roma nel catalogo del 1492.[1] Secondo Onofrio Panvinio, il titolo cardinalizio fu trasferito dalla fatiscente chiesa di San Ciriaco alle Terme a quella dei Santi Quirico e Giulitta da papa Sisto IV e nel catalogo del 1555 la chiesa è chiamata Cyriaci in Thermis, alias Quirici et Iulitae regione Montium prope palatium Nervae.[2]

I resti della chiesa erano ancora visibili agli inizi del XVII secolo nella vigna dei certosini di Santa Maria degli Angeli.[2]

Le fondazioni della chiesa sono state ritrovate nel 1873-1874 nei pressi del padiglione sud-ovest del palazzo del ministero delle Finanze, in via Pastrengo.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b C. Hülsen, Le chiese di Roma..., p. 245.
  2. ^ a b c C. Hülsen, Le chiese di Roma..., p. 246.

BibliografiaModifica

  • Christian Hülsen, Le chiese di Roma nel medio evo. Cataloghi ed appunti, Georg Olms Verlag, Hildesheim-New York 1975.

Voci correlateModifica