Chiesa di San Giovanni Battista (San Fior)

edificio religioso di San Fior
Chiesa di San Giovanni Battista
Chiesa di San Giovanni Battista (San Fior).JPG
La facciata neogotica e il vecchio campanile
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
LocalitàSan Fior
Religionecattolica
Diocesi Vittorio Veneto
Stile architettoniconeogotico
Completamento1930

Coordinate: 45°55′12.84″N 12°21′26.04″E / 45.920234°N 12.357234°E45.920234; 12.357234

La chiesa di San Giovanni Battista è un edificio sacro di San Fior, situato nel centro della località veneta.

StoriaModifica

Nasce tra il V e VI secolo tra il fiume Codolo e l'attuale piazza Marconi, ove sorge il Municipio. A partire da quell'epoca, la chiesa si sviluppa e muta fino ad arrivare ad assumere la struttura attuale, novecentesca: su progetto di Vincenzo Rinaldo (l'autore della facciata della Chiesa dei Santi Rocco e Domenico a Conegliano), tra 1906 e 1930 viene eretta la nuova chiesa, neogotica e sovrastata da una grande cupola. L'edificio venne costruito a partire dalla chiesa che gli preesisteva, la cui facciata ottocentesca, rivolta verso il fiume Codolo, ancora si vede sul fianco destro, col suo portale cinquecentesco: infatti la chiesa, oggi, guarda verso la Pontebbana.

DescrizioneModifica

 
Facciata ottocentesca della vecchia chiesa

EsterniModifica

La facciata a salienti dell'edificio novecentesco è sovrastata da quattro pinnacoli e, al centro, da un'edicola contenente una statua settecentesca di San Gaetano, sotto la quale si apre un grande rosone con l'immagine vitrea della Madonna (1965).
Il portale, messo in dialogo con lo spazio antistante attraverso cinque gradini, è abbellito da una lunetta affrescata con un Battesimo di Cristo, mentre ai lati sono disposte due bifore.
All'incrocio della navata centrale col transetto si alza una grande cupola neogotica.

Sul lato destro, all'altezza dell'abside e all'ingresso del cimitero, rimane la facciata della vecchia pieve, a capanna e tripartita da quattro lesene sovrastate da timpano. Il portale è l'originale cinquecentesco, anch'esso timpanato; sopra di esso una nicchia e una lapide.

InterniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Polittico di San Giovanni Battista.

L'interno presenta tre navate divise da archi a tutto sesto. Le pareti, di grande sobrietà, sono intonacate di bianco: a dar colore le finestre vitree con rappresentati gli apostoli (1965). È dietro all'altare che si pone l'opera più preziosa, vanto della comunità parrocchiale di San Fior: il Polittico di San Giovanni Battista del Cima da Conegliano, che si compone di otto parti all'interno di un cassettone ligneo. Nella tela centrale, quella più grande, è rappresentato il patrono San Giovanni Battista.

 
Il polittico del Cima

Le quattro minori (che si dispongono ai lati del Battista) contengono a coppie otto santi protettori delle chiese legate territorialmente a quella sanfiorese; sotto, le tre raffigurazioni minori della predella, con episodi della vita del santo patrono.

Altri due dipinti sono ai lati dell'altare: Ultima cena di anonimo cinquecentesco e Arcangelo Raffaele e Tobiolo di anonimo settecentesco.

Altri lavori custoditi nella chiesa e degni di nota sono i seguenti:

Anche l'interno della vecchia chiesa è visibile, dopo il restauro del 1998: qui sopravvivono numerosi affreschi e opere risalenti al XV secolo e successivi. Dal 2012 la cappella ospita, in una nuova teca, le spoglie della beata Maria Pia Mastena.

BibliografiaModifica

  • Baldissin, Mariuccia e Soligon, Antonio, Chiese a San Fior. Alla scoperta del patrimonio artistico, San Fior.
  • Baldissin, Mariuccia e Soligon, Antonio, Oratori, capitelli e altri segni del Sacro a San Fior, San Fior.

Voci correlateModifica