Apri il menu principale

Chiesa di San Pietro (Avigliana)

edificio religioso di Avigliana
Chiesa di San Pietro
Chiesa S. Pietro Avigliana.JPG
La chiesa vista dal castello
StatoItalia Italia
RegionePiemonte
LocalitàAvigliana
ReligioneCattolica
TitolarePietro apostolo
Arcidiocesi Torino
Stile architettonicoromanico
Inizio costruzioneIX secolo
CompletamentoXI secolo

Coordinate: 45°04′32.52″N 7°23′49.56″E / 45.0757°N 7.3971°E45.0757; 7.3971

La chiesa di San Pietro è un edificio di culto particolarmente importante del comune di Avigliana, in Val di Susa, ad una ventina di chilometri da Torino.

StoriaModifica

Situata al centro dell'omonimo borgo pare sia stata fondata da Giuseppe Birillo di Novalesa, tra il IX e X secolo[1] dopo la distruzione della loro abbazia da parte dei saraceni e su un preesistente tempio pagano. La parte più antica oggi esistente (le due absidi) risale tra la fine del X secolo e gli inizi dell'XI; la costruzione del campanile e l'ampliamento dell'edificio a uso parrocchiale alla fine dell'XI secolo- inizi del XII. La prima cappella a sinistra si colloca oltre la metà del Trecento, mentre la seconda a sinistra (conosciuta come cappella della Maddalena) risale oltre la prima metà del XV secolo; il fastigio della facciata viene eseguito entro il 1450. La sommità del campanile venne ricostruita tra il 1868 e il 1869, in seguito a un fulmine che l'aveva fatta crollare.[2] L'ultimo intervento per la valorizzazione scenografica della chiesa si ebbe nel 1842 con la costruzione della scalinata in cotto e pietra. Inizialmente si entrava da via San Pietro dalla parte dell'antico pozzo.

Essa presenta caratteristiche prettamente romaniche. Si sono aggiunte successivamente decorazioni in stile gotico tra il XIV e il XV secolo. Ha tre navate.

AffreschiModifica

All'interno vi sono numerosi affreschi, eseguiti tra l'XI e il XV secolo.

Navata centrale: prima cappella a sinistraModifica

Nella parte a sinistra della finestra: san Giacomo, la Vergine e altri santi; sant'Andrea davanti alla croce. A destra della finestra: san Giacomo entra nella città attraverso una porta turrita (Gerusalemme); raffigurazione frammentaria della Pesca Miracolosa.

Parete sinistra della navata centraleModifica

In posizione centrale la Madonna della Misericordia (frammenti)

Navata minore: cappella di fondoModifica

È molto probabile che la cappella fosse completamente dipinta. Il dipinto, attualmente visibile, viene "tradizionalmente e, si direbbe plausibilmente, identificato col Castello di Avigliana".[3] Quest'ultimo affresco risale al 1480[4]

CimiteroModifica

Annesso alla Chiesa, sul lato est, dalla fine del secolo XVIII vi è un piccolo cimitero recintato, non più in uso dall'inizio del secolo XX.

NoteModifica

  1. ^ Segre Monel (indicare opera)
  2. ^ Gianni Carlo Sciolla (indicare opera)
  3. ^ Paolo Nesta,Il Priorato di San Pietro di Avigliana, Ass. Culturale Dante Selva, Sant'Ambrogio
  4. ^ Elena Rossetti Brezzi (indicare opera)

BibliografiaModifica

Paolo Nesta - Il Priorato di San Pietro di Avigliana - 2006

Altri progettiModifica