Chiesa di Santa Candida

Coordinate: 43°46′14.29″N 11°16′16.81″E / 43.770636°N 11.271336°E43.770636; 11.271336

La chiesa di Santa Candida è stata un edificio sacro di Firenze, già posta sulla strada fuori Porta alla Croce e successivamente demolita.

Storia e descrizioneModifica

La chiesa si trovava appena fuori dalla porta (tanto che in alcune fonti si parla della "porta di Santa Candida"[1]), e fu una prioria, detta anche nel linguaggio popolare di "San Candida". Fu patrocinata da importanti famiglie, come gli Albizi, e fu la prima sede della Compagnia di Sant'Andrea dei Purgatori e Cardatori. Inoltre, per la vicinanza ai patiboli del Prato della Giustizia, qui venivano sepolti i condannati a morte, tanto che esisteva un modo di dire fiorentino di «essere tra le forche e San Candida», nel senso di essere in uno stato di assoluto disperazione[2].

Fu demolita poco prima dell'assedio di Firenze, per non dare nessun edificio d'appoggio fuori le mura alle truppe imperiali che volevano sottomettere la Repubblica di Firenze.

NoteModifica

  1. ^ [1]
  2. ^ Luciano Artusi e Antonio Palumbo, De Gratias. Storia, tradizioni, culti e personaggi delle antiche confraternite fiorentine, Newton Compon Editori, Roma 1994, p. 245.

BibliografiaModifica

  • Luciano Artusi e Antonio Patruno, Gli antichi ospedali di Firenze, Firenze, Semper, 2000, pp. 16-17.

Voci correlateModifica