Chiesa di Santa Maria delle Grazie (Pistoia)

edificio religioso di Pistoia
Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Pistoia, santa maria delle grazie 00.jpg
La facciata
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàPistoia
Religionecattolica
TitolareMadonna delle Grazie
Diocesi Pistoia
ArchitettoVentura Vitoni
Stile architettonicorinascimentale
Inizio costruzione1469
Sito webSito del Comune

Coordinate: 43°56′09.48″N 10°55′11.11″E / 43.935968°N 10.919752°E43.935968; 10.919752

La chiesa di Santa Maria delle Grazie di Pistoia è una chiesa rinascimentale, e si trova vicino allo Spedale degli Infermi di Santa Maria del Ceppo.

Storia e descrizioneModifica

La piccola chiesa sorse in sostituzione di un oratorio eretto in una stanza dell'ospedale dei Santi Donnino e Lorenzo in cui nel 1336 una fanciulla era stata guarita dall'intervento miracoloso della Vergine Maria: nel 1469 il Consiglio del Popolo di Pistoia deliberò lo stanziamento di una notevole somma di denaro e al posto dell'oratorio fu eretta l'attuale chiesa rinascimentale, probabilmente ad opera dell'architetto pistoiese Ventura Vitoni e non del fiorentino Michelozzo. Il coro ha struttura che si ispira alla brunelleschiana Cappella dei Pazzi di Santa Croce a Firenze.

Il letto del miracolo, conservato in una cappella della chiesa, testimonia ancora la generosità del benefattore Giovanni di Matteo Gualdimari pistoiese in data 5 luglio 1330 che, oltre al denaro aveva dotato l'antico ospedale di letti a una piazza e non di pancacci capaci di molti degenti come di solito avveniva[1]. Da questo letto il Santuario trae il nome popolare di "Madonna del Letto " Nelle testate del letto si legge ,a capo : Pregate Dio per l'anima di Condoro di Giovanni da Monte Chatini A.D. MCCCXXXVI ; sulla tavola a piedi: Pregate Dio per l'anima di Feduccio di Chele Mogioni. A.D.MCCCXXXVII.Dopo il fatto prodigioso della guarigione della giovinetta, venne figurata l'Immagine della Madonna,in stile giottesco[2]. La singolare presenza nel Santuario di un letto dello Spedale,del secolo XIV,indica la fiducia riposta dei malati nella Madonna, muovendo la taumaturgica leva della Speranza ,che prima solleva le pene del dolore e poi spalanca le porte verso la trepidante attesa della Grazia per la guarigione.

Organo a canneModifica

Nella chiesa è collocato un organo a canne costruito da Filippo e Antonio Tronci di Pistoia nel 1755.

Lo strumento, a trasmissione integralmente meccanica, ha una tastiera di 45 note con prima ottava corta e una pedaliera di 8 pedali costantemente unita alla tastiera.

NoteModifica

  1. ^ Gaetano Beani, Santa Maria delle Grazie, Prato, 1892, p.7
  2. ^ Padre Gianfranco Macconi, La Presenza dei Cappuccini nell'Ospedale di Pistoia, Pistoia, 1995, p.56.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN132890924 · LCCN (ENno2006000670 · WorldCat Identities (ENlccn-no2006000670