Chiesina Uzzanese

comune italiano

Chiesina Uzzanese è un comune italiano di 4 453 abitanti della provincia di Pistoia in Toscana.

Chiesina Uzzanese
comune
Chiesina Uzzanese – Stemma
Chiesina Uzzanese – Bandiera
Chiesina Uzzanese – Veduta
Chiesina Uzzanese – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Toscana
Provincia Pistoia
Amministrazione
SindacoFabio Berti (centro-destra) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate43°50′17.1″N 10°42′57.92″E
Altitudine20 m s.l.m.
Superficie7,2 km²
Abitanti4 453[1] (30-6-2022)
Densità618,47 ab./km²
FrazioniCapanna, Chiesanuova, Molin Nuovo
Comuni confinantiAltopascio (LU), Buggiano, Fucecchio (FI), Montecarlo (LU), Pescia, Ponte Buggianese, Uzzano
Altre informazioni
Cod. postale51013
Prefisso0572
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT047022
Cod. catastaleC631
TargaPT
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona D, 1 695 GG[3]
Nome abitantichiesinesi
PatronoNostra Signora della Neve
Giorno festivo5 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Chiesina Uzzanese
Chiesina Uzzanese
Chiesina Uzzanese – Mappa
Chiesina Uzzanese – Mappa
Posizione del comune di Chiesina Uzzanese all'interno della provincia di Pistoia
Sito istituzionale

Geografia fisica modifica

Il comune si estende presso il limite occidentale della Valdinievole, di cui è il comune più piccolo, a nord-ovest del Padule di Fucecchio e a nord delle colline delle Cerbaie. Il comune è composto dal centro abitato principale e da tre frazioni: Chiesanuova, Molin Nuovo (entrambe nella parte nord del territorio comunale) e Capanna (collocato a sud dell'abitato principale).

Storia modifica

La zona dove sorge il paese era nota nel Medioevo con il toponimo Debbia, ai margini del "lago di Valdinievole" (odierno Padule di Fucecchio). Qui si presuppone che già nel XIII secolo sorgesse uno xenodochio. Nel 1298 si riporta la dicitura Ponte Uzzanese per il ponte che attraversa il torrente Pescia a nord dell'attuale centro abitato.

Nel 1514 nei pressi del Ponte Uzzanese, il nobiluomo Lucantonio Poschi chiese al comune di Pescia un pezzo di terra dove edificare una piccola chiesa, la "chiesina", dedicata a Santa Maria della Neve. Nel 1575 la chiesa fu eretta in parrocchia, distaccando porzioni di territorio dalle comunità di Uzzano, Montecarlo e dei Santi Stefano e Niccolao di Pescia. Nel 1626 fu eretto l'oratorio della Compagnia di Santa Maria della Neve, nel luogo dove secondo la tradizione sorgeva lo xenodochio.

Nel 1613 fu edificata la prima abitazione di Chiesina, nel centro del paese con l'incisione della data su una pietra della facciata della casa. Ma l’impulso definitivo per lo sviluppo del luogo si ebbe dal 1780, quando Pietro Leopoldo di Lorena, sovrano del Granducato di Toscana, fece bonificare la zona e quindi spostare il centro abitato in una zona più interna.[4]

Dal punto di vista amministrativo, il nuovo nucleo abitato si divideva tra i comuni di Pescia (la zona ovest di Chiesina e la località Chiesanuova) e di Uzzano (la zona est di Chiesina, ile località di Molin Nuovo e Capanna). Nel 1893, la zona di Chiesina che faceva parte del Comune di Pescia chiese e ottenne il passaggio al Comune di Uzzano, di cui Chiesina divenne la frazione più importante e popolosa. Da lì, iniziarono i numerosi tentativi da parte di Chiesina di vedere trasferita la sede comunale di Uzzano in paese. Non riuscendo ad ottenere il riconoscimento di capoluogo, Chiesina cominciò allora a rivendicare l'autonomia comunale, che raggiunse il 23 gennaio 1963.

L'economia del paese si fondava anticamente sulla pesca praticata nella zona paludosa da cui è circondato.

Successivamente alla bonifica delle zone acquitrinose il paese si amplia fino a raggiungere una buona dimensione nel XIX secolo.

Nell'estate 1944 si costituì un comitato di Liberazione e, dopo il 3 settembre 1944 con la liberazione del paese dalle truppe nazifasciste. di alimentazione, allo scopo di assicurare le forniture alimentari minime per gli abitanti durante le ultime fasi della seconda guerra mondiale.

Da sottolineare che nella relazione prodotta dai Comitati il Comune è chiamato "Chiesina Valdinievole (Uzzanese-Prov. Pistoia) e non comune di Uzzano.

Con il XX secolo la zona si caratterizza per la coltivazione dei fiori, caratteristica che la rende famosa ancora oggi grazie al commercio florovivaistico con il vicino mercato dei fiori di Pescia. A partire dagli anni novanta del XX secolo la floricoltura è stata colpita da una pesante crisi che ha comportato la chiusura di numerose aziende. A partire dagli inizi del XXI secolo Chiesina Uzzanese ha quindi smesso di avere le caratteristiche proprie di un comune agricolo.

Simboli modifica

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 19 dicembre 1964.[5]

«Partito: il 1º d'argento, ad una ruota dentata accollata ad una spiga di verde e ad un garofano di rosso; il 2º scaccato di rosso e d'argento di undici file e 5 tiri. Ornamenti esteriori da Comune.»

Lo scaccato riprende lo stemma di Pistoia, l'ingranaggio simboleggia l'industria, la spiga e il fiore di garofano rappresentano le coltivazioni agricole e i numerosi vivai presenti sul territorio.

Il gonfalone è un drappo di azzurro.[6]

Monumenti e luoghi d'interesse modifica

  • La chiesa di Santa Maria della Neve fu realizzata nel 1848 come testimonia un'iscrizione presente sul lato occidentale dell'edificio. La chiesa attuale è stata edificata al posto di un edificio più antico e di dimensioni più ridotte che sorgeva perpendicolarmente all'attuale facciata. Unico avanzo dell'antico edificio la mostra d'altare seicentesca che oggi costituisce il portale d'ingresso.
  • Xenodochio, 1300 circa, nella piazza principale del paese.
  • I resti del mulino della frazione di Molinuovo.
  • Oratorio del Santissimo Rosario, nella frazione Molinuovo.
  • Chiesa di Santa Maria di Loreto, nella frazione di Chiesanuova.
  • Murale dell'artista Filippo Biagioli e dei giovani de "La Bottega"[7].
 
Murales di Filippo Biagioli e dei giovani de "La Bottega

Società modifica

Evoluzione demografica modifica

Abitanti censiti[8]

 
Abitanti stimati del Comune di Chiesina Uzzanese nel periodo 2001-2021

Etnie e minoranze straniere modifica

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2015 la popolazione straniera residente era di 461 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Amministrazione modifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1963 1964 Ugo Guerrero Comm. pref.
1964 1970 Gino Lorenzi (PSI) PSI, PCI Sindaco
1970 1975 Felice Vannini (PSI) PSI, PCI Sindaco
1975 1978 Spartaco Fabbri (PSI) PSI, PCI Sindaco
1978 1980 Marco Cortesi (PCI) PCI, PSI Sindaco
1980 1985 Marco Cortesi (PCI) PCI Sindaco
31 maggio 1985 28 maggio 1990 Marco Cortesi (PCI) PCI Sindaco [9]
28 maggio 1990 24 aprile 1995 Marco Cortesi (PCI/PDS) PCI/PDS Sindaco [9]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Osvaldo Arbi (PDS) Progressisti Sindaco [9]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Osvaldo Arbi (DS) DS, PPI, SDI Sindaco [9]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Giovanni Giannini (DS/PD) DS, DL/PD, PRC, PdCI, SDI Sindaco [9]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Marco Borgioli PDL, Lega Nord, UDC Sindaco [9]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Marco Borgioli centro-destra Sindaco [9]
27 maggio 2019 in carica Fabio Berti centro-destra Sindaco

Gemellaggi modifica

  •   Saint-Memmie[senza fonte]

Sport modifica

Gli sport principali che vengono praticati a Chiesina Uzzanese sono il calcio, il basket e la pallavolo.

La squadra storica di calcio è l'U.S. Chiesina Uzzanese che è nata nel 1963 e ha come colori sociali l'amaranto. Partecipa ai campionati FIGC.

Note modifica

  1. ^ Bilancio demografico mensile anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Chiesina Uzzanese | Visit Tuscany, su visittuscany.com.
  5. ^ Chiesina Uzzanese, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 19 gennaio 2024.
  6. ^ Comune di Chiesina Uzzanese, Statuto (PDF), art. 8 - Stemma e Gonfalone.
  7. ^ Il murales del centro ’La Bottega’. La mareggiata diventa un viaggio nella dolce fantasia dei ragazzi, su lanazione.it.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN152181945 · WorldCat Identities (ENviaf-152181945
  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana