Apri il menu principale

La chimica analitica quantitativa è la branca della chimica analitica che si occupa di determinare sperimentalmente la quantità di una determinata sostanza presente in un campione. Si avvale di tecniche pratiche quali i diversi tipi di titolazione e di tecniche strumentali come la spettroscopia e la spettrometria di massa.

Il principio su cui si basa è quello di stabilire una relazione matematica tra la quantità di sostanza presente e la caratteristica sperimentalmente sfruttata per determinare tale quantità: si pensi ad esempio alla massa di composto precipitato, al diverso valore di pH, al potenziale redox o alla diversa quantità di radiazione elettromagnetica assorbita.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia