Apri il menu principale

Chiquinquirá

Comune colombiano del dipartimento di Boyacá
Chiquinquirá
comune
Chiquinquirá – Stemma Chiquinquirá – Bandiera
Chiquinquirá – Veduta
Localizzazione
StatoColombia Colombia
DipartimentoFlag of Boyacá Department.svg Boyacá
Amministrazione
SindacoLuis Fernando Sanabria Martínez
Territorio
Coordinate5°37′08″N 73°49′12″W / 5.618889°N 73.82°W5.618889; -73.82 (Chiquinquirá)Coordinate: 5°37′08″N 73°49′12″W / 5.618889°N 73.82°W5.618889; -73.82 (Chiquinquirá)
Altitudine2,711 m s.l.m.
Superficie149[1] km²
Abitanti54 949[2] (2005)
Densità368,79 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-5
Nome abitantiChiquinquireño
Cartografia
Mappa di localizzazione: Colombia
Chiquinquirá
Chiquinquirá
Chiquinquirá – Mappa
Sito istituzionale

Chiquinquirá è un comune della Colombia facente parte del dipartimento di Boyacá.

Il centro abitato venne fondato da Catalina de Irlos nel 1586, mentre l'istituzione del comune è del 1810.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Basilica della Vergine di ChiquinquiráModifica

La Basilica della Vergine di Chiquinquirá è una basilica minore della Chiesa cattolica. La sua facciata è in pietra arenaria, la cui ricostruzione, dopo il terremoto del 1785, fu progettata e supervisionata da Domingo de Petrés, frate cappuccino che costruì numerosi edifici religiosi tra la fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX.

La costruzione è lunga 80 m e larga 36 e ricopre un'area di 2.880 m². La navata centrale è larga 10,50 m e alta 18 m, si eleva su 12 colonne che sono la base di 5 archivolti.[3]

L'interno della basilica è luminoso anche grazie al bianco dei pilastri, dotati di contorni dorati. Ha una cupola decorata in azzurro e l'altare contiene il dipinto originale che rappresenta la Vergine di Chiquinquirá. Esso fu dipinto da Alonso de Narváez de Andalucía verso gli anni 1560. I chiostri del lato nord della basilica furono restaurati dopo un terremoto.

Palazzo della CulturaModifica

Il Palazzo della Cultura Rómulo Rozo, dichiarato monumento nazionale nel 2000 dal Ministero dell'Educazione nazionale, è quello dell'antica stazione ferroviaria di Chiquinquirá. Essa fu opera dell'architetto Joseph Martens, iniziata nel 1926 e inaugurata nel 1928 e si compone di un solo corpo coperto da un tetto unico in mansarda di stile francese del secolo XVIII e tre grandi porte delle stesse dimensioni; ha una tettoia di ferro che fa risaltare l'entrata principale su quelle laterali. Dalla metà del 1975, alla chiusura della ferrovia la stazione di Chiquinquirá cadde in disuso e fu abbandonata. Fu restaurata in occasione della visita di Papa Giovanni Paolo II nel 1986. Al secondo piano ha una mostra permanente di artigianato di Boyacá e si prevede l'installazione del Museo delle Arti e Tradizioni.[4][5]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Dato da statoids.com, su statoids.com. URL consultato il 28 febbraio 2012.
  2. ^ (ES) Dati del censimento 2005 forniti dal DANE - Departamento Administrativo Nacional de Estadística (PDF), su dane.gov.co. URL consultato il 28 febbraio 2012.
  3. ^ Página oficial del municipio de chiquinquirá, Basílica de nuestra señora del rosario de Chiquinquirá, su chiquinquira-boyaca.gov.co. URL consultato il gennaio 2010.[collegamento interrotto]
  4. ^ Página oficial del municipio de Chiquinquirá, Casa de la Cultura Romulo Rozo, su chiquinquira-boyaca.gov.co. URL consultato il 16 febbraio 2010.[collegamento interrotto]
  5. ^ (ES) Parques Nacionales de Colombia Organización Colparques, Casa de la Cultura Romulo Rozo, su colparques.50webs.com. URL consultato il 20 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2011).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geografia