Apri il menu principale

Chloropsis (zoologia)

(Reindirizzamento da Chloropseidae)

EtimologiaModifica

Il nome scientifico del genere, Chloropsis, deriva dall'unione delle parole greche χλωρος (khlōros, "verde") e οψις (opsis, "aspetto"), col significato di "dall'aspetto verde", in riferimento alla livrea della maggior parte delle specie.

DescrizioneModifica

Si tratta di uccelli di dimensioni medio-piccole (14-21 cm, coi maschi più grandi rispetto alle femmine), dall'aspetto simile a quello di uno storno o di un bulbul dai colori vivaci, muniti di becco conico e allungato, corpo robusto con ali arrotondate, coda dall'estremità squadrata e zampe forti.
Il piumaggio (molto delicato e che si stacca facilmente) è vivace e presenta quasi sempre dimorfismo sessuale, sempre dominato dal verde (talvolta con area ventrale sfumata di giallo) ma con presenza di mascherine nere e aree blu o violacee più o meno estese a seconda della specie, assenti comunque nelle femmine.

BiologiaModifica

Si tratta di uccelli tendenzialmente onnivori, che cercano il cibo (frutta, insetti, piccoli vertebrati, nettare nella canopia.
Il nido a coppa viene appeso alla punta del ramo di un albero: si tratta di uccelli monogami, con le femmine che costruiscono il nido e covano e i maschi che sorvegliano i dintorni e nutrono la compagna, aiutandola inoltre ad allevare la prole.

Distribuzione e habitatModifica

La maggior parte delle specie ascritte al genere è diffusa nelle foreste pluviali della penisola malese e nelle grandi Isole della Sonda, con numerosi endemismi insulari: non mancano specie diffuse alle Filippine, in Indocina e nel subcontinente indiano.

TassonomiaModifica

Al genere (facente parte di una famiglia monotipica) vengono ascritte undici specie[1]:

Famiglia Chloropseidae

In passato classificati con gli Irenidae, in realtà questi uccelli (pur essendo ad essi affini) ne sono abbastanza separati da formare un proprio clade, vicino anche ai Dicaeidae[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Chloropseidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 9 maggio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli