Apri il menu principale

DistribuzioneModifica

Vive nei fiumi di veneto e Italia settentrionale

DescrizioneModifica

Presenta un corpo affusolato e compresso ai fianchi; le labbra sono molto sviluppate e la bocca rivolta verso il basso gli permette la ricerca del cibo sul fondo. Le pinne dorsale e caudale sono molto sviluppate rendendola un'ottima nuotatrice anche contro corrente.
La livrea presenta fianchi argentei, ventre bianco-giallo e dorso grigio-verde.
Raggiunge, in vecchiaia, i 45 cm per 1 kg di peso, ma solitamente la si trova ad una taglia inferiore, di circa 25 cm.

RiproduzioneModifica

La riproduzione avviene tra aprile e maggio. Le uova sono deposte sul fondo, solamente di notte, nella parte superiore del corso degli affluenti. Dopo un'incubazione di una settimana, le uova si schiudono; gli avannotti hanno uno sviluppo molto lento.

AlimentazioneModifica

La savetta ha dieta onnivora, si ciba di alghe, resti vegetali, piccoli invertebrati uova e larve di insetti acquatici.

PescaModifica

Si cattura con la tecnica della passata, utilizzando come esca di solito dei bigattini. Vista la sua carne ricca di lische non è particolarmente apprezzata sulla tavola, anche se commestibile.

PericoliModifica

È minacciata dall'introduzione di specie alloctone più aggressive, che competono per il cibo e che si cibano degli avannotti, nonché dagli sbarramenti dei corsi d'acqua dovuti a dighe che impediscono le migrazioni riproduttive.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci