Chris Wood (attore)

attore statunitense
Chris Wood a luglio 2017

Christopher Charles Wood, noto come Chris Wood (Dublin, 14 aprile 1988), è un attore statunitense.

È conosciuto per il ruolo del malvagio Malachai/Kai Parker in The Vampire Diaries e nel rispettivo spin-off Legacies e per il ruolo di Mon-El in Supergirl (serie televisiva)

Dal 2020 ha ripreso il suo ruolo di Kai Parker nella serie spinoff di Legacies

BiografiaModifica

CarrieraModifica

Chris Wood ha frequentato la Dublin Jerome High School; in seguito si è laureato presso l'Elon University. È noto principalmente per i suoi ruoli televisivi. Dal 2013 prende parte ad alcuni episodi della seconda e ultima stagione della serie The CW The Carrie Diaries, ricoprendo il ruolo del giovane scrittore Adam Weaver fino al 2014. Il ruolo che gli fa guadagnare la notorietà lo ottiene recitando la parte del malvagio stregone Kai Parker nella sesta e nell'ottava stagione della serie The Vampire Diaries interpretando il personaggio dal 2014 al 2017.

Nel 2016 diventa uno dei protagonisti della serie Containment interpretando il ruolo dell'ufficiale di polizia Jake Riley; la serie viene però cancellata dopo una sola stagione.[1] Nello stesso anno, l'attore si unisce al cast principale della serie Supergirl, nel ruolo di Mon-El.[2]

Vita privataModifica

Nel 2019 ha annunciato il fidanzamento con l'attrice Melissa Benoist, collega nella serie Supergirl. La coppia si è sposata il 1º settembre 2019.[3]

FilmografiaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Chris Wood è stato doppiato da:

NoteModifica

  1. ^ Cordon, Chris Wood entra nel cast del nuovo progetto di Julie Plec, su serietivu.com, 26 febbraio 2015. URL consultato il 3 aprile 2015.
  2. ^ Supergirl: il capo di The CW difende il ritorno di Mon-El (Chris Wood), su ciakgeneration.it, 7 agosto 2017. URL consultato il 22 agosto 2017.
  3. ^ Supergirl: Chris Wood e Melissa Benoist sono marito e moglie!, su comingsoon.it, 4 settembre 2019. URL consultato il 5 settembre 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN474144783082460297891 · LCCN (ENno2015141957 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015141957