Apri il menu principale

Christian-Jaque

regista francese

Christian-Jaque, pseudonimo di Christian Maudet (Parigi, 4 settembre 1904Boulogne-Billancourt, 8 luglio 1994), è stato un regista francese, attivo dal 1932 al 1985.

BiografiaModifica

Dopo il diploma proseguì gli studi all'École nationale supérieure des beaux-arts e all'École nationale supérieure des arts décoratifs di Parigi. La sua carriera artistica si svolse a tappe intermedie, a iniziare dall'attività di scenografo svolta dal 1927, proseguendo con quella di aiuto-regista dal 1930 e successivamente da regista con una ventina di pochade all'attivo, quasi tutte interpretate dall'attore comico Fernandel[1].

Tra i film di successo di Christian-Jaque, due vennero presentati in concorso al Festival di Cannes, Lo spettro del passato nel 1946[2] e Fanfan la Tulipe nel 1952[3]. La filmografia di Christian-Jaque come regista parte dal 1932 con Le Bidon d'or fino al 1977 con La vie parisienne, per un totale di 6 cortometraggi, tre episodi e 59 lungometraggi. Dal 1968 al 1985 Christian-Jaque girò anche una sessantina di telefilm.

Christian-Jaque si sposò sei volte, una delle quali (dal 14 luglio 1954 al 1959) con l'attrice Martine Carol, che diresse in sei film. Christian-Jaque è stato insignito della Legion d'onore e nel 1985, del Premio César onorario; le sue spoglie riposano a Parigi nel cimitero di Père-Lachaise.

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

SupervisoreModifica

TelevisioneModifica

  • Le evasioni celebri:
    • L'evasione del Duca di Beaufort (1972)
    • Il giocatore di scacchi (1972) - anche sceneggiatura

RiconoscimentiModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Le Muse, De Agostini, Novara, 1965, Vol. III, pag.270
  2. ^ (EN) Official Selection 1946, festival-cannes.fr. URL consultato il 25-1-2011 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2015).
  3. ^ (EN) Official Selection 1952, festival-cannes.fr. URL consultato il 25-5-2011 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2013).
  4. ^ (FR) MAUDET dit CHRISTIAN JAQUE, Christian, Archives nationale - Ministère de la Culture et de la Communication - Bureau du Cabinet (1962-2000), p. 85

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14828105 · ISNI (EN0000 0003 6853 946X · LCCN (ENnb2001048835 · GND (DE123401127 · BNF (FRcb12255185h (data) · WorldCat Identities (ENnb2001-048835