Apri il menu principale

Christian T. Petersen

autore di giochi da tavolo statunitense

VitaModifica

Christian T. Petersen è nato negli Stati Uniti d'America, ma è cresciuto in Danimarca. Mentre studiava alle superiori fondò la Pegasus Spil Import, una compagina per l'importazione dei giochi dell'Avalon Hill in Scandinavia e la Games Weekend, la seconda convenzione di giochi della Danimarca.[1].

Nel 1991 tornò negli Stati Uniti per studiare economia presso St. Olaf College di Northfield in Minnesota[1].

Nel giugno 1995 fondò la Fantasy Flight Publishing allo scopo di importare negli Stati Uniti i fumetti europei, di cui era appassionato[1].. Il nome della ditta è un richiamo alla sua ditta precedente, essendoci già molte ditte sul mercato con il nome "Pegasi" decise di darle un nome che fosse comunque rappresentativo del cavallo alato[1].

Petersen preparò un business plan da 150.000 $ e negoziò i diritti di importazione per Lucky Luke, Spirou & Fantasio e Percevan, ma a causa della cattiva situazione economica del mercato fumettistico della metà degli anni novanta non riuscì a trovare degli investitori e iniziò quindi importando fumetti più popolari negli Stati Uniti, come Asterix e Le avventure di Tintin[1].

Oltre a questa attività di importazione iniziò a sviluppare un wargame di fantascienza, Twilight Imperium, che segnò l'ingresso nel 1997 della Fantasy Flight nel mercato dei giochi da tavolo. Per l'inizio del 1998 la ditta abbandonò del tutto i fumetti concentrandosi sui giochi da tavolo, divenendo nota come Fantasy Flight Games[2].

Appassionato del gioco di ruolo Il richiamo di Cthulhu ottenne una licenza dalla Chaosium per produrre dei supplementi e tra il 1997 e il 1998 scrisse, con Darrell Hardy, una serie di avventure (Long Shades, Hollow Winds e Deep Secrets) ambientate nel mondo moderno[2].

Nel 2003 pubblica il gioco da tavolo Il Trono di Spade, sviluppato con Kevin Wilson e basato sul ciclo fantasy Cronache del ghiaccio e del fuoco. Il gioco ottiene un buon successo per l'innovativa combinazione di meccaniche dei euro e statunitensi e a questo segue sempre con la collaborazione di Wilson, Doom: Il gioco da tavolo.[3].

Nel 2014 accetta la fusione della Fantasy Flight Games con la Asmodée Éditions[4], rimanendo come ceo della divisione statunitense (Asmodee North America) fino all'estate 2018[5]

GiochiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Appelcline 2014, p. 295.
  2. ^ a b Appelcline 2014, p. 296.
  3. ^ Appelcline 2014, pp. 299 e 305.
  4. ^ (EN) David M. Ewalt, Fantasy Flight Games Merging With Asmodee, in Forbes Magazine, 17 novembre 2014. URL consultato il 28 aprile 2015.
  5. ^ (EN) Milton Griepp, The other shoe drops: Asmodee North America begins major restructuring, in ICv2, 30 luglio 2018. URL consultato il 31 luglio 2018.

BibliografiaModifica

  • (EN) Shannon Appelcline, Designers & Dragons: The '00s, vol. 1, 2ª ed., Evil Hat Productions, 2014, ISBN 978-1-61317-075-5.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN313472238 · LCCN (ENno2015113144 · GND (DE1066325464 · WorldCat Identities (ENno2015-113144