Apri il menu principale

Christian Ziege

allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore tedesco
Christian Ziege
Christian Ziege.jpg
Nazionalità Germania Germania
Altezza 186 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore o centrocampista)
Squadra Ratchaburi M.P.
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
1978-1981FC Südstern 08 Berlin
1981-1985TSV Rudow Berlin
1985-1990Hertha Zehlendorf
Squadre di club1
1990-1997Bayern Monaco185 (38)
1997-1999Milan39 (4)
1999-2000Middlesbrough29 (6)
2000-2001Liverpool16 (1)
2001-2004Tottenham47 (7)
2004-2005Borussia Mönchengladbach13 (0)
Nazionale
1991-1993Germania Germania U-2112 (3)
1992Germania Germania olimpica1 (0)
1993-2004Germania Germania72 (9)
Carriera da allenatore
2006-2007Borussia MönchengladbachU-17
2008Borussia MönchengladbachInterim
2008Borussia MönchengladbachVice
2010Arminia Bielefeld
2011Germania Germania U-19
2011-2012Germania Germania U-18
2012-2013Germania Germania U-19
2013-2014Germania Germania U-18
2014-2015Unterhaching
2015-2017Atlético Baleares
2017-2019Ratchaburi M.P.
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Inghilterra 1996
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Giappone-Corea 2002
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 dicembre 2017

Christian Ziege (Berlino, 1º febbraio 1972) è un allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore tedesco.

BiografiaModifica

Ha 3 figli e hanno tutti nomi italiani: Alessandro (anche lui calciatore),[1] Maria e Caterina.[1][2]

Caratteristiche tecnicheModifica

Giocava come terzino sinistro, all'occorrenza adattabile come esterno a centrocampo;[2][3] con Alberto Zaccheroni al Milan ha anche giocato da ala sinistra.[2][4] Era bravo a battere le punizioni.[5]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Ha giocato nelle giovanili dell'Hertha Zehlendorf, per poi passare nel 1990 al con Bayern Monaco. Con i bavaresi diventa titolare sin dalla seconda stagione e ha vinto numerosi trofei tra campionati, coppe nazionali e internazionali (nel caso specifico la Coppa UEFA del 1995-1996).

Nel 1997 passa al Milan per 10 miliardi di lire,[6] che per averlo lo ha strappato alla concorrenza della Juventus.[2] Nella prima stagione le sue prestazioni, dopo un inizio positivo, vanno pian piano peggiorando.[3] La stagione successiva Ziege con i rossoneri ha vinto lo scudetto, pur disputando poche gare da titolare in quanto il suo ruolo era occupato da Paolo Maldini.[2]

Non rientrando più nei piani della società milanese,[2] dopo la vittoria dello scudetto, viene ceduto al Middlesbrough;[2] dopo aver giocato per il Boro è stata acquistato dal Liverpool, con cui ha vinto un'altra Coppa UEFA nel 2000-2001. Nonostante la vittoria di un altro trofeo, Ziege ha vissuto un'annata complicata a causa di molteplici problemi al ginocchio e con l'allenatore dei Reds Gerard Houllier[7] (tanto che in seguito Ziege arriverà a dichiarare che la sua scelta di andare a Liverpool è stata sbagliata).[7] Per queste ragioni dopo un anno è stato ceduto al Tottenham,[8] in cui ha militato per un triennio ben figurando (nonostante i problemi fisici continuassero a perseguitarlo)[9] prima di tornare in patria al Borussia Mönchengladbach, club con cui ha chiuso la sua carriera nel 2005.

NazionaleModifica

Fra il 1993 e il 2004 ha disputato 72 partite e segnato 9 reti con la Nazionale tedesca, con cui ha vinto il campionato d'Europa 1996 e raggiunto il secondo posto al campionato del mondo 2002; Oltre a queste 2 manifestazioni ha disputato anche i Mondiali del 1998 e gli Europei del 2000 e del 2004 (a quest'ultima ha partecipato solo a causa dell'infortunio di Christian Rahn).[10]

Delle sue 9 reti con la Mannschaft solo 1 è arrivata nelle manifestazioni da lui giocate, in occasione della prima sfida della sua squadra a Euro '96 contro la Repubblica Ceca (poi riaffrontata dai tedeschi in finale) segnando il provvisorio 1-0 (i tedeschi vinceranno la gara per 2-0).[3][11] Da segnalare un suo hat-trick in una sfida di qualificazione a Euro 2000 contro l'Irlanda del Nord vinta per 4-0.[12][13]

Allenatore e dirigenteModifica

Il 1º luglio 2006 diventa allenatore del Borussia Mönchengladbach Under-17. L'8 marzo 2007 viene nominato direttore generale del club ed è stato artefice, insieme con l'allenatore Jos Luhukay, del ritorno del Borussia in Bundesliga. La stagione successiva è iniziata nel peggiore dei modi per il Gladbach e il 5 ottobre 2008 il tecnico olandese è stato esonerato. Da quel momento Ziege ha assunto l'incarico di allenatore ad interim, nella cui veste ha ottenuto un pareggio esterno per 2-2 sul campo del Bochum, poi il 18 ottobre 2007 lascia il ruolo di allenatore e di direttore per diventare il vice allenatore del nuovo tecnico Hans Meyer.[14] Lascia definitivamente il Mönchengladbach il 15 dicembre 2008.

Il 27 maggio 2010 è stato nominato nuovo tecnico dell'Arminia Bielefeld.[15] Il 6 novembre dopo 11 giornate di campionato tra cui 9 sconfitte viene esonerato.[16]

Il 17 maggio 2011 diventa Commissario Tecnico della Nazionale di calcio della Germania Under-19, lascia il 30 giugno 2011 per poi passare alla guida della Nazionale di calcio della Germania Under-18 dal 1º luglio 2011 al 30 giugno 2012. Dal 1º luglio 2012 è tornato a ricoprire il ruolo di Ct della Nazionale di calcio della Germania Under-19, fino al 30 giugno 2013. Il 1º luglio 2013 è alla guida della Nazionale di calcio della Germania Under-18.

Lascia il 20 marzo 2014, per passare alla guida dell'Unterhaching. Si è dimesso dalla guida del club un anno e pochi giorni dopo in quanto si è dimesso il 25 marzo 2015.[17]

Il 30 novembre 2015 ha firmato per l'Atlético Baleares.[18] Il 15 marzo 2017 lascia il club.

Il 26 dicembre 2017 va ad allenare in Thailandia firmando per il Ratchaburi Mitr Phol.[18][19] Il 25 marzo 2019 il club thailandese annuncia la sua sostituzione con l'ex compagno del Milan Marco Simone.[20]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-6-1993 Washington Germania   3 – 3   Brasile USA Cup -   74’
13-6-1993 Chicago Stati Uniti   3 – 4   Germania USA Cup -
19-6-1993 Detroit Germania   2 – 1   Inghilterra USA Cup -
22-9-1993 Tunisi Tunisia   1 – 1   Germania Amichevole -
13-10-1993 Karlsruhe Germania   5 – 0   Uruguay Amichevole -
18-12-1993 Palo Alto Stati Uniti   0 – 3   Germania Amichevole -   46’
22-12-1993 Città del Messico Messico   0 – 0   Germania Amichevole -   64’
26-4-1995 Düsseldorf Germania   1 – 1   Galles Qual. Euro 1996 -   86’
21-6-1995 Norimberga Germania   2 – 0   Italia Amichevole -
23-6-1995 Berna Svizzera   1 – 2   Germania Amichevole -
6-9-1995 Norimberga Germania   4 – 1   Georgia Qual. Euro 1996 1   62’
8-10-1995 Leverkusen Germania   6 – 1   Moldavia Qual. Euro 1996 -
11-10-1995 Cardiff Galles   1 – 2   Germania Qual. Euro 1996 -   76’
21-2-1996 Porto Portogallo   1 – 2   Germania Amichevole -   46’
27-3-1996 Monaco di Baviera Germania   2 – 0   Danimarca Amichevole -
24-4-1996 Rotterdam Paesi Bassi   0 – 1   Germania Amichevole -
29-5-1996 Belfast Irlanda del Nord   1 – 1   Germania Amichevole -     46’
1-6-1996 Stoccarda Germania   0 – 1   Francia Amichevole -   83’
4-6-1996 Mannheim Germania   9 – 1   Liechtenstein Amichevole 1   76’
9-6-1996 Manchester Germania   2 – 0   Rep. Ceca Euro 1996 - 1º turno 1   13’
16-6-1996 Manchester Germania   3 – 0   Russia Euro 1996 - 1º turno -
19-6-1996 Manchester Italia   0 – 0   Germania Euro 1996 - 1º turno -
23-6-1996 Manchester Croazia   1 – 2   Germania Euro 1996 - Quarti di finale -
26-6-1996 Londra Inghilterra   1 – 1 dts
(5 – 6 dcr)
  Germania Euro 1996 - Semifinale -
30-6-1996 Londra Germania   2 – 1 gg   Rep. Ceca Euro 1996 - Finale -   91’
4-9-1996 Zabrze Polonia   0 – 2   Germania Qual. Mondiali 1998 -   46’
14-12-1996 Porto Portogallo   0 – 0   Germania Qual. Mondiali 1998 -   61’
26-2-1997 Tel-Aviv Israele   0 – 1   Germania Amichevole -
2-4-1997 Scutari Albania   2 – 3   Germania Qual. Mondiali 1998 -
30-4-1997 Brema Germania   2 – 0   Ucraina Qual. Mondiali 1998 -
7-6-1997 Kiev Ucraina   0 – 0   Germania Qual. Mondiali 1998 -
20-8-1997 Belfast Irlanda del Nord   1 – 3   Germania Qual. Mondiali 1998 -
6-9-1997 Berlino Germania   1 – 1   Portogallo Qual. Mondiali 1998 -   16’
15-11-1997 Düsseldorf Germania   3 – 0   Sudafrica Amichevole -   46’
25-3-1998 Stoccarda Germania   1 – 2   Brasile Amichevole -   6’   67’
30-5-1998 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Colombia Amichevole -
5-6-1998 Mannheim Germania   7 – 0   Lussemburgo Amichevole 1
15-6-1998 Parigi Germania   2 – 0   Stati Uniti Mondiali 1998 - 1º turno -   68’
21-6-1998 Lens Germania   2 – 2   Jugoslavia Mondiali 1998 - 1º turno -   67’
25-6-1998 Montpellier Germania   2 – 0   Iran Mondiali 1998 - 1º turno -   76’
29-6-1998 Montpellier Germania   2 – 1   Messico Mondiali 1998 - Ottavi di finale -   38’
4-9-1999 Helsinki Finlandia   1 – 2   Germania Qual. Euro 2000 -
8-9-1999 Dortmund Germania   4 – 0   Irlanda del Nord Qual. Euro 2000 3   42’
9-10-1999 Monaco Germania   0 – 0   Turchia Qual. Euro 2000 -   76’
14-11-1999 Oslo Norvegia   0 – 1   Germania Amichevole -
23-2-2000 Amsterdam Paesi Bassi   2 – 1   Germania Amichevole 1
29-3-2000 Zagabria Croazia   1 – 1   Germania Amichevole -   88’
26-4-2000 Kaiserslautern Germania   1 – 1   Svizzera Amichevole -   20’
3-6-2000 Norimberga Germania   3 – 2   Rep. Ceca Amichevole -
7-6-2000 Friburgo Germania   8 – 2   Liechtenstein Amichevole -   46’
12-6-2000 Liegi Germania   1 – 1   Romania Euro 2000 - 1º turno -   78’
17-6-2000 Charleroi Inghilterra   1 – 0   Germania Euro 2000 - 1º turno -
7-10-2000 Londra Inghilterra   0 – 1   Germania Qual. Mondiali 2002 -   87’
15-11-2000 Copenaghen Danimarca   2 – 1   Germania Amichevole -   88’
27-2-2001 Saint-Denis Francia   1 – 0   Germania Amichevole -   90’
28-3-2001 Amarousio Grecia   2 – 4   Germania Qual. Mondiali 2002 -
29-5-2001 Brema Germania   2 – 0   Slovacchia Amichevole -   79’
2-6-2001 Helsinki Finlandia   2 – 2   Germania Qual. Mondiali 2002 -   69’
6-6-2001 Tirana Albania   0 – 2   Germania Qual. Mondiali 2002 -   16’
15-8-2001 Budapest Ungheria   2 – 5   Germania Amichevole -   85’
6-10-2001 Gelsenkirchen Germania   0 – 0   Finlandia Qual. Mondiali 2002 -
10-11-2001 Kiev Ucraina   1 – 1   Germania Qual. Mondiali 2002 -   85’
14-11-2001 Dortmund Germania   4 – 1   Ucraina Qual. Mondiali 2002 -
27-3-2002 Rostock Germania   4 – 2   Stati Uniti Amichevole 1 cap.   61’
14-5-2002 Cardiff Galles   1 – 0   Germania Amichevole -   63’
18-5-2002 Leverkusen Germania   6 – 2   Austria Amichevole -   15’   46’
1-6-2002 Sapporo Germania   8 – 0   Arabia Saudita Mondiali 2002 - 1º turno -   43’
5-6-2002 Kashima Germania   1 – 1   Irlanda Mondiali 2002 - 1º turno -
11-6-2002 Shizuoka Camerun   0 – 2   Germania Mondiali 2002 - 1º turno -   72’
21-6-2002 Ulsan Germania   1 – 0   Stati Uniti Mondiali 2002 - Quarti di finale -
30-6-2002 Yokohama Germania   0 – 2   Brasile Mondiali 2002 - Finale -   84’
27-5-2004 Friburgo Germania   7 – 0   Malta Amichevole -   69’
Totale Presenze 72 Reti 9

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Bayern Monaco: 1993-1994, 1996-1997
Bayern Monaco: 1996-1997
Milan: 1998-1999
Liverpool: 2000-2001
Liverpool: 2000-2001

Competizioni internazionaliModifica

Bayern Monaco: 1995-1996
Liverpool: 2000-2001

NazionaleModifica

1996

NoteModifica

  1. ^ a b Alessandro Ziege - Profilo giocatore 18/19, su www.transfermarkt.it. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  2. ^ a b c d e f g ESCLUSIVA TMW - Ziege: "La mia Italia fra il Trap e il Milan. Riparto dalle Baleari" - TUTTOmercatoWEB.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  3. ^ a b c Ziege, quando si dice cognomen omen - TUTTOmercatoWEB.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  4. ^ Masala Andrea, Ziege, il rinforzo a sorpresa del Milan, su archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  5. ^ Football: England must be Gladiators and put them to the sword HOW THEY LINE UP; ENGLAND v GERMANY AT WEMBLEY, TODAY, 3P SAYS TONY ADAMS. - Free Online Library, su www.thefreelibrary.com. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  6. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 14 (1997-1998), Panini, 6 agosto 2012, p. 10.
  7. ^ a b (EN) Moving to Liverpool was the wrong decision for me, admits Christian Ziege, su Squawka Football News. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  8. ^ (EN) Ziege gets his Spurs, in The Guardian, 20 luglio 2001. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  9. ^ (EN) Pleat delight for Ziege, su Tottenham Hotspur. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) Germany call up Ziege, 27 maggio 2004. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  11. ^ (EN) Czech Republic national football team lost to Germany 0:2, 9 June 1996, su eu-football.info. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  12. ^ (EN) Germany national football team defeated Northern Ireland 4:0, 8 September 1999, su eu-football.info. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  13. ^ (EN) Football: Ziege hits three for Germany, su The Independent, 9 settembre 1999. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  14. ^ Yahoo Sport, su it.eurosport.yahoo.com.
  15. ^ Ufficiale: Arminia Bielefeld, Ziege nuovo tecnico, tuttomercatoweb.com, 27 maggio 2010.
  16. ^ Ziege muss Bielefeld verlassen, spiegel.de, 6 november 2006.
  17. ^ (DE) Christoph Leischwitz, Der Retter hat keine Lust mehr, in sueddeutsche.de, 2015. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  18. ^ a b (EN) Liam Togher, Where Are They Now?: Christian Ziege, su Friends Of Liverpool, 20 gennaio 2018. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  19. ^ (EN) Ratchaburi appoint Ziege as head coach, su ESPN.com, 27 dicembre 2017. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  20. ^ Estero: Marco Simone è il nuovo tecnico del Ratchaburi, l’ex Milan dalla Tunisia alla Thailandia, su mediagol.it, 25 marzo 2019. URL consultato il 1º luglio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica