Christopher Lloyd

attore statunitense
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo sceneggiatore, vedi Christopher Lloyd (sceneggiatore).

Christopher Allen Lloyd (Stamford, 22 ottobre 1938) è un attore statunitense.

Christopher Lloyd al Phoenix Comicon nel 2015

Dopo aver cominciato a recitare in teatro sul finire degli anni sessanta, esordì al cinema in Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975), diretto da Miloš Forman. Fu scritturato per il ruolo di Jim Ignatowski nella serie televisiva Taxi, che interpretò tra il 1978 ed il 1983, che gli fece vincere due Emmy Award. Dopo alcuni ruoli cinematografici secondari, interpretò Emmett "Doc" Brown, il co-protagonista della trilogia di Ritorno al futuro (1985, 1989 e 1990), al fianco di Michael J. Fox. Nel 1984, recitò in Star Trek III - Alla ricerca di Spock e nel 1988, prese parte a Chi ha incastrato Roger Rabbit, nel ruolo del giudice Morton, l'antagonista principale del film. Nel 1991 e nel 1993 interpretò il ruolo di Zio Fester ne La famiglia Addams e nel suo sequel.

Nel corso degli anni, tornò molte volte a recitare in teatro, interpretando oltre duecento spettacoli, molti dei quali a Broadway.

BiografiaModifica

I primi anniModifica

 
Christopher Lloyd nel 1955

Nacque il 22 ottobre 1938 a Stamford, nel Connecticut, in una famiglia di origini inglesi, gallesi e francesi.[1] Figlio di Ruth Lapham (1896–1984), cantante e sorella del futuro sindaco di San Francisco, Roger Lapham, e di Samuel R. Lloyd Jr., avvocato. Egli era il più giovane dei sette figli avuti dalla coppia, uno dei quali Samuel Lloyd, fu anch'egli attore tra gli anni cinquanta e sessanta.[2] Il nonno materno di Cristopher, Lewis Henry Lapham, era uno dei fondatori della compagnia petrolifera Texaco,[3] ed era anche discendente di diversi passeggeri della Mayflower, incluso John Howland.[4] Lloyd crebbe a Westport, nel Connecticut, dove frequentò la Staples High School e dove iniziò a recitare nella compagnia teatrale del college, gli Staples Players.[5]

CarrieraModifica

Iniziò la carriera nei teatri estivi di Mount Kisco, a New York, ed a Hyannis, nel Massachusetts. Recitò a New York all'età di 19 anni frequentando la Neighborhood Playhouse School of the Theatre con compagno di studi Sanford Meisner[2] e fece la propria prima apparizione di rilievo nella piéce E misero le manette ai fiori di Fernando Arrabal.[2]

 
Lloyd al Fort Lauderdale Film Festival, nel novembre del 2015

Il suo debutto a Broadway fu con la commedia Red, White and Maddox (1969), e poi si guadagnò un ruolo in Sogno di una notte di mezz'estate, Kaspar (febbraio 1973),[6] The Harlot and the Hunted, The Seagull (gennaio 1974),[7] Total Eclipse (febbraio 1974),[8] in Macbeth, In the Boom Boom Room, Cracks, Professional Resident Company, What Every Woman Knows, The Father, Re Lear, Power Failure e, a metà del 1972, apparve nell'Orfeo di Jean Cocteau al Jean Cocteau Theater presso 43 Bond Street.[9]

Tornò a Broadway col musical Happy End.[2] Interpretò un ruolo ne Il posseduto di Dostoyevsky nell'adattamento di Andrzej Wajda presso il Yale Repertory Theater,[10] e nella premiere di White Pelican di Jay Broad a Long Island.[11]

Il suo primo ruolo importante in una produzione hollywoodiana fu nel film di Miloš Forman Qualcuno volò sul nido del cuculo, nella parte di un paziente dell'istituto psichiatrico. Successivamente ottenne un ruolo anche nella celebre sit-com televisiva Taxi e poi quello del geniale scienziato Emmett "Doc" Brown nella trilogia di Ritorno al futuro (1985, 1989, 1990) e nella relativa serie animata. Ha poi interpretato il ruolo dello Zio Fester nei film La famiglia Addams (1991) e La famiglia Addams 2 (1993). Ha avuto anche una parte nel film Chi ha incastrato Roger Rabbit, vincitore di numerosi Oscar, nei panni del pazzo giudice Morton. Viene inoltre ricordato per la sua interpretazione del villain Comandante Klingon Kruge in Star Trek III - Alla ricerca di Spock (1984). È anche apparso come protagonista del videogioco per PC Toonstruck.

Lloyd è apparso nell'episodio Le facce buffe del telefilm Malcolm, oltre che in ambedue le parti dell'episodio Il ritratto della serie Cin cin e a tre di apparizioni del telefilm Tremors, negli ormai collaudati panni di un ex scienziato. Ha interpretato il personaggio di "Harold March", un eccentrico ex scienziato in pensione, in Una pupa in libreria; è apparso nel decimo episodio della terza stagione della serie televisiva Fringe, nel ruolo di un ex-musicista, rinchiuso in una casa di riposo; ha altresì partecipato all'episodio 17 della settima stagione della serie televisiva Law & Order - Criminal Intent.

Vita privataModifica

Si è sposato cinque volte: prima con Catherine Boyd dal 1959 al 1971; poi con l'attrice Kay Tornborg dal 1974 al 1987; poi dal 1988 al 1991 con Carol Vanek; dal 1992 al 2005 con la sceneggiatrice Jane Walker Wood; nel 2016 con l'italoamericana Lisa Loiacono, sua agente immobiliare di fiducia che nel 2012 si era occupata della vendita della sua casa a Montecito, in California.

Ha avuto un nipote, Sam Lloyd, anch'egli l'attore, morto nel 2020 per un tumore ai polmoni.

FilmografiaModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

VideoclipModifica

DoppiatoreModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Christopher Lloyd è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Christopher Lloyd, su ethnicelebs.com, 28 aprile 2014. URL consultato il 10 novembre 2000.
  2. ^ a b c d Frank Lovece, Christopher Lloyd Is as Mysterious as Character, United Media via The Daily News (Bowling Green, Kentucky), 2 dicembre 1991.
  3. ^ Lewis H. Lapham, Financier, 76, Dies; Retired Leather Merchant Was a Founder of Texas Corporation, an Oil Concern, in The New York Times, 11 giugno 1934. URL consultato il 28 febbraio 2020.
    «The near relatives who survive [include] ... two daughters, Mrs. Elinor Ford of Washington, D.C.., and Mrs. Samuel Lloyd of Stamford, Conn., and two sons [including] Roger D. Lapham of San Francisco, president of the American Hawaiian Steamship Company....».
  4. ^ Meet John Howland, a lucky Pilgrim who populated America, The Japan Times, 27 novembre 2015. URL consultato il 26 settembre 2016.
  5. ^ (EN) Christopher Lloyd, su 06880. URL consultato l'8 novembre 2019.
  6. ^ Clive Barnes, Theater: Handke's 'Kaspar' Is Staged in Brooklyn, in The New York Times, 16 febbraio 1973. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  7. ^ Clive Barnes, Theater: Good 'Seagull'; Chekhov Play Staged by the Roundabout, in The New York Times, 24 gennaio 1974. URL consultato il 22 ottobre 2013. Abstract. Full article via subscription or fee.
  8. ^ Clive Barnes, Stage: 'Total Eclipse' by the Chelsea, in The New York Times, 25 febbraio 1974. URL consultato il 28 febbraio 2020..
  9. ^ Gilbert (a cura di), In and Around Town: Theater > Off and Off-Off Broadway > Current, in New York, 14 agosto 1972, p. 13.
  10. ^ Mel Gussow, Stage: 'The Possessed,' Clear Vision of Torment, in The New York Times, 12 ottobre 1974. URL consultato il 22 ottobre 2013..
  11. ^ Barbara Delatiner, New Lines, Old Trouper, in The New York Times, 25 aprile 1976. URL consultato il 22 ottobre 2013. Abstract. Full article via subscription or fee.
  12. ^ Nella serie animata Lloyd compare nei segmenti live-action
  13. ^ Christopher Lloyd a caccia di DeLorean in un progetto televisivo, su badtaste.it, 2 marzo 2021. URL consultato il 2 marzo 2021.
  14. ^ L'attore compare nelle sequenze live-action

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN119544974 · ISNI (EN0000 0001 0860 3576 · LCCN (ENn92047017 · GND (DE123903998 · BNF (FRcb14002533j (data) · BNE (ESXX1266207 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n92047017