Ci si arrende

Ci si arrende
Ci si arrende screenshot.JPG
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaZucchero Fornaciari
FeaturingMark Knopfler
Tipo albumSingolo
Pubblicazione6 gennaio 2017
Durata3:58
Album di provenienzaBlack Cat
GenerePop
EtichettaUniversal
ProduttoreDon Was, Zucchero
Zucchero Fornaciari - cronologia
Singolo precedente
(2016)
Singolo successivo
(2017)

Ci si arrende è un singolo del cantautore italiano Zucchero Fornaciari, il quarto estratto per il mercato italiano ed il secondo estratto (nella sua versione inglese) per il mercato inglese dal tredicesimo album in studio Black Cat e pubblicato il 6 gennaio 2017 in Italia[1] ed il 7 novembre 2016 nel Regno Unito[2].

DescrizioneModifica

Si tratta di una classica ballata che vede la partecipazione alla chitarra resofonica di Mark Knopfler, frontman dei Dire Straits. Il testo si avvicina alle tematiche affrontate nel concept album Chocabeck. Zucchero si immagina di ritrovare Marzia, il suo primo "amore di campagna", e di confessarle che è impossibile provare ancora quei sentimenti perché non si è più così genuini come da ragazzi e che bisogna arrendersi al fatto che quella purezza è scomparsa e non potrà più tornare.

Streets of Surrender (S.O.S.)Modifica

Per il brano è stata incisa anche una versione in lingua inglese, intitolata Streets of Surrender (S.O.S.) e che ha visto anche la partecipazione di Bono, cantante degli U2.[3] In seguito all'invito da parte del musicista irlandese a Zucchero affinché quest'ultimo duettasse con lui in una delle due tappe italiane dell'Innocence + Experience Tour degli U2, Zucchero ha colto l'occasione per proporre a Bono un testo sulla melodia da lui composta. Bono ha accettato realizzando un brano contro l'odio ed il terrorismo, all'indomani degli attentati di Parigi. Il brano è stato estratto come singolo per il mercato internazionale in data 7 novembre 2016.

Video musicaleModifica

Nel videoclip, quelli che sembrano essere i protagonisti del videoclip del brano È delicato del 2006, si ritrovano sulle rive del Delta del Po in un pomeriggio soleggiato, mentre Zucchero, nel saloon dove aveva interpretato il video di Partigiano reggiano, rievoca il suo ricordo tramite la canzone.

ClassificheModifica

Classifiche settimanaliModifica

Classifica (2016) Posizione
massima
Russia (airplay)[4] 368
Classifica (2017) Posizione
massima
Italia (airplay)[5] 34

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (2017) Posizione
Italia (airplay italiana)[6] 72
Italia (airplay TV)[6] 62

NoteModifica

  1. ^ ZUCCHERO: IL NUOVO SINGOLO È "CI SI ARRENDE" FEAT. MARK KNOPFLER, Radio Italia. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  2. ^ [ZUCCHERO] Streets of Surrender promo UK, Funky gallo.it. URL consultato il 26 dicembre 2019.
  3. ^ ZUCCHERO Canta L'inno Alla Libertà Di BONO: Ecco "S.O.S. Street Of Surrender", su allmusicitalia.it. URL consultato il 24 marzo 2016.
  4. ^ Zucchero - Streets of surrender, su tophit.ru. URL consultato il 26 dicembre 2019.
  5. ^ EARONE AIRPLAY RADIO Settimana #2 (dal 6-01-2017 al 12-01-2017), EarOne. URL consultato il 26 dicembre 2019.
  6. ^ a b AIRPLAY TOP 100 OF THE YEAR 2017, EarOne. URL consultato il 26 dicembre 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica