Ciao ma'...

film del 1988 diretto da Giandomenico Curi
Ciao ma'...
Ciao Ma'.JPG
Titoli di testa del film
Paese di produzioneItalia
Anno1988
Durata88 min
Generecommedia
RegiaGiandomenico Curi
SoggettoRoberto D'Agostino, Fiorenzo Senese
SceneggiaturaRoberto D'Agostino, Fiorenzo Senese
ProduttoreAugusto Caminito
Produttore esecutivoFrancesco Casati
Casa di produzioneScena Film Production, Reteitalia
Distribuzione in italianoMedusa Distribuzione
FotografiaGiuseppe Bernardini
MontaggioLuigi Zitta
MusicheVasco Rossi
ScenografiaFranco Velchi
CostumiMichela Gisotti
TruccoSilvana Petri
Interpreti e personaggi

Ciao ma'... è un film musicarello italiano del 1988, diretto da Giandomenico Curi.

Il film è stato ideato per cavalcare l'onda del successo commerciale ottenuto dall'album C'è chi dice no di Vasco Rossi, uscito l'anno prima. Vi vengono utilizzati spezzoni di Vasco Rossi Live '87, del regista Nicola Metta, uscita nel 1988 e registrazioni live tratte dal C'è Chi Dice No Tour.

TramaModifica

Roma, giugno 1987. È il giorno del concerto di Vasco Rossi al Palazzo dello Sport e un gruppo di adolescenti si gode con spensieratezza l'inizio delle vacanze estive.

Paolo è disposto a tutto pur di riuscire ad incontrare la rockstar emiliana. Tenta la sorte prima rubando il pass di accesso alla conferenza stampa, poi fingendosi facchino e tecnico del suono. Riesce infine, ad intrufolarsi nel camerino di Vasco Rossi, ma viene scoperto dalla security che per precauzione lo rinchiude in infermeria. Riesce a scappare solo alla fine del concerto.

Roberta è una ragazza timida ed innocente, alle prese con i primi amori. I suoi sogni sembrano avverarsi, quando finalmente viene invitata al concerto da Cristiano, il ragazzo della quale è innamorata. Tuttavia anche Gloria è attratta da Cristiano e invidiosa dell'occasione che il destino ha riservato all'amica, architetta un piano per metterla fuori dai giochi. A seguito di una bugia raccontata alla madre di Roberta, quest'ultima viene messa ingiustamente in punizione. Decisa a non arrendersi però, la giovane scappa di casa. Giunta al concerto, trova Gloria e Cristiano abbracciati, ma dopo essersi resa conto della falsità dell'amica e della poca serietà del ragazzo, manderà a quel paese entrambi.

Cinzia è una commessa antipatica e viziata, che tratta con arroganza i clienti del negozio in cui lavora. È convinta di essere molto apprezzata dai ragazzi, ma a poche ore dal concerto non ha ancora trovato nessuno che la accompagna. Riesce a rimediare in extremis, facendosi invitare da Popi, un ragazzo imbranato e mammone che però abbandona, a pochi minuti dall'inizio dello spettacolo, esasperata dalla sua goffaggine. Alla fine del concerto i due si rincontrano: il ragazzo ha preso fiducia in sé stesso, ha conosciuto un'altra ragazza e la ringrazia ironicamente per la serata.

Nico è il tipico coatto, amante del fitness e delle moto da corsa. Con la complicità del suo amico Gepy, riesce a "cuccare" due belle ragazze da portare al concerto. Sul più bello però, si rende conto che qualcuno gli ha svuotato il serbatoio dell'olio e dovrà dire addio ai suoi piani con la bella Susy.

Massimo viene incaricato dal fratello Nico di "scaricare" la sua fidanzata Patrizia. Massimo, che è caratterialmente l'opposto del fratello, si sente in dovere di consolare la ragazza. Decide quindi di accompagnarla al concerto, nonostante la sua passione per la musica classica.

Finito il concerto, Paolo incontra Roberta in lacrime e tra i due nasce una simpatia. Nico, costretto a tornare a casa in metro, conosce Cinzia. Cristiano e Gloria, impassibili di fronte al dolore di Roberta, proseguono con indifferenza la loro storia. Tra Massimo e Patrizia invece, sembra essere scoccato l'amore.

Colonna sonoraModifica

Alcuni dei brani musicali presenti nel film sono:

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica