Apri il menu principale
Cimitero della Villetta
Cimitero della Villetta (Parma) - ingresso 1 2019-06-25.jpg
Ingresso
Tipocivile
Confessione religiosamista
Stato attualein uso
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàParma
Costruzione
Periodo costruzione1817 - 1819
Data apertura1817
ArchitettoGiuseppe Cocconcelli
Tombe famosePadre Lino Maupas, Niccolò Paganini, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Giuseppe Cenni, Ildebrando Pizzetti, Pietro Barilla, Attilio Bertolucci, Alceste De Ambris
Mappa di localizzazione

Coordinate: 44°47′23.98″N 10°18′45.28″E / 44.789994°N 10.312578°E44.789994; 10.312578

Il cimitero della Villetta si trova a Parma lungo l'omonimo viale, nei pressi di barriera Bixio.

StoriaModifica

In seguito all'editto napoleonico di Saint Cloud del 12 giugno 1804 che proibiva le sepolture nelle chiese edificate all'interno delle mura urbane, sorse la necessità di edificare un cimitero per la città di Parma. Per questo la duchessa Maria Luigia incaricò del progetto l'architetto di Corte Giuseppe Cocconcelli, che lo realizzò nel 1817.

Deriva il suo nome, dal fatto che fu costruito nei pressi della casermetta, appartenente al corpo delle guardie cittadine, denominata appunto la Villetta.

DescrizioneModifica

 
Cappella di San Gregorio Magno

Il cimitero si sviluppa su una pianta ottagonale, con quattro lati opposti maggiori e quattro minori, assegnati alle rappresentanze sociali dell'epoca della costruzione.

Il suo interno è suddiviso in quattro grandi campi destinati alle sepolture comuni, contornati da un porticato, che culmina nella cappella neoclassica, edificata del 1819 e dedicata a san Gregorio Magno.[1]

Il viale principale e le tombe monumentaliModifica

 
Viale centrale

Lungo il viale principale situato nel corpo centrale del cimitero, sono collocate le tombe e le cappelle di famiglia, edificate a partire dal XIX secolo fino alla prima metà del XX secolo. Si tratta della parte storico-monumentale, dove riposano diverse personalità della città di Parma, artisti, musicisti, letterati, poeti, chierici, militari, politici, famiglie aristocratiche e imprenditori.

Campo San PellegrinoModifica

Intorno alla metà degli anni '70, nell'area sud, è stato costruito un ulteriore reparto cimiteriale a pianta quadrata, destinata alle sepolture in loculi o avelli a muro, e per le cellette delle urne cinerarie. All'ingresso del campo di San Pellegrino si trova la tomba di famiglia dell'attrice Paola Borboni.

Il campo dei bambiniModifica

Nella parte sud dell'area perimetrale, si trova il campo dei bambini, un'area dedicata alla sepoltura dei piccoli, deceduti in tenera età o nell'infanzia. L'area viene definita dai parmigiani al camp di putén (il campo dei bambini in dialetto parmigiano), al quale con l'omonimo titolo, il poeta dialettale Fausto Bertozzi, ha dedicato una toccante poesia.

Tombe importantiModifica

 
Tomba di Niccolò Paganini
 
Tomba di padre Lino

Il cimitero ospita numerose tombe monumentali di personaggi illustri:

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2007073813 · WorldCat Identities (ENno2007-073813