Cimitero di Dorotheenstadt

cimitero di Berlino
Dorotheenstädtischer Friedhof
Grab-Brecht-Weigel.JPG
Lapidi di Bertolt Brecht e della moglie, Helene Weigel
Tipocivile
Confessione religiosamista
Stato attualein uso
Ubicazione
StatoGermania Germania
CittàCoat of arms of Berlin.svg Berlino
Costruzione
Periodo costruzione1763
Data apertura1763
Mappa di localizzazione

Il Dorotheenstädtischer Friedhof è un cimitero di Berlino. In questo cimitero sono sepolti molti illustri berlinesi.

È posto sotto tutela monumentale (Denkmalschutz).[1]

StoriaModifica

Il cimitero municipale di Dorotheenstadt, che prende il nome dell' elettrice Sofia Dorotea, venne aperto da Federico il Grande nel 1763 e venne ampliato successivamente tra il 1814 e il 1826. Inizialmente fu luogo di sepoltura per la popolazione più povera e per i cittadini comuni. Nel 1899, a causa dell'allargamento di Hannoversche Straße, la parte sud del cimitero venne venduta e molte tombe rimosse. Molti dei monumenti funebri che si trovano nel cimitero sono un esempio dell'arte e dell'architettura tedesca dell'epoca. Infatti molte delle tombe e dei monumenti vennero progettati e disegnati da grandi artisti dell'epoca, fra cui Karl Friedrich Schinkel e Johann Gottfried Schadow. L'ingresso del cimitero è posto tra il muro di cinta del vicino cimitero francese e il Brecht-Wegel-Gedenkstätte, in Chausseestraße 126.

 
Tombe vicine dei filosofi George Wilhelm Friederich Hegel e Johann Gottlieb Fichte con le rispettive consorti.

Tombe illustriModifica

 
Uno dei viali del Cimitero di Dorotheenstadt

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ (DE) Friedhof der Dorotheenstädtischen und Friedrichswerderschen Gemeinden mit Einfriedungsmauer, Grabstätten und Mausoleen, su stadtentwicklung.berlin.de. URL consultato il 19 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2018).

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN243162454