Apri il menu principale

Cintura sud (Milano)

linea ferroviaria italiana
(Reindirizzamento da Cintura ferroviaria sud di Milano)
Cintura sud di Milano
Milano-cintura sud.png
Stati attraversatiItalia Italia
Apertura1891
GestoreRFI
Precedenti gestoriFS
Scartamento1435 mm
Elettrificazione3000 V cc
Ferrovie

La linea ferroviaria di cintura sud di Milano è una breve linea che si estende nel territorio urbano di Milano.

Indice

StoriaModifica

 
Mappa del nodo ferroviario di Milano in seguito alle modifiche attuate fra il 1914 e il 1931

La linea fu aperta al traffico il 1º giugno 1891 per permettere ai treni merci provenienti dalle linee di Bologna, Genova e Venezia, e diretti allo scalo di smistamento Sempione, di evitare l'attraversamento dell'allora stazione centrale.

Il 15 novembre 1915 fu attivato un raccordo dal bivio Naviglio Grande alla stazione di San Cristoforo posta sulla linea per Mortara[1].

Nel 1931, con la riforma del nodo ferroviario di Milano (che, fra le altre cose, vide l'apertura della nuova stazione centrale), furono soppressi gli impianti posti ad ovest della città, compreso lo scalo Sempione; la cintura sud perse così importanza, restandole come sola ragion d'essere il raccordo della linea per Mortara al resto della rete ferroviaria. Anche il traffico ne risentì negativamente, essendo limitato a pochi treni locali e sporadici treni merci.

Il traffico passeggeri, limitato ad alcune coppie di treni locali Milano-Alessandria, terminò il 28 maggio 1994[2]; restarono solo alcuni treni per Pavia e Piacenza in partenza dalla stazione di Porta Romana.

Il 24 dicembre 2004 la cintura sud ritornò ad avere un servizio passeggeri regolare: con l'istituzione del servizio ferroviario suburbano di Milano, la linea viene percorsa dai convogli della linea S9[2].

Con la prevista chiusura della stazione di Porta Genova, attuale capolinea dei treni per Mortara, questi saranno deviati sulla cintura sud, fino al nuovo capolinea di Milano Rogoredo.

Ulteriori progetti prevedono la costruzione di una nuova fermata, denominata Milano Tibaldi, e lo spostamento della stazione di Porta Romana per migliorare l'interscambio con la linea M3 (gialla) della metropolitana.

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
       
Linea per Mortara
       
9+840 Milano San Cristoforo
       
Linea per Milano Porta Sempione e Milano Centrale (vecchia)
       
Linea per Milano Porta Genova
       
Naviglio Grande
       
Bivio Naviglio Grande
   
6+630 Milano Romolo * 2006[3][4][5]
   
Naviglio Pavese
   
3+096 Milano Porta Romana * 1931
       
linea per Milano Centrale vecchia e Lambrate vecchia † 1931
   
1+836 (4+815) Bivio Porta Romana
 
 
     
Passante ferroviario (ramo Rogoredo)
 
 
 
 
 
 
 
(3+065) P.M. Trecca Linea di cintura (bassa)
   
 
   
Linea di cintura (alta)
   
0+000 Milano Rogoredo
   
Raccordo Autostrada del sole
 
 
   
Linea per Pavia
   
Linee per Bologna

NoteModifica

  1. ^ Ordine di Servizio n. 29 del 1916
  2. ^ a b Canale, op. cit.., p. 18
  3. ^ Nuova fermata a Milano, in I Treni, anno XXVII, nº 283, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, luglio 2006, p. 5, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  4. ^ Impianti FS, in I Treni, anno XXVII, nº 283, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, luglio 2006, p. 11, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  5. ^ Inaugurata la fermata di Milano Romolo RFI, su ferrovie.it.

BibliografiaModifica

  • Andrea Canale, ...finalmente Passante!, in "i Treni" n. 268 (marzo 2005), pp. 12–19.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica