Apri il menu principale

Circoscrizione Friuli-Venezia Giulia (Senato della Repubblica)

Friuli-Venezia Giulia
circoscrizione elettorale
StatoItalia Italia
CapoluogoTrieste
Elezioni perSenato della Repubblica
ElettiSenatori
Periodo 1948-1993
Tipologiadi lista
Periodo 1993-2005
Tipologiaa collegi uninominali
Periodo 2005-2017
Tipologiadi lista
Periodo 2017-
Tipologiaa collegi uninominali e plurinominali
Territorio
Friuli-Venezia Giulia in Italy.svg
Circoscrizione Friuli-Venezia Giulia

La circoscrizione Friuli-Venezia Giulia è una circoscrizione elettorale italiana per l'elezione del Senato della Repubblica.

Indice

StoriaModifica

La circoscrizione elettorale venne istituita, con altre 19, per le prime elezioni del Senato della Repubblica, tramite Legge del 6 febbraio 1948, n. 29 in ottemperanza alla Costituzione della Repubblica Italiana che prescrive, all'art. 57, che «il Senato della Repubblica è eletto a base regionale». Fu suddivisa in 6 collegi di lista, in base al D.P.R. del 6 febbraio 1948, n. 30.

In rispetto del suddetto articolo, la circoscrizione venne riconfermata in seguito in tutte le leggi elettorali inerenti il Senato della Repubblica.

La Legge 4 agosto 1993, n. 276 modificò il territorio suddividendolo in 5 collegi uninominali, in base al D.Lgs. del 20 dicembre 1993 n. 535. I suddetti collegi vennero aboliti dalla Legge del 21 dicembre 2005, n. 270.

L'attuale Legge 3 novembre 2017, n. 165, ha ricreato nel territorio della circoscrizione collegi uninominali e collegi plurinominali che devono essere determinati dal governo tramite decreto legislativo.

TerritorioModifica

Il territorio della circoscrizione corrisponde, fin dalla sua istituzione, a quello della regione Emilia-Romagna.

SeggiModifica

Per l'attribuzione dei seggi spettanti ad ogni regione, bisogna ottemperare anche in questo caso alla Costituzione della Repubblica Italiana la quale prescriveva, alla data di promulgazione del 1948, che «Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiore a sei. La Valle d’Aosta ha un solo senatore», modificata poi con la Legge costituzionale 9 febbraio 1963, n. 2 che recita «Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiori a sette; il Molise ne ha due, la Valle d’Aosta uno.»

Partendo da un minimo costituzionale di sei seggi per regione, divenuti poi sette, la ripartizione dei seggi spettanti alla circoscrizione viene effettuata in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.

Collegi elettoraliModifica

1948-1993Modifica

1993-2005Modifica

2005-2017Modifica

Abolizione dei collegi

2017-presenteModifica

Risultati ed elettiModifica

1948-1994Modifica

In base alla legge in vigore dal 1948, essenzialmente proporzionale, i partiti presentavano in ogni circoscrizione un candidato per ogni collegio. All'interno di ciascun collegio, veniva eletto senatore il candidato che avesse raggiunto il quorum del 65% delle preferenze. Qualora nessun candidato avesse conseguito l'elezione, i voti di tutti i candidati venivano raggruppati nelle liste di partito a livello regionale, dove i seggi venivano allocati utilizzando il metodo D'Hondt delle maggiori medie statistiche e quindi, all'interno di ciascuna lista, venivano dichiarati eletti senatori i candidati con le migliori percentuali di preferenza.

I LegislaturaModifica

II LegislaturaModifica

III LegislaturaModifica

IV LegislaturaModifica

V LegislaturaModifica

VI LegislaturaModifica

VII LegislaturaModifica

VIII LegislaturaModifica

IX LegislaturaModifica

X LegislaturaModifica

XI LegislaturaModifica

Riepilogo elettiModifica

1994-2006Modifica

XII LegislaturaModifica

XIII LegislaturaModifica

XIV LegislaturaModifica

Riepilogo elettiModifica

Eletti maggioritarioModifica

Collegio uninominale 1994 1996 2001
1. Trieste-Centro Claudio Magris (Lista Magris) Giulio Camber (PpL) Giulio Camber (CdL)
2. Gorizia Ettore Romoli (PdL) Darko Bratina (L'Ulivo) Roberto Antonione (CdL)
3. Udine Pietro Fontanini (PdL) Giovanni Collino (PpL) Giovanni Collino (CdL)
4. Codroipo Rinaldo Bosco (PdL) Francesco Moro (LN) Francesco Moro (CdL)
5. Pordenone Roberto Visentin (PdL) Luciano Callegaro (PpL) Luciano Callegaro (CdL)

Eletti proporzionaleModifica

1994 1994 2001
Darko Bratina (Progressisti) Fulvio Camerini (L'Ulivo) Willer Bordon (L'Ulivo)
Diego Partenedo (Patto) Roberto Visentin (LN) Miloš Budin (L'Ulivo)

2006-2018Modifica

XV LegislaturaModifica

XVI LegislaturaModifica

XVII LegislaturaModifica

Riepilogo elettiModifica

2006 2008 2013
Lidia Menapace (PRC) Tamara Blazina (PD) Lodovico Sonego (PD)
Carlo Pegorer (DS) Carlo Pegorer (PD) Carlo Pegorer (PD)
Willer Bordon (DL) Flavio Pertoldi (PD) Isabella De Monte (PD)
Roberto Antonione (FI) Ferruccio Saro (PdL) Francesco Russo (PD)
Giulio Camber (FI) Giulio Camber (PdL) Lorenzo Battista (M5S)
Giovanni Collino (AN) Giovanni Collino (PdL) Alessandro Maran (Con Monti)
Albertino Gabana (LN) Mario Pittoni (LN) Bernabò Bocca (PdL)

2018-presenteModifica

XVIII legislaturaModifica

2018
Lista % Voti Seggi

proporzionale

Seggi

maggioritario

Lega 25,49 % 164.105 2 2
Forza Italia 11,82 % 76.114 1
Fratelli d'Italia 5,44 % 35.032 0
Noi con l'Italia - UDC 0,99 % 6.391 0
3 2
Movimento 5 Stelle 24,27 % 156.251 1 0
1 0
Partito Democratico 19,99 % 128.713 1 0
+Europa 3,08 % 19.814 0
Italia Europa Insieme 0,46 % 2.942 0
Civica Popolare 0,38 % 2.473 0
1 0
Liberi e Uguali 2,92 % 18.815 0 0
CasaPound Italia 1,21 % 7.810 0 0
Potere al Popolo 0,79 % 5.117 0 0
Patto per l'Autonomia 0,78 % 5.015 0 0
Il Popolo della Famiglia 0,77 % 4.941 0 0
Italia agli Italiani (FN, FT) 0,51 % 3.290 0 0
Partito Valore Umano 0,38 % 2.440 0 0
Per una Sinistra Rivoluzionaria 0,25 % 1.637 0 0
SìAmo 0,22 % 1.402 0 0
Lista del Popolo per la Costituzione 0,16 % 1.023 0 0
Rinascimento MIR 0,09 % 552 0 0
TOTALE SEGGI 5 2

Riepilogo elettiModifica

Eletti maggioritarioModifica

Collegio uninominale 2018
1. Trieste Laura Stabile (CDX)
2. Udine Luca Ciriani (CDX)

Eletti proporzionaleModifica

Collegio plurinominale 2018
1. Friuli-Venezia Giulia - 01 Tatjana Rojc (PD)
Stefano Patuanelli (M5S)
Franco Dal Mas (FI)
Mario Pittoni (Lega)
Raffaella Fiormaria Marin (Lega)