Circoscrizione Sicilia 1

Circoscrizione Sicilia 1

La circoscrizione XXIV Sicilia 1, per l'elezione della Camera dei deputati, venne istituita con la legge 4 agosto 1993, n. 277 (legge Mattarella), e confermata dalla successiva legge 21 dicembre 2005, n. 270 (legge Calderoli).

La circoscrizione comprende geograficamente la parte occidentale della Sicilia e sostituisce, ai fini dell'elezione della Camera, la circoscrizione circoscrizione Palermo (detta anche Palermo-Trapani-Agrigento-Caltanissetta e comprendente di fatto gli stessi territori), in vigore dalle elezioni del 1946 a quelle del 1992.

Con la Legge Mattarella la circoscrizione ha eletto 27 deputati. Con l'introduzione della Legge Calderoli il numero dei deputati è sceso a 26 e con il censimento 2011, la circoscrizione ha perso un ulteriore seggio arrivando ad eleggere 25 deputati.

Ha cessato di fatto di esistere in seguito all'approvazione della legge 6 maggio 2015, n. 52 (Italicum), quando è stata sostituita da 5 nuovi collegi plurinominali.

Indice

TerritorioModifica

Il territorio della circoscrizione coincide con le province di Agrigento, Caltanissetta, Palermo, Trapani per un totale di 171 comuni, una superficie di 12 617 km2 e una popolazione di 2 410 905 abitanti.[1]

1994-2001Modifica

Con la legge elettorale Mattarella, alla circoscrizione Sicilia 1 spettavano 27 seggi, di cui 20 eletti con collegi uninominali a turno unico e 7 eletti con sistema proporzionale.

L'attribuzione dei primi 20 seggi avveniva in base a un sistema maggioritario a turno unico plurality: veniva eletto parlamentare il candidato che avesse riportato la maggioranza relativa dei suffragi nel collegio. I rimanenti 7 seggi erano invece assegnati con un metodo proporzionale. Pertanto l'elettore godeva di una scheda elettorale separata per l'attribuzione dei seggi residui, a cui accedevano solo i partiti che avessero superato la soglia di sbarramento nazionale del 4%. Il calcolo dei seggi spettanti a ciascuna lista veniva effettuata nel collegio unico nazionale mediante il metodo Hare dei quozienti naturali e dei più alti resti; tali seggi venivano poi ripartiti, in ragione delle percentuali delle singole liste a livello locale, fra le 26 circoscrizioni plurinominali in cui era suddiviso il territorio nazionale, e all'interno delle quali i singoli candidati - che potevano corrispondere a quelli presentatisi nei collegi uninominali - venivano proposti in un sistema di liste bloccate senza possibilità di preferenze. Il meccanismo era però integrato dal metodo dello scorporo, volto a dar compensazione ai partiti minori fortemente danneggiati dall'uninominale: successivamente alla determinazione della soglia di sbarramento, ma antecedentemente al riparto dei seggi, alle singole liste venivano decurtati tanti voti quanti ne erano serviti a far eleggere i vincitori nell'uninominale - cioè i voti del secondo classificato più uno - i quali erano obbligati a collegarsi a una lista circoscrizionale.

ProporzionaleModifica

RisultatiModifica

Elezioni del 1994Modifica
totale percentuale (%)
Elettori 2.113.734  
Votanti 1.538.584 72,79 (su n. elettori)
Voti validi 1.334.690 86,8 (su n. votanti)
Voti non validi 203.894 13,2 (su n. votanti)
di cui schede bianche 98.006 6,4 (su n. votanti)
Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Forza Italia 34,85 465.117 2 -
Partito Democratico della Sinistra 16,72 223.111 2  7,54
La Rete 12,18 162.513 -  0,03
Alleanza Nazionale 11,02 147.019 1  7,03
Partito Popolare Italiano 8,87 118.375 1 -
Patto Segni 5,07 67.649 1 -
Lista Pannella 3,38 45.108 -  3,02
Partito Socialista Italiano 3,04 40.608 -  9,49
Federazione dei Verdi 1,54 20.518 -  0,40
Solidarietà Sviluppo Occupazione 1,43 19.129 - -
Alleanza Democratica 0,90 12.007 - -
Socialdemocrazia per le Libertà 0,72 9.669 -  7,05
Mediterraneo 0,29 3.867 - -
Totale 100,00 1.334.690 7
Elezioni del 1996Modifica
totale percentuale (%)
Elettori 2.156.939  
Votanti 1.471.678 68,23 (su n. elettori)
Voti validi 1.258.226 85,5 (su n. votanti)
Voti non validi 213.452 14,5 (su n. votanti)
di cui schede bianche 82.010 5,6 (su n. votanti)
Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Forza Italia 32,64 410.641 2  2,21
Partito Democratico della Sinistra 15,88 199.833 1  0,84
Alleanza Nazionale 14,35 180.504 1  3,33
CCD - CDU 8,15 102.521 - -
Rifondazione Comunista 7,99 100.520 1 -
Popolari per Prodi[2] 6,24 78.542 1  3,53
Rinnovamento Italiano[3] 4,92 61.956 1  3,19
Lista Pannella-Sgarbi 3,03 38.158 -  0,35
Federazione dei Verdi 1,92 24.212 -  0,38
Noi Siciliani-FNS 1,51 19.084 - -
Fiamma Tricolore 1,39 17.463 - -
Socialista 0,76 9.580 - -
Rinnovamento 0,69 8.737 - -
Federalisti Liberali 0,51 6.475 - -
Totale 100,00 1.258.226 7
Elezioni del 2001Modifica
totale percentuale (%)
Elettori 2.181.261  
Votanti 1.512.121 69,32 (su n. elettori)
Voti validi 1.345.084 89,0 (su n. votanti)
Voti non validi 167.037 11,0 (su n. votanti)
di cui schede bianche 78.656 5,2 (su n. votanti)
Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Forza Italia 37,65 506.430 4  5,01
Democratici di Sinistra 11,61 156.145 1  4,27
La Margherita[4] 11,47 154.222 1  0,31
Alleanza Nazionale 8,52 114.612 1  5,83
CCD-CDU 8,30 111.662 -  0,15
Democrazia Europea 7,86 105.781 - -
Rifondazione Comunista 3,66 49.297 -  4,33
Italia dei Valori 3,66 49.165 - -
Il Girasole 2,09 28.138 -  0,17
Lista Pannella-Bonino 2,05 27.631 -  0,98
Nuovo PSI 1,47 19.715 - -
Comunisti Italiani 1,27 17.036 - -
Paese Nuovo 0,29 3.961 - -
Abolizione Scorporo 0,10 1.289 - -
Totale 100,00 1.345.084 7

ElettiModifica

1994 1996 2001
Antonietta Rizza (PDS) Fausto Bertinotti (PRC) Giuseppe Lumia (DS)
Ottavio Navarra (PDS) Luciano Violante (PDS) Salvatore Cardinale (DL)
Pietro Milio (PS) Giuseppe Albertini (RI) Angelino Alfano (FI)
Sergio Mattarella (PPI) Sergio Mattarella (Popolari) Giacomo Baiamonte (FI)
Gianfranco Miccichè (FI) Filippo Mancuso (FI) Gianfranco Miccichè (FI)
Mario Ferrara (FI) Alberto Acierno (FI) Non assegnato (FI)
Franca Marino Buccellato (AN) Nino Lo Presti (FI) Guido Lo Porto (AN)

MaggioritarioModifica

Collegi UninominaliModifica

Collegio Territorio
1. Trapani Comuni di Erice, Favignana, Paceco, Trapani[5]  
2. Marsala Comuni di Marsala, Pantelleria, Petrosino, Salemi, Vita  
3. Mazara del Vallo Comuni di Montevago, Santa Margherita di Belice, Campobello di Mazara, Castelvetrano, Mazara del Vallo, Partanna[6].  
4. Alcamo  
5. Cefalù  
6. Termini Imerese  
7. Bagheria Comuni di Altavilla Milicia, Bagheria, Belmonte Mezzagno, Casteldaccia, Ficarazzi, Misilmeri, Santa Flavia, Trabia, Villabate[7].  
8. Partinico Comuni di Altofonte, Borgetto, Carini, Cinisi, Giardinello, Monreale, Montelepre, Partinico, San Cipirello, San Giuseppe Jato, Terrasini[8].  
9. Palermo-Capaci  
10. Palermo-Resuttana  
11. Palermo-Zisa  
12. Palermo-Libertà  
13. Palermo-Villagrazia  
14. Palermo-Settecannoli  
15. Gela Comuni di Butera, Gela, Mazzarino, Niscemi, Riesi[9].  
16. Caltanissetta  
17. Licata Comuni di Camastra, Campobello di Licata, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Ravanusa, Delia, Sommatino[10].  
18. Agrigento Comuni di Agrigento, Aragona, Cattolica Eraclea, Joppolo Giancaxio, Lampedusa e Linosa, Montallegro, Porto Empedocle, Raffadali, Realmonte, Santa Elisabetta, Sant'Angelo Muxaro, Siculiana[11].  
19. Canicattì Comuni di Cammarata, Canicattì, Casteltermini, Castrofilippo, Comitini, Favara, Grotte, Racalmuto, San Biagio Platani, San Giovanni Gemini, Acquaviva Platani, Campofranco[12].  
20. Sciacca Comuni di Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santo Stefano di Quisquina, Sciacca, Villafranca Sicula[13].  

RisultatiModifica

Elezioni del 1994Modifica
Lista Voti (%) Voti Seggi
Polo del Buon Governo 42,72 578.539 16
Progressisti 34,09 461.700 4
Patto per l'Italia 15,41 208.710 -
Partito Socialista Italiano 2,95 39.985 -
Solidarietà Occupazione Sviluppo 1,91 25.905 -
Socialdemocrazia per le Libertà 0,73 9.836 -
Iniziativa Democratica 0,62 8.082 -
Intesa Democratica 0,45 6.122 -
Impegno Democratico 0,29 3.896 -
Democrazia-Libertà 0,27 3.707 -
Lista Pannella 0,25 3.421 -
Altri 0,32 4.367 -
Totale 100,00 1.354.270 20
Elezioni del 1996Modifica
Lista Voti (%) Voti Seggi
Polo per le Libertà 52,92 665.793 15
L'Ulivo 41,86 526.657 5
Fiamma Tricolore 1,71 21.576 -
Rinnovamento 1,49 18.762 -
Federalisti Liberali 0,92 11.563 -
Noi Siciliani-FNS 0,74 9.252 -
Socialista 0,52 6.487 -
Alleanza Solidal Liberista 0,26 3.219 -
Lista Pannella-Sgarbi 0,24 3.041 -
Totale 100,00 1.266.350 20
Elezioni del 2001Modifica
Lista Voti (%) Voti Seggi
Casa delle Libertà 51,89 697.906 20
L'Ulivo 36,32 488.529 -
Democrazia Europea 9,47 127.440 -
Italia dei Valori 3,15 42.364 -
Lista Emma Bonino 1,57 21.073 -
Totale 100,00 1.377.312 20

ElettiModifica

Collegio 1994 1996 2001
Trapani Michele Rallo (Polo del Buon Governo) Michele Rallo (Polo per le Libertà) Bobo Craxi (Casa delle Libertà)
Marsala Nicola Trapani (Polo del Buon Governo) Massimo Grillo (Polo per le Libertà) Massimo Grillo (Casa delle Libertà)
Mazara del Vallo Mario Caruso (Polo del Buon Governo) Salvatore Giacalone (L'Ulivo) Nicolò Cristaldi (Casa delle Libertà)
Alcamo Francesco Paolo Lucchese (Polo del Buon Governo) Francesco Paolo Lucchese (Polo per le Libertà) Francesco Paolo Lucchese (Casa delle Libertà)
Cefalù Salvatore Sparacino (Polo del Buon Governo) Gianfranco Miccichè (Polo per le Libertà) Antonino Mormino (Casa delle Libertà)
Termini Imerese Giuseppe Lumia (Progressisti) Giuseppe Lumia (L'Ulivo) Nicolò Nicolosi (Casa delle Libertà)
Bagheria Cesare Piacentino (Polo del Buon Governo) Gaspare Giudice (Polo per le Libertà) Francesco Saverio Romano (Casa delle Libertà)
Partinico Silvio Liotta (Polo del Buon Governo) Silvio Liotta (Polo per le Libertà) Silvio Liotta (Casa delle Libertà)
Palermo-Capaci Alberto Acierno (Polo del Buon Governo) Carmelo Carrara (Polo per le Libertà) Antonino Lo Presti (Casa delle Libertà)
Palermo-Resuttana Enzo Fragalà (Polo del Buon Governo) Enzo Fragalà (Polo per le Libertà) Enzo Fragalà (Casa delle Libertà)
Palermo-Zisa Cristina Matranga (Polo del Buon Governo) Cristina Matranga (Polo per le Libertà) Diego Cammarata (Casa delle Libertà)
Palermo-Libertà Guido Lo Porto (Polo del Buon Governo) Guido Lo Porto (Polo per le Libertà) Filippo Mancuso (Casa delle Libertà)
Palermo-Villagrazia Giacomo Baiamonte (Polo del Buon Governo) Giacomo Baiamonte (Polo per le Libertà) Gaspare Giudice (Casa delle Libertà)
Palermo-Settecannoli Francesco Cascio (Polo del Buon Governo) Francesco Cascio (Polo per le Libertà) Giuseppe Fallica (Casa delle Libertà)
Gela Angelo Blanco (Polo del Buon Governo) Federico Guglielmo Lento (L'Ulivo) Giacomo Ventura (Casa delle Libertà)
Caltanissetta Salvatore Dell'Utri (Polo del Buon Governo) Filippo Misuraca (Polo per le Libertà) Filippo Misuraca (Casa delle Libertà)
Licata Carmelo Incorvaia (Progressisti) Giuseppe Amato (Polo per le Libertà) Giuseppe Amato (Casa delle Libertà)
Agrigento Giovanni Marino (Polo del Buon Governo) Giovanni Marino (Polo per le Libertà) Giuseppe Scalia (Casa delle Libertà)
Canicattì Giuseppe Scozzari (Progressisti) Giuseppe Scozzari (L'Ulivo) Vincenzo Milioto (Casa delle Libertà)
Sciacca Sebastiano Bongiorno (Progressisti) Antonino Mangiacavallo (L'Ulivo) Giuseppe Marinello (Casa delle Libertà)

2006-oggiModifica

Con la legge elettorale Calderoli, alla circoscrizione Sicilia 1 spettano 25 seggi eletti con sistema proporzionale.

Nel 2006 e nel 2008 la circoscrizione ha eletto 26 deputati ma a seguito del censimento del 2011 la circoscrizione ha perso un rappresentante arrivando ad eleggere 25 deputati dal 2013.

Il sistema di assegnazione dei seggi avviene a seguito della attribuzione, nel collegio elettorale unico (escluso quindi la circoscrizione "estero"), di un premio di maggioranza di 340 seggi alla coalizione vincente a livello nazionale (con soglie di sbarramento, limitazioni ecc.) e alla successiva suddivisione dei seggi guadagnati da ogni lista fra le varie circoscrizioni, in proporzione ai voti ottenuti da ogni lista locale.

Nel compiere tale riparto, essendo fisso e immutabile il numero totale di seggi assegnati a ogni lista, può verificarsi la necessità di variare il numero di seggi originariamente attribuiti alle singole circoscrizioni elettorali.

RisultatiModifica

Elezioni del 2006Modifica

totale percentuale (%)
Elettori 1.939.202  
Votanti 1.431.662 73,83 (su n. elettori)
Voti validi 1.359.842 95,0 (su n. votanti)
Voti non validi 71.820 5,0 (su n. votanti)
di cui schede bianche 25.688 1,8 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Silvio Berlusconi
Forza Italia 29,64 403.096 7  8,01
Unione dei Democratici Cristiani e di Centro[14] 11,15 151.560 3  5,01
Alleanza Nazionale 9,64 131.095 2  1,12
Lega Nord-MpA 2,10 28.515 1  1,13
DCA-Nuovo PSI 1,66 22.538 - -
Fiamma Tricolore 0,51 6.885 - -
Alternativa Sociale 0,49 6.704 - -
No Euro 0,34 4.625 - -
Pensionati Uniti 0,27 3.690 - -
Partito Liberale Italiano 0,26 3.531 - -
Totale coalizione 50,36 841.573 13
Romano Prodi
L'Ulivo[15] 24,04 326.929 7  0,96
Italia dei Valori 4,61 62.720 1  0,95
Rifondazione Comunista 4,03 54.818 1  0,37
Popolari UDEUR 2,91 39.611 1 -
Rosa nel Pugno 2,31 31.385 1 -
Comunisti Italiani 2,18 29.602 1  0,91
Federazione dei Verdi 1,86 25.304 1  0,23
I Socialisti 0,84 11.438 - -
Partito Pensionati 0,45 6.113 - -
Lista Consumatori-Doveri Civici-DC 0,28 3.789 - -
Totale coalizione 43,51 591.709 13
Salvatore Morana
Movimento Democratico Siciliano-Noi Siciliani 0,37 5.003 - -
Vincenzo Scotti
Terzo Polo 0,07 891 - -
Totale[16] 100,00 1.359.842 26

Elezioni del 2008Modifica

totale percentuale (%)
Elettori 1.945.323  
Votanti 1.436.858 73,86 (su n. elettori)
Voti validi 1.324.350 92,2 (su n. votanti)
Voti non validi 112.508 7,8 (su n. votanti)
di cui schede bianche 44.198 3,1 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà[17] 45,90 607.877 13  4,47
Movimento per l'Autonomia 5,56 73.577 1 -
Totale coalizione 51,46 681.454 14
Walter Veltroni
Partito Democratico 25,83 342.110 7  1,79
Italia dei Valori 3,89 51.517 1  0,72
Totale coalizione 29,72 393.627 8
Pier Ferdinando Casini
Unione di Centro 11,40 150.915 3  0,25
Fausto Bertinotti
La Sinistra l'Arcobaleno[18] 2,65 35.043 -  5,42
Daniela Santanché
La Destra-Fiamma Tricolore 1,77 23.465 - -
Enrico Boselli
Partito Socialista 0,68 8.997 - -
Flavia D'Angeli
Sinistra Critica 0,41 5.372 - -
Giuliano Ferrara
Associazione difesa della vita. Aborto? No grazie 0,44 5.780 - -
Marco Ferrando
Partito Comunista dei Lavoratori 0,35 4.610 - -
Stefano De Luca
Partito Liberale Italiano 0,33 4.340 -  0,07
Stefano Montanari
Per il Bene Comune 0,31 4.089 - -
Bruno De Vita
Unione Democratica per i Consumatori 0,28 3.722 - -
Roberto Fiore
Forza Nuova 0,22 2.936 - -
Totale[19] 100,00 1.324.350 25

Elezioni del 2013Modifica

totale percentuale (%)
Elettori 1.953.081  
Votanti 1.227.651 62,85 (su n. elettori)
Voti validi 1.172.159 95,5 (su n. votanti)
Voti non validi 55.492 4,5 (su n. votanti)
di cui schede bianche 17.074 1,4 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Beppe Grillo
Movimento 5 Stelle 34,54 404.945 6 -
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà 26,17 306.836 6  19,73
Grande Sud-MPA 1,83 21.479 -  3,73
Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale 1,30 15.309 - -
Moderati in Rivoluzione 0,68 8.009 - -
La Destra 0,55 6.547 -  1,22
Lega Nord 0,17 2.002 - -
Totale coalizione 30,72 360.182 6
Pier Luigi Bersani
Partito Democratico 18,65 218.658 10  7,18
Sinistra Ecologia Libertà 2,06 24.153 1 -
Centro Democratico 0,55 6.555 - -
Totale coalizione 21,27 249.366 11
Mario Monti
Scelta Civica 5,17 60.671 1 -
Unione di Centro 2,69 31.593 1  8,71
Futuro e Libertà per l'Italia 0,57 6.730 - -
Totale coalizione 8,44 98.994 2 -
Antonio Ingroia
Rivoluzione Civile 3,68 43.145 - -
Marco Pannella
Lista Amnistia Giustizia Libertà 0,52 6.106 - -
Renata Jannuzzi
Partito Liberale Italiano 0,31 3.710 - -
Oscar Giannino
Fare per Fermare il Declino 0,31 3.699 - -
Roberto Fiore
Forza Nuova 0,17 2.012 -  0,05
Totale[20] 100,00 1.172.159 25

ElettiModifica

2006 2008 2013
Daniela Dioguardi (PRC) Alessandra Siragusa (PD) Erasmo Palazzotto (SEL)
Oliviero Diliberto (PdCI) Daniela Cardinale (PD) Daniela Cardinale (PD)
Salvatore Cardinale (L'Ulivo) Antonino Russo (PD) Marco Causi (PD)
Angelo Capodicasa (L'Ulivo) Angelo Capodicasa (PD) Angelo Capodicasa (PD)
Sergio D'Antoni (L'Ulivo) Sergio D'Antoni (PD) Magda Culotta (PD)
Giuseppe Lumia (L'Ulivo) Enzo Carra (PD) Davide Faraone (PD)
Sergio Mattarella (L'Ulivo) Pierdomenico Martino (PD) Maria Iacono (PD)
Angelo Lomaglio (L'Ulivo) Ignazio Messina (IdV) Antonino Moscatt (PD)
Francesco Piro (L'Ulivo) Calogero Mannino (UdC) Teresa Piccione (PD)
Massimo Fundarò (Verdi) Francesco Saverio Romano (UdC) Francesco Ribaudo (PD)
Leoluca Orlando (IdV) Giuseppe Ruvolo (UdC) Luigi Taranto (PD)
Daniele Capezzone (RnP) Nicola Leanza (MpA) Riccardo Nuti (M5S)
Vito Li Causi (Udeur) Enrico La Loggia (PdL) Claudia Mannino (M5S)
Francesco Saverio Romano (UDC) Giuseppe Francesco Maria Marinello (PdL) Loredana Lupo (M5S)
Francesco Paolo Lucchese (UDC) Vincenzo Antonio Fontana (PdL) Giulia Di Vita (M5S)
Giuseppe Ruvolo (UDC) Nicolò Cristaldi (PdL) Chiara Di Benedetto (M5S)
Pietro Rao (LN) Gianfranco Miccichè (PdL) Azzurra Cancelleri (M5S)
Giuseppe Fallica (FI) Giuseppe Fallica (PdL) Gea Schirò Planeta (SC)
Filippo Misuraca (FI) Giuseppe Scalia (PdL) Ferdinando Adornato (UdC)
Angelino Alfano (FI) Angelino Alfano (PdL) Francesco Saverio Romano (PdL)
Giuseppe Marinello (FI) Dore Misuraca (PdL) Dore Misuraca (PdL)
Gaspare Giudice (FI) Gaspare Giudice (PdL) Riccardo Gallo (PdL)
Antonino Mormino (FI) Alessandro Pagano (PdL) Alessandro Pagano (PdL)
Giacomo Baiamonte (FI) Gabriella Giammanco (PdL) Gabriella Giammanco (PdL)
Antonino Lo Presti (AN) Antonino Lo Presti (PdL) Antonino Bosco (PdL)
Giuseppe Scalia (AN)

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat al 01/09/2009
  2. ^ Considerata la differenza con il PPI e AD alle precedenti elezioni
  3. ^ Considerata la differenza con il Patto Segni e il PSI alle precedenti elezioni
  4. ^ Considerata la differenza con i Popolari e Rinnovamento Italiano alle precedenti elezioni.
  5. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Trapani, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  6. ^ Camera del 13 maggio 2001 - Collegio di Mazara del Vallo, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  7. ^ Camera del 13 maggio 2001 - Collegio di Bagheria, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 18 luglio 2015.
  8. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Partinico, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  9. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Gela, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  10. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Licata, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  11. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Agrigento, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  12. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Canicattì, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  13. ^ Camera del 21 aprile 1996 - Collegio di Sciacca, in Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  14. ^ Considerata la differenza con CCD, CDU e DE alle precedenti elezioni.
  15. ^ Considerata la differenza con DS e DL alle precedenti elezioni.
  16. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle Elezioni
  17. ^ Considerata la differenza con FI, AN, Alternativa Sociale, DC per le Autonomie e Nuovo PSI.
  18. ^ Considerata la differenza con PRC, PdCI e Verdi.
  19. ^ Ministero dell'Interno - archivio storico delle Elezioni
  20. ^ Ministero dell'Interno, dati definitivi Camera dei Deputati Italia