Apri il menu principale
Sicilia 2
circoscrizione elettorale
StatoItalia Italia
CapoluogoCatania
Elezioni perCamera dei deputati
ElettiDeputati
Istituzione1993
Periodo 1993-2005
Tipologiaa collegi uninominali e collegio plurinominale
Numero eletti28
Periodo 2005-2017
Tipologiadi lista
Numero eletti
  • 28 (dal 2005 al 2011)
  • 27 (dal 2011 al 2017)
Periodo 2017-
Tipologiaa collegi uninominali e plurinominali
Numero eletti27
Territorio
Collegi elettorali 2018 - Camera circoscrizioni - Sicilia 2.svg
Circoscrizione Sicilia 2

La circoscrizione XXV Sicilia 2, per l'elezione della Camera dei deputati, venne istituita con la legge 4 agosto 1993, n. 277 (legge Mattarella), confermata nella legge 21 dicembre 2005, n. 270 (legge Calderoli) e nella successiva legge 3 novembre 2017, n. 165 (Rosatellum).

La circoscrizione comprende geograficamente la parte orientale della Sicilia e sostituisce, ai fini dell'elezione della Camera, la circoscrizione circoscrizione Catania (detta anche Catania-Messina-Siracusa-Ragusa-Enna) in vigore dalle elezioni del 1946 a quelle del 1992. Con la Legge Mattarella la circoscrizione ha eletto 28 deputati. Con l'introduzione della Legge Calderoli il numero dei deputati è rimasto invariato ma con il censimento 2011, la circoscrizione ha perso un seggio arrivando ad eleggere 27 deputati.

TerritorioModifica

Il territorio della circoscrizione coincide con le province di Catania, Enna, Messina, Ragusa e Siracusa insieme al solo comune di Niscemi in provincia di Caltanissetta per un totale di 220 comuni e una popolazione di 2 637 441 abitanti.[1] Il comune di Niscemi è stato aggiunto alla circoscrizione con la legge elettorale Rosato del 2017 (apparteneva in precedenza alla Circoscrizione Sicilia 1).

1994-2001Modifica

Con la legge elettorale Mattarella, alla circoscrizione Sicilia 2 spettavano 28 seggi, di cui 21 eletti con collegi uninominali a turno unico e 7 eletti con sistema proporzionale.

L'attribuzione dei primi 21 seggi avveniva in base a un sistema maggioritario a turno unico plurality: veniva eletto parlamentare il candidato che avesse riportato la maggioranza relativa dei suffragi nel collegio. I rimanenti 7 seggi erano invece assegnati con un metodo proporzionale. Pertanto l'elettore godeva di una scheda elettorale separata per l'attribuzione dei seggi residui, a cui accedevano solo i partiti che avessero superato la soglia di sbarramento nazionale del 4%. Il calcolo dei seggi spettanti a ciascuna lista veniva effettuata nel collegio unico nazionale mediante il metodo Hare dei quozienti naturali e dei più alti resti; tali seggi venivano poi ripartiti, in ragione delle percentuali delle singole liste a livello locale, fra le 26 circoscrizioni plurinominali in cui era suddiviso il territorio nazionale, e all'interno delle quali i singoli candidati - che potevano corrispondere a quelli presentatisi nei collegi uninominali - venivano proposti in un sistema di liste bloccate senza possibilità di preferenze. Il meccanismo era però integrato dal metodo dello scorporo, volto a dar compensazione ai partiti minori fortemente danneggiati dall'uninominale: successivamente alla determinazione della soglia di sbarramento, ma antecedentemente al riparto dei seggi, alle singole liste venivano decurtati tanti voti quanti ne erano serviti a far eleggere i vincitori nell'uninominale - cioè i voti del secondo classificato più uno - i quali erano obbligati a collegarsi a una lista circoscrizionale.

ProporzionaleModifica

RisultatiModifica

Elezioni del 1994Modifica
totale percentuale (%)
Elettori 2.191.767  
Votanti 1.686.790 76,96 (su n. elettori)
Voti validi 1.476.754 87,6 (su n. votanti)
Voti non validi 210.036 12,4 (su n. votanti)
di cui schede bianche 98.323 5,8 (su n. votanti)
Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Forza Italia 32,43 478.842 2 -
Alleanza Nazionale 16,68 246.343 1  9,53
Partito Democratico della Sinistra 16,22 239.501 2  5,32
La Rete 10,71 158.225 -  5,02
Partito Popolare Italiano 7,83 115.587 1 -
Patto Segni 5,87 86.752 1 -
Lista Pannella 3,43 50.683 -  2,88
Partito Socialista Italiano 2,62 38.762 -  12,76
Socialdemocrazia per le Libertà 0,96 14.104 -  3,28
Solidarietà Sviluppo Occupazione 0,92 13.524 - -
Lista Franco Greco 0,69 10.241 - -
Democrazia Siciliana 0,58 8.584 - -
Movimento Repubblicano 0,45 6.616 - -
Rinascimento Democratico 0,38 5.600 - -
Movimento Popolare Cristiano 0,23 3.390 - -
Totale 100,00 1.476.754 7
Elezioni del 1996Modifica
totale percentuale (%)
Elettori 2.227.169  
Votanti 1.628.997 73,14 (su n. elettori)
Voti validi 1.423.046 87,4 (su n. votanti)
Voti non validi 205.951 12,6 (su n. votanti)
di cui schede bianche 77.459 4,8 (su n. votanti)
Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Forza Italia 31,86 453.404 3  0,57
Alleanza Nazionale 18,28 260.106 2  1,60
Partito Democratico della Sinistra 17,26 245.577 2  1,04
CCD - CDU 8,07 114.871 - -
Rifondazione Comunista 6,12 87.104 1 -
Popolari per Prodi[2] 5,19 73.896 -  2,64
Rinnovamento Italiano[3] 3,88 55.180 -  4,61
Federazione dei Verdi 3,41 48.568 - -
Lista Pannella-Sgarbi 2,66 37.832 -  0,77
Fiamma Tricolore 1,73 24.591 - -
Noi Siciliani-FNS 1,54 21.917 - -
Totale 100,00 1.423.046 7
Elezioni del 2001Modifica
totale percentuale (%)
Elettori 2.272.919  
Votanti 1.663.824 73,20 (su n. elettori)
Voti validi 1.497.333 90,0 (su n. votanti)
Voti non validi 166.491 10,0 (su n. votanti)
di cui schede bianche 79.323 4,8 (su n. votanti)
Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Forza Italia 35,81 536.263 3  3,95
La Margherita[4] 16,14 241.700 2  7,07
Alleanza Nazionale 12,65 189.383 1  5,63
Democratici di Sinistra 9,13 136.646 1  8,13
CCD-CDU 6,40 95.786 -  1,67
Democrazia Europea 6,34 94.976 - -
Italia dei Valori 4,14 61.942 - -
Rifondazione Comunista 2,87 42.966 -  3,25
Lista Emma Bonino 1,68 25.222 -  0,98
Il Girasole 1,52 22.828 -  1,89
Nuovo PSI 1,51 22.672 - -
Comunisti Italiani 1,06 15.804 - -
Noi Siciliani-FNS 0,51 7.637 - -
Altri 0,23 3.508 - -
Totale 100,00 1.497.333 7

ElettiModifica

1994 1996 2001
Tano Grasso (PDS) Luca Cangemi (PRC) Anna Finocchiaro (DS)
Anna Finocchiaro (PDS) Anna Finocchiaro (PDS) Enzo Bianco (DL)
Antonino Mirone (PS) Antonietta Rizza (PDS) Giovanni Burtone (DL)
Francesco Parisi (PPI) Salvatore Cardinale (CCD-CDU) Non assegnato (FI)
Stefania Prestigiacomo (FI) Antonino Gazzara (FI) Antonino Gazzara (FI)
Antonio Martino (FI) Antonio Martino (FI) Antonio Martino (FI)
Tomasa Salvo (AN) Giacomo Garra (FI) Carmelo Briguglio (AN)

MaggioritarioModifica

Collegi UninominaliModifica

Collegio Territorio
1. Messina-Centro storico Parte di Messina  
2. Messina-Mata e Grifone Parte di Messina  
3. Taormina Alì, Alì Terme, Antillo, Casalvecchio Siculo, Castell'Umberto, Castelmola, Cesarò, Fiumedinisi, Floresta, Fondachelli-Fantina, Forza d'Agrò, Francavilla di Sicilia, Furci Siculo, Gaggi, Galati Mamertino, Gallodoro, Giardini-Naxos, Graniti, Itala, Letojanni, Limina, Longi, Malvagna, Mandanici, Moio Alcantara, Mongiuffi Melia, Motta Camastra, Nizza di Sicilia, Pagliara, Raccuja, Roccafiorita, Roccalumera, Roccella Valdemone, San Piero Patti, San Salvatore di Fitalia, San Teodoro, Santa Domenica Vittoria, Santa Teresa di Riva, Sant'Alessio Siculo, Savoca, Scaletta Zanclea, Taormina, Tortorici, Ucria  
4. Milazzo Castroreale, Condrò, Gualtieri Sicaminò, Leni, Lipari, Malfa, Merì, Milazzo, Monforte San Giorgio, Pace del Mela, Roccavaldina, Rometta, San Filippo del Mela, San Pier Niceto, Santa Lucia del Mela, Santa Marina Salina, Saponara, Spadafora, Torregrotta, Valdina, Venetico, Villafranca Tirrena  
5. Barcellona Pozzo di Gotto Barcellona Pozzo di Gotto, Basicò, Brolo, Falcone, Ficarra, Furnari, Gioiosa Marea, Librizzi, Mazzarrà Sant'Andrea, Montagnareale, Montalbano Elicona, Naso, Novara di Sicilia, Oliveri, Patti, Piraino, Rodì Milici, Sant'Angelo di Brolo, Sinagra, Terme Vigliatore, Tripi  
6. Nicosia Acquedolci, Alcara li Fusi, Capizzi, Capo d'Orlando, Capri Leone, Caronia, Castel di Lucio, Catenanuova, Centuripe, Cerami, Frazzanò, Gagliano Castelferrato, Militello Rosmarino, Mirto, Mistretta, Motta d'Affermo, Nicosia, Pettineo, Regalbuto, Reitano, San Fratello, San Marco d'Alunzio, Sant'Agata di Militello, Santo Stefano di Camastra, Sperlinga, Torrenova, Troina, Tusa  
7. Enna Agira, Aidone, Assoro, Barrafranca, Calascibetta, Enna, Leonforte, Nissoria, Piazza Armerina, Pietraperzia, Valguarnera Caropepe, Villarosa  
8. Paternò Adrano, Belpasso, Biancavilla, Paternò, Ragalna, Santa Maria di Licodia  
9. Giarre Bronte, Calatabiano, Castiglione di Sicilia, Fiumefreddo di Sicilia, Giarre, Linguaglossa, Maletto, Maniace, Mascali, Milo, Piedimonte Etneo, Randazzo, Riposto, Sant'Alfio  
10. Acireale Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Aci Sant'Antonio, Acireale, Nicolosi, Pedara, Santa Venerina, Trecastagni, Viagrande, Zafferana Etnea  
11. Gravina di Catania Aci Castello, Camporotondo Etneo, Gravina di Catania, Mascalucia, San Giovanni la Punta, San Gregorio di Catania, San Pietro Clarenza, Sant'Agata li Battiati, Tremestieri Etneo, Valverde  
12. Catania-Picanello Parte di Catania  
13. Catania-Cardinale Parte di Catania  
14. Catania-Misterbianco Parte di Catania, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia  
15. Caltagirone Caltagirone, Castel di Iudica, Grammichele, Mazzarrone, Mineo, Mirabella Imbaccari, Palagonia, Raddusa, Ramacca, San Cono, San Michele di Ganzaria  
16. Augusta Augusta, Carlentini, Francofonte, Lentini, Melilli, Priolo Gargallo, Sortino  
17. Siracusa Siracusa  
18. Avola Avola, Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Cassaro, Ferla, Floridia, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Portopalo di Capo Passero, Solarino  
19. Modica Ispica, Modica, Pozzallo, Rosolini, Scicli  
20. Ragusa Comiso, Giarratana, Monterosso Almo, Ragusa, Santa Croce Camerina  
21. Vittoria Acate, Chiaramonte Gulfi, Licodia Eubea, Militello in Val di Catania, Scordia, Vittoria, Vizzini  

RisultatiModifica

Elezioni del 1994Modifica
Lista Voti (%) Voti Seggi
Polo del Buon Governo 47,72 718.535 21
Progressisti 27,99 421.414 -
Patto per l'Italia 16,17 243.396 -
Partito Socialista Italiano 2,11 31.766 -
Solidarietà Occupazione Sviluppo 1,05 15.808 -
Lista Franco Greco 0,85 12.806 -
Liberi Forti Uniti 0,70 10.571 -
Cattolici Socialisti Liberali Democratici 0,63 9.464 -
Democrazia Siciliana 0,57 8.542 -
Movimento Repubblicano 0,56 8.478 -
Unione Democratica Repubblicana 0,50 7.527 -
Socialdemocrazia per le Libertà 0,43 6.536 -
Lista Insieme 0,32 4.889 -
Liberali 0,25 3.773 -
Rinascimento Democratico 0,14 2.085 -
Totale 100,00 1.505.590 21
Elezioni del 1996Modifica
Lista Voti (%) Voti Seggi
Polo per le Libertà 53,06 755.010 16
L'Ulivo 41,01 583.527 5
Fiamma Tricolore 4,37 62.213 -
Noi Siciliani-FNS 0,76 10.850 -
Lista Pannella-Sgarbi 0,33 4.730 -
Vienuove 0,27 3.904 -
Totale 100,00 1.420.234 21
Elezioni del 2001Modifica
Lista Voti (%) Voti Seggi
Casa delle Libertà 53,61 802.769 21
L'Ulivo 34,26 512.970 -
Democrazia Europea 8,17 122.374 -
Italia dei Valori 3,70 55.463 -
Lista Emma Bonino 0,80 11.959 -
Lista del Popolo 0,54 8.091 -
Noi Siciliani 0,41 6.121 -
Totale 100,00 1.519.747 21

ElettiModifica

Collegio 1994 1996 2001
Messina-Centro storico Rocco Crimi (Polo del Buon Governo) Rocco Crimi (Polo per le Libertà) Rocco Crimi (Casa delle Libertà)
Messina-Mata e Grifone Santino Pagano (Polo del Buon Governo) Santino Pagano (Polo per le Libertà) Gianpiero D'Alia (Casa delle Libertà)
Taormina Giuseppe Scalisi (Polo del Buon Governo) Francesco Stagno D'Alcontres (Polo per le Libertà) Francesco Stagno D'Alcontres (Casa delle Libertà)
Milazzo Salvatore D'Alia (Polo del Buon Governo) Salvatore D'Alia (Polo per le Libertà) Giuseppe Naro (Casa delle Libertà)
Barcellona Pozzo di Gotto Domenico Nania (Polo del Buon Governo) Domenico Nania (Polo per le Libertà) Basilio Francesco Germanà (Casa delle Libertà)
Nicosia Nuccio Carrara (Polo del Buon Governo) Nuccio Carrara (Polo per le Libertà) Nuccio Carrara (Casa delle Libertà)
Enna Rosario Ardica (Polo del Buon Governo) Gaetano Rabbito (L'Ulivo) Ugo Grimaldi (Casa delle Libertà)
Paternò Sebastiano Neri (Polo del Buon Governo) Sebastiano Neri (Polo per le Libertà) Fabio Fatuzzo (Casa delle Libertà)
Giarre Ilario Floresta (Polo del Buon Governo) Ilario Floresta (Polo per le Libertà) Ilario Floresta (Casa delle Libertà)
Acireale Paolo Tringali (Polo del Buon Governo) Paolo Tringali (Polo per le Libertà) Basilio Catanoso (Casa delle Libertà)
Gravina di Catania Enzo Trantino (Polo del Buon Governo) Enzo Trantino (Polo per le Libertà) Enzo Trantino (Casa delle Libertà)
Catania-Picanello Giuseppe Palumbo (Polo del Buon Governo) Giuseppe Palumbo (Polo per le Libertà) Giuseppe Palumbo (Casa delle Libertà)
Catania-Cardinale Benito Paolone (Polo del Buon Governo) Benito Paolone (Polo per le Libertà) Benito Paolone (Casa delle Libertà)
Catania-Misterbianco Luigi Sidoti (Polo del Buon Governo) Elio Vito (Polo per le Libertà) Antonino Strano (Casa delle Libertà)
Caltagirone Giacomo Garra (Polo del Buon Governo) Michele Cappella (L'Ulivo) Filippo Maria Drago (Casa delle Libertà)
Augusta Giuseppe Forestiere (Polo del Buon Governo) Rino Piscitello (L'Ulivo) Pippo Gianni (Casa delle Libertà)
Siracusa Giuseppe Forestiere (Polo del Buon Governo) Stefania Prestigiacomo (Polo per le Libertà) Stefania Prestigiacomo (Casa delle Libertà)
Avola Nicola Bono (Polo del Buon Governo) Nicola Bono (Polo per le Libertà) Nicola Bono (Casa delle Libertà)
Modica Attilio Sigona (Polo del Buon Governo) Antonio Borrometi (L'Ulivo) Giuseppe Drago (Casa delle Libertà)
Ragusa Enzo Caruso (Polo del Buon Governo) Enzo Caruso (Polo per le Libertà) Giovanni Mauro (Casa delle Libertà)
Vittoria Saverio La Grua (Polo del Buon Governo) Giovanni Battista Caruano (L'Ulivo) Saverio La Grua (Casa delle Libertà)

2006-2013Modifica

Con la legge elettorale Calderoli, alla circoscrizione Sicilia 2 spettano 27 seggi eletti con sistema proporzionale.

Nel 2006 e nel 2008 la circoscrizione ha eletto 28 deputati ma a seguito del censimento del 2011 la circoscrizione ha perso un rappresentante arrivando ad eleggere 27 deputati dal 2013.

Il sistema di assegnazione dei seggi avviene a seguito della attribuzione, nel collegio elettorale unico (escluso quindi la circoscrizione "estero"), di un premio di maggioranza di 340 seggi alla coalizione vincente a livello nazionale (con soglie di sbarramento, limitazioni ecc.) e alla successiva suddivisione dei seggi guadagnati da ogni lista fra le varie circoscrizioni, in proporzione ai voti ottenuti da ogni lista locale.

Nel compiere tale riparto, essendo fisso e immutabile il numero totale di seggi assegnati a ogni lista, può verificarsi la necessità di variare il numero di seggi originariamente attribuiti alle singole circoscrizioni elettorali.

RisultatiModifica

Elezioni del 2006Modifica

totale percentuale (%)
Elettori 2.100.666  
Votanti 1.597.810 76,06 (su n. elettori)
Voti validi 1.523.548 95,4 (su n. votanti)
Voti non validi 74.262 4,6 (su n. votanti)
di cui schede bianche 27.842 1,7 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Silvio Berlusconi
Forza Italia 28,78 438.449 8  7,03
Alleanza Nazionale 12,06 183.800 3  0,59
Unione dei Democratici Cristiani e di Centro[5] 8,98 136.812 3  3,76
Lega Nord-MpA 6,54 136.812 2  1,13
DCA-Nuovo PSI 0,92 13.968 - -
Alternativa Sociale 0,79 11.977 - -
Fiamma Tricolore 0,53 8.027 - -
No Euro 0,28 4.329 - -
Altri di Centrodestra 0,63 9.600 - -
Totale coalizione 59,50 906.580 15
Romano Prodi
L'Ulivo[6] 26,33 401.146 9  1,06
Rifondazione Comunista 4,20 63.947 1  1,33
Italia dei Valori 2,44 37.236 1  1,70
Rosa nel Pugno 2,26 34.358 1 -
Comunisti Italiani 2,04 31.140 1  0,98
Popolari UDEUR 1,41 21.515 - -
Federazione dei Verdi 1,35 20.561 -  0,17
Partito Pensionati 0,46 7.065 - -
Totale coalizione 40,50 616.968 13
Totale[7] 100,00 1.523.548 28

Elezioni del 2008Modifica

totale percentuale (%)
Elettori 2.115.748  
Votanti 1.609.813 76,09 (su n. elettori)
Voti validi 1.499.127 93,1 (su n. votanti)
Voti non validi 110.686 7,9 (su n. votanti)
di cui schede bianche 43.331 2,7 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà[8] 47,30 709.019 15  4,75
Movimento per l'Autonomia 9,57 143.415 3 -
Totale coalizione 56,86 852.434 18
Walter Veltroni
Partito Democratico 25,11 376.461 7  1,22
Italia dei Valori 2,96 44.305 1  0,52
Totale coalizione 28,07 420.766 8
Pier Ferdinando Casini
Unione di Centro 7,60 113.929 2  1,38
Fausto Bertinotti
La Sinistra l'Arcobaleno[9] 2,63 39.362 -  4,96
Daniela Santanchè
La Destra-Fiamma Tricolore '2,25 33.764 - -
Enrico Boselli
Partito Socialista 0,54 8.133 - -
Marco Ferrando
Partito Comunista dei Lavoratori 0,42 6.270 - -
Flavia D'Angeli
Sinistra Critica 0,39 5.906 - -
Giuliano Ferrara
Associazione difesa della vita. Aborto? No grazie 0,36 5.330 - -
Roberto Fiore
Forza Nuova 0,32 4.842 - -
Stefano De Luca
Partito Liberale Italiano 0,29 4.385 -  0,07
Bruno De Vita
Unione Democratica per i Consumatori 0,27 4.006 - -
Totale[10] 100,00 1.499.127 28

Elezioni del 2013Modifica

totale percentuale (%)
Elettori 2.123.209  
Votanti 1.405.186 66,18 (su n. elettori)
Voti validi 1.339.508 95,3 (su n. votanti)
Voti non validi 65.578 4,7 (su n. votanti)
di cui schede bianche 21.279 1,5 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Beppe Grillo
Movimento 5 Stelle 32,67 437.672 7 -
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà 26,80 359.070 6  20,50
Grande Sud-MPA 1,87 25.128 -  7,70
Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale 1,77 23.800 - -
La Destra 0,81 10.958 -  1,22
Moderati in Rivoluzione 0,34 4.598 - -
Lega Nord 0,20 2.748 - -
Totale coalizione 31,82 426.302 6
Pier Luigi Bersani
Partito Democratico 18,57 248.752 10  6,54
Sinistra Ecologia Libertà 2,04 27.449 1 -
Centro Democratico 0,93 12.526 1 -
Totale coalizione 21,55 288.727 12
Mario Monti
Scelta Civica 5,12 68.608 1 -
Unione di Centro 2,93 39.288 1  4,67
Futuro e Libertà per l'Italia 0,60 8.152 - -
Totale coalizione 8,66 116.048 2 -
Antonio Ingroia
Rivoluzione Civile 3,15 42.240 - -
Marco Pannella
Lista Amnistia Giustizia Libertà 0,44 5.938 - -
Oscar Giannino
Fare per Fermare il Declino 0,42 5.627 - -
Renata Jannuzzi
Partito Liberale Italiano 0,28 3.862 - -
Marco Ferrando
Partito Comunista dei Lavoratori 0,26 3.488 -  0,16
Altri
Altre liste 0,70 9.604 - -
Totale[11] 100,00 1.339.508 27

ElettiModifica

2006 2008 2013
Francesco Forgione (PRC) Rita Bernardini (PD) Laura Boldrini (SEL)
Francesco Forgione (PdCI) Giuseppe Berretta (PD) Giuseppe Berretta (PD)
Marilena Samperi (L'Ulivo) Marilena Samperi (PD) Luisella Albanella (PD)
Cinzia Dato (L'Ulivo) Francantonio Genovese (PD) Francantonio Genovese (PD)
Felice Belisario (L'Ulivo) Marco Causi (PD) Sofia Amoddio (PD)
Giovanni Burtone (L'Ulivo) Giovanni Burtone (PD) Giovanni Burtone (PD)
Antonio Rotondo (L'Ulivo) Ricardo Franco Levi (PD) Maria Gaetana Greco (PD)
Ferdinando Latteri (L'Ulivo) Domenico Scilipoti (IdV) Maria Tindara Gullo (PD)
Vladimiro Crisafulli (L'Ulivo) Giuseppe Drago (UdC) Giuseppe Lauricella (PD)
Rino Piscitello (L'Ulivo) Giuseppe Naro (UdC) Giuseppe Zappulla (PD)
Luciano Violante (L'Ulivo) Angelo Salvatore Lombardo (MpA) Fausto Raciti (PD)
Salvatore Raiti (IdV) Carmelo Lo Monte (MpA) Carmelo Lo Monte (CD)
Enrico Boselli (RnP) Roberto Mario Sergio Commercio (MpA) Alessio Mattia Villarosa (M5S)
Carmelo Lo Monte (LN-MpA) Umberto Scapagnini (PdL) Gianluca Rizzo (M5S)
Sebastiano Neri (LN-MpA) Antonino Salvatore Germanà (PdL) Maria Marzana (M5S)
Giuseppe Drago (UDC) Fabio Granata (PdL) Marialucia Lorefice (M5S)
Giampiero D'Alia (UDC) Barbara Saltamartini (PdL) Giulia Grillo (M5S)
Ugo Grimaldi (FI) Ugo Grimaldi (PdL) Francesco D'Uva (M5S)
Giuseppe Palumbo (FI) Giuseppe Palumbo (PdL) Tommaso Currò (M5S)
Basilio Germanà (FI) Vincenzo Gibiino (PdL) Andrea Vecchio (SC)
Francesco Stagno d'Alcontres (FI) Francesco Stagno d'Alcontres (PdL) Gianpiero D'Alia (UdC)
Riccardo Minardo (FI) Antonino Minardo (PdL) Antonino Minardo (PdL)
Ilario Floresta (FI) Salvatore Torrisi (PdL) Giuseppe Castiglione (PdL)
Stefania Prestigiacomo (FI) Stefania Prestigiacomo (PdL) Stefania Prestigiacomo (PdL)
Antonio Martino (FI) Antonio Martino (PdL) Antonio Martino (PdL)
Nicola Bono (AN) Vincenzo Garofalo (PdL) Vincenzo Garofalo (PdL)
Basilio Catanoso (AN) Basilio Catanoso (PdL) Basilio Catanoso (PdL)
Carmelo Briguglio (AN) Carmelo Briguglio (PdL)

2018-presenteModifica

ElettiModifica

Eletti maggioritarioModifica

Collegio uninominale 2018
1. Messina Francesco D'Uva (M5S)
2. Barcellona Pozzo di Gotto Alessio Villarosa (M5S)
3. Enna Andrea Giarrizzo (M5S)
4. Acireale Giulia Grillo (M5S)
5. Catania Maria Laura Paxia (M5S)
6. Misterbianco Simona Suriano (M5S)
7. Paternò Eugenio Saitta (M5S)
8. Ragusa Marialucia Lorefice (M5S)
9. Avola Maria Marzana (M5S)
10. Siracusa Paolo Ficara (M5S)

Eletti proporzionaleModifica

Collegio plurinominale 2018
1. Sicilia 2 - 01 Guglielmo Epifani (LeU)
Pietro Navarra (PD)
Antonella Papiro (M5S)
Angela Raffa (M5S)
Seggio assegnato nella
circoscrizione Toscana[12]
Antonino Germanà (FI)
Carmelo Lo Monte (Lega)
Carmela Bucalo (FdI)
2. Sicilia 2 - 02 Luciano Cantone (M5S)
Santi Cappellani (M5S)
Seggio assegnato nella
circoscrizione Lazio 1[12]
Antonino Minardo (FI)
3. Sicilia 2 - 03 Fausto Raciti (PD)
Filippo Scerra (M5S)
Gianluca Rizzo (M5S)
Seggio assegnato nella
circoscrizione Puglia[12]
Stefania Prestigiacomo (FI)

NoteModifica

  1. ^ Determinazione dei collegi elettorali uninominali e plurinominali della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica (PDF), dicembre 2017.
  2. ^ Considerata la differenza con il PPI alle precedenti elezioni
  3. ^ Considerata la differenza con il Patto Segni e il PSI alle precedenti elezioni
  4. ^ Considerata la differenza con i Popolari e Rinnovamento Italiano alle precedenti elezioni.
  5. ^ Considerata la differenza con CCD, CDU e DE alle precedenti elezioni.
  6. ^ Considerata la differenza con DS e DL alle precedenti elezioni.
  7. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle Elezioni
  8. ^ Considerata la differenza con FI, AN, Alternativa Sociale, DC per le Autonomie e Nuovo PSI.
  9. ^ Considerata la differenza con PRC, PdCI e Verdi.
  10. ^ Ministero dell'Interno - archivio storico delle Elezioni
  11. ^ Ministero dell'Interno, dati definitivi Camera dei Deputati Italia
  12. ^ a b c Elezioni politiche, ecco a chi vanno i deputati "di troppo" ottenuti da M5S in Sicilia e Campania, palermo.repubblica.it, 19 marzo 2018. URL consultato l'8 aprile 2018. L'Ufficio elettorale centrale presso la Corte di Cassazione è intervenuto per definire il quadro giuridico determinatosi in Campania e soprattutto in Sicilia, dove il Movimento 5 Stelle ha fatto il pieno di voti, ma aveva meno vincitori di quanti ne servivano per coprire tutti i seggi vinti.