Apri il menu principale

Un circuito resistivo è un circuito elettrico in cui compaiono solo dei generatori di differenza di potenziale e resistori. È un circuito molto semplice, in quanto si basa solo su due componenti elettronici, ma è anche quello in cui si basa tutta l'elettronica.

Indice

Calcolo dell'intensità di corrente con generatore di tensione DCModifica

Una questione importante, in elettronica, riguarda il calcolo della corrente attraversante ogni componente di un circuito. In questo caso, bisogna applicare la Legge di Ohm che dice che l'intensità di corrente equivale al rapporto tra la tensione del generatore di tensione di un circuito resistivo e la resistenza del resistore presente in questo.

I= V/R

Ad esempio, nel circuito accanto l'intensità di corrente attraversante il circuito è effettivamente di 0,072 Ampere, in quanto 36V/500Ω = 0,072A

Calcolo dell'intensità di corrente con generatore di tensione DC e termistoreModifica

In un termistore, l'intensità di corrente varia in base alla temperatura, che scatena la variazione di resistenza del termistore. In generale, con l'aumentare della temperatura aumenta anche l'intensità di corrente nei circuiti resistivi con resistore NTC, mentre diminuisce in quelli con termistore PTC. Per determinare se un resistore è NTC o PTC, si calcola il TCR e, se questo è positivo, vuoldire che si ha a che fare con un resistore PTC, altrimenti con un termistore NTC.

Calcolo della potenza dissipata da un resistore in un circuito resistivo con generatore di tensione DCModifica

In un circuito resistivo, per calcolare la resistenza dissipata dal resistore montato in questo bisogna moltiplicare la resistenza che dissipa la sua potenza per l'intensità di corrente attraversante questa al quadrato.

Pdissipata = R*I2

Ad esempio, nel primo circuito, la potenza dissipata dal resistore R1 è di circa 2,81 Watt, infatti 500Ω * 0,0722A = 2,81 W

Intensità di corrente con circuito di tensione ACModifica

Dal momento che la tensione del generatore di tensione AC e sinusoidale e compie diversi picchi positivi e negativi in un secondo a seconda della frequenza, anche l'intensità di corrente assume lo stesso comportamento, tenendo in considerazione il fatto che, se la resistenza del circuito resistivo e maggiore di un ohm, l'ampiezza dell'onda dell'intensità di corrente risulterà minore di quella della tensione, se invece la resistenza è uguale a 1 ohm l'ampiezza sara uguale e se è invece minore di 1 ohm l'ampiezza sarà addirittura maggiore.