Apri il menu principale
Ciro Sebastianelli
Ciro Sebastianelli 78.jpg
Ciro Sebastianelli si esibisce al Festival di Sanremo 1978
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale1974 – 2009
EtichettaDerby, CGD, Universal International Record
Album pubblicati2
Studio1
Raccolte1

Ciro Sebastianelli, pseudonimo di Gilberto Sebastianelli[1] (Napoli, 11 settembre 1950Milano, 14 febbraio 2009), è stato un cantautore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Debuttò sulle scene musicali nel 1973 con il singolo Capelli di seta, col suo vero nome Gilberto Sebastianelli ma è due anni dopo con il singolo Vattenne, scritto con Ermanno Capelli e Oscar Avogadro, che ottiene un discreto successo. Nel 1977 uscì Laura, che fu la canzone più votata al Disconeve e diventò un successo popolare: infatti la vecchia casa discografica si affrettò a ripubblicare il singolo Capelli di seta accreditandolo a Ciro Sebastianelli.

Nel 1978 partecipò al Festival di Sanremo, arrivando a un punto di differenza dal podio, composto da Matia Bazar, Anna Oxa e Rino Gaetano, con Il buio e tu, primo brano in un misto di lingua italiana e napoletano, ripreso a tutt'oggi da altri artisti. Lo stesso anno pubblica anche il suo primo album Il buio e....

L'anno successivo si ripresentò al Festival di Sanremo con Ciao Barbarella. Con il singolo Marta, Marta partecipò al Festivalbar 1980 riscuotendo un buon successo di pubblico. Con la canzone Tenerezza partecipò alla manifestazione canora Azzurro di Vittorio Salvetti.

Ha composto brani anche per altri cantanti, fra i quali Loredana Bertè ed il duo olandese Mouth & MacNeal (Ah l'amore, scritta con Ermanno Capelli, finalista al Festival di Sanremo 1974 ed ai primi posti nelle classifiche europee), ed ha pubblicato altri suoi brani fra i quali Rubami, composto con Cristiano Malgioglio, una rielaborazione in chiave moderna dello storico brano Signorinella, la canzone Ischia faje sunnà, con la quale ha partecipato ad un festival internazionale in Olanda, oltre ad aver pubblicato vari 45 giri ed LP.

Fra i brani da lui composti con Ermanno Capelli e da lui incisi si possono ricordare Tra sogno e realtà, Madre del vento, L'uomo bambino, Vorrei essere io, Lasciati andare, Ti vestivi di stelle.

Negli anni ottanta interpretò quale protagonista il film dossier Apocalisse di un terremoto, una storia d'amore che documenta i danni del terremoto dell'Irpinia del 1980, che ha destato interesse anche all'estero, in particolare in Canada. In seguito è stato acquisito dalla Cineteca Vaticana.

Nel 2000 è uscita su CD la raccolta Ciro Sebastianelli.

Nel novembre 2007 la Warner Music per Ala Bianca ha pubblicato il CD Il mio amico Roberto Murolo, il cui brano di punta E canto, supportato da videoclip, è interpretato in duetto con lo stesso Roberto Murolo. Subito dopo, è uscito il DVD Ritratto inedito del mio amico Roberto Murolo (AlaBianca): un filmato unico per l'eccezionalità delle immagini, raccolte negli ultimi anni di vita (e non solo) del maestro dal cantautore Ciro Sebastianelli, e contenente, oltre il videoclip del brano E Canto, altre canzoni, dialoghi e testimonianze.

È morto il 14 febbraio 2009 all'Ospedale San Raffaele di Milano, presso il quale era stato sottoposto a un intervento chirurgico.

DiscografiaModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, edizioni Curcio, 1990; alla voce Sebastianelli Ciro
  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Sebastianelli Ciro