Apri il menu principale
Citigroup Inc.
Logo
Citigroup center.jpg
Sede di Citigroup a Manhattan
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaPublic company
Borse valori
ISINUS1729674242
Fondazione1812 a New York
Sede principaleNew York
Persone chiave
SettoreServizi finanziari
Prodotti
Fatturato72,90 miliardi $[1] (2018)
Utile netto18,0 miliardi $[1] (2018)
Dipendenti204.000 (2018)
Slogan«Citi never sleeps.»
Sito web

Citigroup Inc. (o Citi) è una multinazionale americana di banche di investimento e società di servizi finanziari con sede a New York City. Nasce il 7 aprile 1998 attraverso una fusione tra Citicorp e Travelers Group. È stata la prima azienda statunitense a combinare i servizi bancari con quelli assicurativi dopo la Grande depressione. Risulta al terzo posto nell'elenco delle banche più grandi degli Stati Uniti e, insieme a JPMorgan Chase, Bank of America e Wells Fargo, è una delle banche Big Four degli Stati Uniti. Si trova nell'elenco delle banche di rilevanza sistemica che sono troppo grandi per fallire.

Citigroup possiede Citicorp, la holding di Citibank, nonché diverse filiali internazionali. È una delle nove banche di investimento globali nel Bulge Bracket.

2008–2009 Aiuti federali per bancarottaModifica

Mentre la crisi dei mutui subprime inizia a svilupparsi, le forti esposizioni ai mutui "tossici" nelle forme di Collateralized debt obligations (CDOs), aggravate dalla cattiva gestione del rischio, porta l'azienda in guai seri. All'inizio del 2007, Citigroup comincia a eliminare il 5 per cento dei posti di lavoro in un progetto di ampia ristrutturazione per tagliare i costi e rafforza le sue azioni, a lungo sottoperformate[2]. Dal novembre 2008, la crisi in corso colpisce duramente Citigroup e nonostante l'aiuto monetario TARP federale, la società annuncia ulteriori tagli di personale che provoca oltre 100.000 disoccupati[3]. Il suo valore di borsa scende a $20.5 miliardi, in calo dai $244 miliardi di due anni prima[4]. In seguito, Citigroup e i regolatori federali negoziano un piano per stabilizzare la società[5].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Fourth quarter and full 2018, su citigroup.com, 15 gennaio 20119. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  2. ^ Jonathan Stempel e Dan Wilchins, Citigroup to slash 17,000 jobs[collegamento interrotto], Reuters, 12 aprile 2007. URL consultato il 16 febbraio 2011.
  3. ^ Citigroup job cull to hit 75,000, BBC News, 17 novembre 2008. URL consultato il 17 novembre 2008.
  4. ^ Eric Dash e Julie Creswell, Citigroup Saw No Red Flags Even as It Made Bolder Bets, in The New York Times, 22 novembre 2008. URL consultato il 23 novembre 2008.
  5. ^ Eric Dash, U.S. Approves Plan to Help Citigroup Weather Losses, in The New York Times, 23 novembre 2008. URL consultato il 23 novembre 2008.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158647664 · ISNI (EN0000 0004 0441 2483 · LCCN (ENno2007005175 · GND (DE5337756-4 · WorldCat Identities (ENno2007-005175