Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando area polifunzionale ad uso fieristico situata nel quartiere Ponticelli di Napoli, vedi Città del libro (Napoli).

La Città del libro è una rassegna letteraria nazionale che si svolge a Campi Salentina, in provincia di Lecce, nell'ultima settimana di novembre.

La rassegna, che si articola in più giornate, consta di presentazioni di libri e tavole rotonde di argomento letterario, storico, filosofico e scientifico, ai quali si affiancano eventi collaterali come letture poetiche, mostre e installazioni artistiche, proiezioni di documentari, spettacoli teatrali e musicali e laboratori per ragazzi. Dal 2005 il fulcro della rassegna è nel centro fieristico di Campi Salentina, ma gli eventi collaterali coinvolgono anche numerosi edifici nel centro storico della cittadina.

Secondo quanto dichiarato dagli organizzatori, la manifestazione richiama annualmente circa 100 000 visitatori[1].

StoriaModifica

La prima edizione, promossa dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Egidio Zacheo, si tenne a dicembre 1995, e venne intitolata "...per amore del libro". Vi parteciparono Nando Dalla Chiesa, Emanuele Macaluso, Alda Merini ed Elio Veltri.

Dal 1996 al 1998 la rassegna si è svolta ad ottobre, in concomitanza con la fiera tradizionale della Madonna Della Mercede e via via si consolida per ampiezza del programma e presenze di visitatori. Nel 1998 è istituito il "Premio Pierluigi Taurino" per le migliori recensioni di libri fatte da ragazzi.

Dal 1999 la manifestazione modifica il nome in Città del libro e viene riconosciuta come evento indipendente, posticipato a novembre così da intercettare le novità editoriali che precedono le feste natalizie. Nel 1999 e nel 2001 la sede viene trasferita in un palazzo storico nel centro di Campi, adibito a contenitore culturale della cittadina.[senza fonte]

Nel 2001[2] all'assessorato alla Cultura di Campi Salentina si affiancò nell'organizzazione un comitato scientifico composto da Giovanni Cantoni, Marcello Dell'Utri, Gennaro Malgieri, Alfredo Mantovano, Pasquale Squitieri e Marcello Veneziani.

Nel 2002, fu istituita la "Fondazione Città del Libro onlus" che, con risorse proprie, si dedica esclusivamente alla rassegna e ad altre iniziative dedicate al libro e alla lettura nel Salento. Presidente del consiglio direttivo diviene Paolo Maci, mentre il comitato scientifico è presieduto da Marcello Veneziani. Con l'edizione dello stesso anno sono introdotti stand e laboratori creativi riservati alle e finalizzati a sensibilizzare gli studenti alla lettura.

In occasione della decima edizione, nel 2004, grazie alla collaborazione con la Fondazione Bellonci[3], giungono a Campi i finalisti del Premio Strega. Il programma, che prevede la partecipazione di oltre ottanta case editrici, si arricchisce di concorsi di poesia e scrittura rivolti soprattutto ai giovani e di diversi eventi collaterali, che coinvolgono l'intera cittadina.

Dal 2005 la rassegna è ospitata in un nuovo centro fieristico alle porte della cittadina, mentre il centro urbano è sede delle iniziative collegate. Paesi ospiti sono la Grecia e l'Albania. In questa edizione nasce il concorso "Una Filastrocca per la Città del Libro", rivolto ai ragazzi di scuola primaria.

La Città del libro, oltre al già ottenuto patrocinio delle più alte istituzioni della Repubblica, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero della Pubblica Istruzione, nel 2006 ne riceve uno dalla Commissione Nazionale Italiana dell'UNESCO. Inoltre, nello stesso anno, nasce il concorso giornalistico "Cronaca di noi" ("Premio Maurizio Rampino"), promosso in collaborazione con La Gazzetta del Mezzogiorno. Nel 2006 l'evento riceve il premio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali come "migliore manifestazione di promozione del libro e della lettura realizzata in Italia" (Francesco Rutelli).[4] Nel 2007 la rassegna riceve il Premio di Rappresentanza, riconoscimento del Presidente della Repubblica, per "L'essenziale contributo alla crescita sociale e culturale del Paese" (Giorgio Napolitano)[senza fonte]

Il tema dell'edizione 2008, articolato su cinque giorni, è la grande Storia e la storia delle piccole patrie, e viene accompagnato da un cartellone di eventi e spettacoli, comprendente anche la lettura di fiabe per bambini.

Il comitato scientifico della Fondazione nel 2011 è composto da Annalisa Bari, Antonio Cassiano, Simona Manca, Carmelo Passimeni, Franco Scaglia, Cinzia Tani ed Egidio Zacheo.

EdizioniModifica

Anno Tema Istituzione ospite
1995 ...per amore del libro --
1996 Da città del libro a città della cultura --
1997 Campi, città da sfogliare (I edizione) --
1998 Campi, città da sfogliare (II edizione) --
1999 Una nuova chiave di lettura --
2000 Dov'è Campi? Senato della Repubblica
2001 "Il mondo è fatto per finire in un bel libro" Camera dei deputati
2002 Libro, letteratura, scienza nella società globale Fondazione per il libro, la musica e la cultura
2003 Europa, popoli, culture: il futuro della memoria Overland
2004 Comunicare nel terzo millennio - Dieci anni di libri in mostra Fondazione Bellonci, RadioRai
2005 Oriente e Occidente: culture a confronto Albania, Grecia
2006 Viaggi di carta, carte di viaggio: Percorsi di viaggio nella letteratura e nella vita Università degli Studi di Trento
2007 Diversamente: Incontro delle differenze Regione Puglia
2008 La storia, le storie: documento, favola, racconto --
2009 Da Gutenberg a Mister Google. Dove va il libro... --
2010 Eroi di carta --
2011 “Beatissimi voi. Mentre nel mondo si favelli o scriva” --

Modifica

Dal 2005 si tiene annualmente Un logo per la Città del Libro, concorso di idee per la progettazione del simbolo dell'edizione della rassegna. La commissione è costituita da membri della Fondazione Città del Libro affiancati da esperti.

NoteModifica

  1. ^ Affluenza dichiarata sul portale www.campiweb.it. Archiviato il 23 settembre 2010 in Internet Archive.
  2. ^ Qui Archiviato il 2 ottobre 2010 in Internet Archive. si possono verificare i contenuti dei vari programmi della rassegna, dal 2001 al 2009.
  3. ^ Programma 2004: Archiviato l'8 ottobre 2010 in Internet Archive. presenti quattro finalisti del Premio Strega 2004, Maria Rosa Cutrufelli, Marina Mizzau, Francesco Piccolo e Paola Pitagora
  4. ^ La dichiarazione di premiazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali sull'home page della rassegna

Collegamenti esterniModifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura