Civil Rights Act (1871)

legge federale degli Stati Uniti d’America del 1871

Il Civil Rights Act del 1871[1] è una legge federale degli Stati Uniti d'America in parte vigente ancora, promulgata durante la presidenza di Ulysses S. Grant.

Civil Rights Act
StatoStati Uniti d'America
Tipo leggelegge federale
Promulgazione1871

La parte più importante per cui tale legge è nota è quella volta a proteggere la minoranza afroamericana dal Ku Klux Klan fornendo i mezzi legali per difendersi in sede civile contro gli abusi subiti. Per questo motivo ci si riferisce al Civil Rights Act del 1871 anche come Ku Klux Klan Act o semplicemente Klan Act. Il nome formale e completo del provvedimento è invece An Act to enforce the Provisions of the Fourteenth Amendment to the Constitution of the United States, and for other Purposes.[1][2] La legge fu promulgata subito dopo la Guerra civile americana insieme all'Enforcement Act (1870). Sebbene nel corso degli anni la legge è stata cambiata solo in minima parte, essa è stata tuttavia soggetta a molte differenti e talvolta contrastanti interpretazioni da parte dei tribunali americani.

NoteModifica

  1. ^ a b Vedi (EN) scansione documenti originali del congresso degli Stati Uniti
  2. ^ In italiano: Provvedimento per rafforzare quanto previsto dal XIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d'America e per altri scopi.

Voci correlateModifica