Clan Asano

Asano
Alex K Hiroshima Asano kamon.svg
Emblema (mon) del clan Asano
Casata di derivazioneSasa Rindo.svg Clan Minamoto
Tokikikyo.svgClan Toki
Titolivari
FondatoreAsano Mitsutoki (浅野光時)
Ultimo sovranoAsano Nagayuki (浅野長勲)
Attuale capoAsano Nagataka (浅野長孝)
Data di fondazione1221
Data di estinzione1868

Il clan Asano (淺野氏 Asano-shi?) fu un clan giapponese di samurai che rivendicava la discesa dal clan Minamoto. Il lignaggio principale (sōke, 宗家) erano daimyō del dominio di Hiroshima nella provincia di Aki e un'altra famosa famiglia di rami erano signori del dominio Akō nella provincia di Harima associati alla storia dei quarantasette ronin. Il loro kanji ereditato è "長". La famiglia arrivò alla ribalta quando la sorella di Asano Nagamasa sposò Toyotomi Hideyoshi[1] .

Dopo la restaurazione Meiji e l'abolizione del sistema han, il clan Asano divenne parte della nuova nobiltà[2].

StoriaModifica

Il clan Asano discende dal clan Toki della provincia di Mino che reclama la discesa da Minamoto no Yorimitsu dello Seiwa Genji). La residenza principale del clan Toki era nel distretto di Toki ella provincia di Mino dalla quale hanno preso il loro nome.

Minamoto no Mitsuhira era il terzo figlio di Minamoto no Mitsunaga che fu ucciso in battaglia durante la guerra Genpei. Lo zio Minamoto no Mitsumoto lo adottò e fondò il clan Toki diventando Toki Mitsuhira. Il suo primo figlio Toki Mitsuyuki continuò il clan, ma il suo secondo figlio Toki Mitsutoki prese il nome Asano e divenne il fondatore del clan Asano. Scelse il nome poiché studiò presso la scuola Asano (浅野館?).

Membri importanti del clan[3]Modifica

NoteModifica

  1. ^ (FR) Papinot, Jacques Edmond Joseph. (1906). Dictionnaire d'histoire et de géographie du Japon; Papinot, (2003). "Asano", Nobiliare du Japon, p. 3 [PDF 7 of 80];
  2. ^ (FR) Papinot, Jacques Edmond Joseph. (1906). Dictionnaire d'histoire et de géographie du Japon; Papinot, (2003). "Matsudaira" at Nobiliare du Japon, p. 29;
  3. ^ (EN) Edmond Papinot, Historical and geographical dictionary of Japan, F. Ungar Pub. Co., 1964, p. 24-25-26.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN254778658 · NDL (ENJA00639507 · WorldCat Identities (ENviaf-254778658