Apri il menu principale
Clara Blandick (circa 1903)

Clara Blandick, nata Clara Dickey (Hong Kong, 4 giugno 1876Hollywood, 15 aprile 1962), è stata un'attrice statunitense teatrale e cinematografica.

Indice

BiografiaModifica

Figlia di Hattie Mudgett e di Isaac B. Dickey, Clara nacque a bordo della "Willard Mudgett" mentre la nave, che era capitanata da suo padre Isaac, era ancorata nel porto di Hong Kong. La famiglia di Clara andò poi ad abitare a Quincy, nel Massachusetts[1].

Carriera artisticaModifica

Cresciuta a Boston, Clara vi incontrò il famoso attore shakespeariano E. H. Sothern con il quale recitò nella commedia Richard Lovelace. Nel 1900, volendo continuare a fare l'attrice, lasciò Boston per New York. Ottenne il suo primo ruolo da professionista nel 1901 al Garden Theatre in If I Were King[1]. Acclamata interprete di The Christian, venne definita dalla critica dell'epoca "delicata, minuta e graziosa". Nel 1903, interpretò il personaggio di Gwendolyn alla prima di Raffles The Amateur Cracksman, dove recitava a fianco di Kyrle Bellew.

Iniziò la sua carriera cinematografica all'epoca del muto, nel 1911, nel cortometraggio The Maid's Double, prodotto dalla Kalem Company, casa di produzione per cui girò gran parte dei suoi primissimi film.

Durante la prima guerra mondiale, l'attrice lavorò come volontaria per le forze militari statunitensi in Francia. Continuò la sua carriera teatrale e, occasionalmente, apparve anche sullo schermo. Nel 1924, la sua interpretazione di Hell-Bent Fer Heaven[2], un lavoro teatrale che aveva vinto il Premio Pulitzer, riscosse critiche entusiaste.

La sua fama è data soprattutto per aver interpretato zia Emma nel film Il mago di Oz del 1939. Un'altra sua nota interpretazione è quella di Polly, la zia di Tom Sawyer.

Nella sua carriera, Clara Blandick girò 122 film e prese parte, tra il 1949 e il 1951, a due episodi tv.

MorteModifica

Negli anni cinquanta, la salute dell'attrice peggiorò sensibilmente. Sofferente di una grave forma di artrite, cominciò a perdere la vista. Il 15 aprile 1962, tornata dalla funzione religiosa della Domenica delle Palme, preparò la sua casa mettendo in ordine tutte le foto, i ritagli di giornale e i cimeli della sua carriera. Impeccabilmente vestita e pettinata, si sdraiò sul divano: dopo aver preso una forte dose di barbiturici, si mise una coperta d'oro sulle spalle e si legò un sacchetto di plastica alla testa.

Vita privataModifica

Clara Blandick si sposò il 7 dicembre 1905 a New York con l'ingegnere minerario Harry Staunton Elliott[3]. Dal matrimonio non nacquero figli. La coppia si separò nel 1910, divorziando in seguito nel 1912[1].

FilmografiaModifica

La filmografia è completa e si basa sull'IMDb[4].

Attrice tvModifica

  • The Guiding Star, episodio tv di The Silver Theatre (1949)
  • Always a Bridesmaid, episodio tv di The Bigelow Theatre (1951)

Film o documentari dove appare Clara BlandickModifica

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Find a Grave
  2. ^ Hell-bent Fer Heaven IBDB
  3. ^ Manhattan marriage certificate #26838[senza fonte]
  4. ^ Filmografia IMDb

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN314799618 · LCCN (ENn85378946 · WorldCat Identities (ENn85-378946