Apri il menu principale
Classe 1
Class-1.png
CategoriaOffshore
NazioneMondiale
Prima edizione1887
Squadre10
Pilota campione
(2014)
Emirati Arabi Uniti Arif Saif Al Zafeen - Emirati Arabi Uniti Nadir Bin Hendi
Squadra campione
(2014)
Emirati Arabi Uniti Victory
Sito web ufficialewww.Class-1.com
Gara a Dubai 2012

La Classe 1 - Campionato mondiale offshore (Class 1 World Powerboat Championship) è un campionato del mondo di motonautica offshore (mare aperto). È una delle più importanti tra le varie discipline dell'Unione Internazionale Motonautica (UIM), l'organo di controllo di questa categoria di sport. Le regole della Classe 1 sono emanate dal Comitato Professionale di Offshore (OPC) il quale è controllato e predisposto dalla UIM e vigila a sua volta sia su i piloti sia sulle imbarcazioni. La stagione di Classe 1 consiste in una serie di Gran Premi.

Indice

Gran PremioModifica

Un Gran Premio è formato da 3 prove libere ufficiali, una sessione di qualificazione (Pole Position) e due gare. La somma dei punti ottenuti in tutte le gare di tutti i Gran Premi sancisce il vincitore del Mondiale di Classe 1. La somma dei punti ottenuti nelle prove di qualificazioni sancisce il vincitore del Pole Position Championship. I circuiti di gara della Classe 1 sono soggetti ad uno stretto regolamento per garantirne la sicurezza; le gare sono disputate sia in mare aperto sia nei laghi sia nei fiordi. I piloti del mondiale 2012 erano venti, provenienti da Italia, Brasile, Monaco, Norvegia, Qatar, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti.

ImbarcazioneModifica

Un'imbarcazione di Class 1 è spinta da una coppia di motori e raggiunge la velocità massima di 257 km/h (160 miglia orarie). I motori, scelti a discrezione del team, possono essere V12 limitati a 850 hp e 7600 rpm o V8 limitati a 850 hp e a 6100 rpm. Tutte le imbarcazioni devono avere un peso minimo di 4950 kg. Lo studio e la costruzione dell'imbarcazione è molto sofisticata in quanto è il risultato della somma di design, studi di idro e aero dinamica, preferenza di elica e dei rapporti dei motori. Anche la scelta del copilota è fondamentale, egli ha il controllo delle maniglie di accelerazione (una per motore). Da Settembre 2014 con il campionato mondiale svoltosi ad Ibiza, i Catamarani della C1 sono tornati a correre con i monocarena V1. Le imbarcazioni di V1, seppure hanno una classifica differente, gareggiano contemporaneamente in un circuito parallelo interno.

OrganizzazioneModifica

Il campionato mondiale di Classe 1 è stato organizzato fino al 2014 da "H2O Racing". che organizza e promuove eventi sportivi di motonautica. La compagnia è stata fondata nel Gennaio 2011 radunando un gruppo di 30 professionisti esperti nell'ambito della organizzazione di eventi sportivi. H2O Racing riconosciuta dalla Unione Internazionale Motonautica (UIM) possiede i diritti anche per F1H2O, Aquabike e, la disciplina più giovane, Nations Cup.

StoriaModifica

Lo sport della motonautica ha subito dei cambiamenti progressivi e sistematici dalla prima gara nel 1887 a Nizza, in Francia, organizzato dal Sailing Club di Parigi, fino ai nostri giorni. Anche le due successive gare disputate l'una nel 1903, la 62 miglia a Meulan sulla Senna organizzata dal Poissy Sailing Club e l'altra da Parigi a Trouville (230 Miglia), riportano il “Made in France”. La prima gara internazionalmente riconosciuta risale alla 22 Miglia di CalaisDover, dove i piloti hanno gareggiato dalle coste Francesi a quelle Inglesi con i primi “bolidi dell'acqua”. Tuttavia l'era moderna delle competizioni è datata 6 maggio 1956 con la prima edizione della famosa gara di Miami-Nassau. Dal 1964 al 1976 il vincitore del Campionato del Mondo fu sancito dalla somma dei punti ottenuti in più gare disputate durante il campionato. Dal 1977 al 1991 invece, il vincitore era sancito da una serie di gare in un unico evento alla fine dell'anno. Il Campionato del Mondo è tornato a un formato multi-evento nel 1992. Nel 1990 il campionato non venne assegnato (proprio quando si sarebbe dovuta disputare la 3ª ed ultima manche che avrebbe assegnato il titolo all'equipaggio composto da Adriano Panatta e Antonio Gioffredi) in segno di lutto per la morte del campione in carica Stefano Casiraghi (allora marito di Carolina di Monaco).[1].

Albo d'oroModifica

[2]

Con otto vittorie, è l'inglese Steve Curtis il pilota che si è aggiudicato il maggior numero di titoli di campione del mondo, seguito dall'emiratino Arif Saif Al Zafeen con sette e dal norvegese Bjørn Rune Gjelsten con cinque.

Edizione Anno Pilota/i Scafo Motori
I 1964   Jim Wynne Wynne Daytona
II 1965   Richard Bertram Bertram Detroit Diesel
III 1966   Jim Wynne Wynne Daytona
IV 1967   Don Aronow -   Norris House Magnum Mercruiser
V 1968   Vincenzo Balestrieri -   Don Pruett Magnum Mercruiser
VI 1969   Don Aronow -   Norris House Cary Mercruiser
VII 1970   Vincenzo Balestrieri -   Jack Stuteville Cary Mercruiser
VIII 1971   William Wishnick -   Robert Moore Cigarette Mercruiser
IX 1972   Bobby Rautbord -   Robert Moore Cigarette Mercruiser
X 1973   Carlo Bonomi -   Richie Powers Cigarette Aeromarine
XI 1974   Carlo Bonomi -   Richie Powers Cigarette Aeromarine
XII 1975   Wallace Franz -   Robert Moore Bertram Aeromarine
XIII 1976   Tom Gentry -   Richie Powers Cigarette Aeromarine
XIV 1977   Betty Cook -   John Connor Scarab Mercruiser
XV 1978   Francesco Cosentino -   Alberto Diridoni Picchiotti Mercruiser
XVI 1979   Betty Cook -   John Connor Cougar Mercruiser
XVII 1980   Michel Meynard -   Robert Idoni Cougar Mercruiser
XVIII 1981   Jerry Jacoby -   Keith Hazell Cigarette Hawk
XIX 1982   Renato Della Valle -   Gianfranco Rossi CUV Mercruiser
XX 1983   Tony Garcia -   Keith Hazell Cougar Rahilly Grady
XXI 1984   Alberto Petri -   Franco Statua CUV Mercruiser
XXII 1985   A.J. Roberts -   Steve Curtis Cougar KS & W
XXIII 1986   Antonio Gioffredi -   Giovanni di Meglio Buzzi Aifo Iveco
XXIV 1987   Steve Curtis -   W. Falcon Cougar KS & W
XXV 1988   Fabio Buzzi -   Romeo Ferraris Buzzi Seatek
XXVI 1989   Stefano Casiraghi -   Romeo Ferraris Buzzi Seatek
XXVII 1990 non assegnato
XXVIII 1991   Angelo Spelta -   Maurizio Ambrogetti CUV Isotta Fraschini
XXIX 1992   Walter Ragazzi -   Jukka Mattila Skater Lightning
XXX 1993   Khalfan Harib -   Ed Colyer Victory Sterling
XXXI 1994   Norberto Ferretti -   Luca Ferrari Tencara Lamborghini
XXXII 1995   Saeed Al Tayer -   Felix Serralles Victory Sterling
XXXIII 1996   Saeed Al Tayer -   Felix Serralles Victory Sterling
XXXIV 1997   Laith Pharaon -   John Tomlinson Tencara Lamborghini
XXXV 1998   Bjørn Rune Gjelsten -   Steve Curtis Tencara Lamborghini
XXXVI 1999   Ali Nasser -   Randy Scism Victory Sterling
XXXVII 2000   Ali Nasser -   Khalfan Harib Victory Steak
XXXVIII 2001   Mohammed Al Marri -   Saeed Al Tayer Victory Lamborghini
XXXIX 2002   Bjørn Rune Gjelsten -   Steve Curtis Tencara Lamborghini
XL 2003   Bjørn Rune Gjelsten -   Steve Curtis Victory Lamborghini
XLI 2004   Bjørn Rune Gjelsten -   Steve Curtis Victory Lamborghini
XLII 2005   Bard Eker -   Steve Curtis Victory Lamborghini
XLIII 2006   Bjørn Rune Gjelsten -   Steve Curtis Victory Lamborghini
XLIV 2007   Arif Saif Al Zafeen -   Jean-Marc Sanchez Victory Lamborghini
XLV 2008   Mohammed Al Marri -   Nadir Bin Hendi Victory Victory
XLVI 2009   Arif Saif Al Zafeen -   Nadir Bin Hendi Victory Victory
XLVII 2010   Arif Saif Al Zafeen -   Nadir Bin Hendi Victory Victory
XLVIII 2011   Arif Saif Al Zafeen -   Nadir Bin Hendi Victory Victory
XLIX 2012   Arif Saif Al Zafeen -   M. Al Marri Victory Victory
L 2013   Arif Saif Al Zafeen -   M. Al Marri Victory Victory
LI 2014   Arif Saif Al Zafeen -   N. Bin Hendi Victory Victory

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport