Classe Mazzinghi
Pattugliatore Mazzinghi.jpg
L'unità capoclasse Mazzinghi
Descrizione generale
Naval Ensign of Italy.svg
TipoMotovedetta d'altura
ClasseMazzinghi
ProprietàInsegna navale Guardia costiera
CantiereBacino di carenaggio SPA Trapani
Entrata in servizio1988
Caratteristiche generali
Dislocamento136
Lunghezza29,5 m
Larghezza6,7 m
Pescaggio1,8 m
Propulsionediesel:
Velocità22 nodi (41 km/h)
Autonomia1000 miglia
Equipaggio16
Equipaggiamento
Sensori di bordoradar:
  • 2 radar di navigazione Furuno
Armamento
Armamento
2 mitragliatrici MG 42/59 calibro 7,62 NATO
Note
unità ausiliaria:

Scheda Tecnica Archiviato il 23 febbraio 2007 in Internet Archive.

voci di navi presenti su Wikipedia

Le motovedetta d'altura Classe Mazzinghi, conosciute anche come Classe Scialoja, sono delle unità della Guardia costiera italiana, realizzate, tra il 1988 e il 1990, dalla società Bacino di carenaggio SPA di Trapani ed entrate in servizio nel 1991.

CaratteristicheModifica

Le imbarcazione di questa classe, evoluzione della precedente Cavallari, hanno un dislocamento di 136 tonnellate una lunghezza fuori tutto di 29.50 metri, una larghezza di 6,70 metri e sono state realizzate con scafo in acciaio e sovrastruttura in lega.

Le imbarcazioni sono equipaggiate con quattro motori diesel CRM 12 D/SS accoppiati per asse, che consentono una velocità massima di 22 nodi con un'autonomia di 1000 miglia, mentre quattro motori Isotta Fraschini V1712 provvedono ai servizi di bordo. Le imbarcazioni dispongono anche di un battello pneumatico con motore fuoribordo.

L'armamento è costituito da due mitragliatrici MG 42/59 calibro 7,62 NATO.

UnitàModifica

L'unità capoclasse prende il nome dal generale Francesco Mazzinghi, fondatore del Corpo delle Capitanerie di Porto.

  Italia Corpo delle capitanerie di porto - Guardia costiera - Classe Mazzinghi
Nome Immagine Distintivo
ottico
Varo Entrata in servizio IMO
MMSI
Francesco Mazzinghi   CP-405 1990 4 marzo 1991 //
247035900
Antonio Scialoja[1]   CP-406 13 gennaio 1990[2] 1991 //
247027700
Michele Lolini   CP-407 1990 1991 8897942
//
Mario Grabar   CP-408 1990 1991 8968040
//

ServizioModifica

L'unità capoclasse Mazzinghi e le motovedette Lolini e Grabar hanno la loro base operativa a Messina, mentre la motovedetta Scialoja ha la sua base a Livorno.

La motovedetta Scialoja dal 2008 è diventata un vero e proprio laboratorio galleggiante, ed è stata attrezzata appositamente con sofisticati strumenti di monitoraggio del mare, per effettuare missioni per la salvaguardia dell’ecosistema, soprattutto nell'Arcipelago toscano e nel Santuario dei cetacei. L'imbarcazione effettua numerose campagne didattiche per il personale del Corpo, compresi gli allievi dell’Accademia Navale, aventi come tema la formazione in materia ambientale, settore nel quale la Guardia costiera e la Marina Militare sono ormai da diversi anni impegnate; la nave è stata sottoposta, tra novembre 2013 e aprile 2014, a lavori di riallestimento effettuati a Gaeta, che hanno riguardato grossi interventi allo scafo e alle parti strutturali più importanti ed equipaggiata Side-scan sonar e ROV.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica