Apri il menu principale

Clathrina clathrus

specie di animale della famiglia Clathrinidae

DescrizioneModifica


È una spugna incrostante, con struttura a sacco singolo di tipo ascon, che forma cuscinetti di colore giallo limone, sino a 10 cm di diametro, composti da tubuli di diametro da 0,5 a 1 mm, intrecciati a formare un reticolo; la consistenza è molle in quanto la componente calcarea è limitata alle spicole, che sono triassoni con raggi cilindro-conici.

Distribuzione e habitatModifica

Comune nel mare Mediterraneo, la sua presenza è stata in passato segnalata nell'Atlantico orientale ma necessita di conferme[1]

È una specie sciafila che predilige gli ambienti riparati e poco illuminati, tipo le grotte, da 5 a 25 m di profondità.

AlimentazioneModifica

Si nutre di plancton, batteri e particelle microscopiche di sostanza organica, filtrate attraverso i pori[2].

RiproduzioneModifica

Le uova vengono prodotte tra febbraio e novembre; la fecondazione avviene per liberazione in acqua degli spermatozoi, che, penetrando attraverso i pori inalanti, raggiungono le uova.[3].

NoteModifica

  1. ^ Clathrina clathrus, su Marine Life Encyclopedia. URL consultato il 20 aprile 2009.
  2. ^ Clathrina clathrus, su www.h2oacquariofilia.it. URL consultato il 20 aprile 2009.
  3. ^ Clathrina clathrus, su A.I.A.M. (Associazione Italiana Acquario Mediterraneo). URL consultato il 20 aprile 2009.

BibliografiaModifica

  • Hooper, J.N.A.; Van Soest, R.W.M, Systema Porifera: a guide to the classification of Sponges, New York, NY (USA), Kluwer Academic/Plenum Publishers, 2002, ISBN 0-306-47260-0.
  • Mojetta A., Ghisotti A, Flora e Fauna del Mediterraneo, Mondadori, 2003, ISBN 88-04-38574-X.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Animali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animali