Apri il menu principale

Claudio Sala

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Claudio Sala
Claudio Sala.jpg
Sala al Torino nel 1975
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1982 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19??Monza
Squadre di club1
1965-1968Monza74 (24)[1]
1968-1969Napoli23 (2)
1969-1980Torino286 (25)
1980-1982Genoa41 (0)
Nazionale
1971-1978Italia Italia18 (0)
Carriera da allenatore
1988-1989Torino
1990-1991Catanzaro
2001Moncalieri
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Claudio Sala (Macherio, 8 settembre 1947) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Praticamente ambidestro, dribbla su entrambe le fasce laterali e calcia cross molto precisi con entrambi i piedi. Nella sua carriera ha agito in diverse posizioni, tra cui quelle di trequartista e di ala destra.[senza fonte][2]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

 
Sala capitano del Torino nella stagione 1974-1975

Cresciuto nel Monza, fa il suo esordio con la prima squadra, in Serie C, nella stagione 1965-1966, e la stagione successiva ottiene la promozione con i brianzoli in Serie B. Il Napoli lo acquista per 125 milioni di lire,[senza fonte] lasciandolo in prestito ancora un anno in Lombardia: qui gioca un anno tra i cadetti. Arriva dunque a Napoli nel 1968.

Esordisce in Serie A con la maglia azzurra il successivo 29 settembre in Napoli-Verona (1-1), sostituendo a gara iniziata Harald Nielsen. L'allenatore Giuseppe Chiappella lo schiera più volte fra i titolari, utilizzandolo prima come jolly d'attacco, e affidandogli poi il ruolo di fantasista e la maglia numero 10, dopo l'addio al calcio di Omar Sívori a metà campionato.[senza fonte] Il bottino finale di Sala con il club campano sarà di 23 presenze e 2 reti in campionato, 4 presenze e 1 rete (gol vittoria al Leeds Utd campione in carica) in Coppa delle Fiere, 4 presenze e 1 rete in Coppa delle Alpi, e 2 presenze senza reti in Coppa Italia.[3]

Dopo un anno, infatti, il Napoli lo cede al Torino per la somma di 480 milioni.[senza fonte] Con i piemontesi vince la Coppa Italia 1970-1971, quindi nel 1975 il nuovo mister granata, Luigi Radice, lo schiera sulla fascia destra, come tornante.[senza fonte] A fine annata vince lo scudetto, il primo per il club dalla tragedia di Superga, e per un solo punto in classifica non sfiora il bis tricolore l'anno successivo. Fondamentali, in questi anni, sono i suoi assist per i gemelli del gol Paolo Pulici e Francesco Graziani.

 
Sala al Genoa nel 1981

Nel 1980, a 33 anni, e dopo undici stagioni a Torino che ne fanno tuttora il quarto come numero di presenze nella storia granata,[senza fonte] si trasferisce in Serie B al Genoa. Coi rossoblù ottiene la promozione in Serie A, dove giocherà l'ultima gara della carriera nel 1982. In massima serie totalizza 323 partite e 27 gol.

NazionaleModifica

Con la maglia della nazionale italiana ha disputato 18 partite,[4] partecipando al campionato del mondo 1978 in Argentina chiuso dagli azzurri al quarto posto.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato
Comp Pres Reti
1965-1966   Monza B 3 0
1966-1967 C 34+1[5] 13
1967-1968 B 37 11
Totale Monza 74+1 24
1968-1969   Napoli A 24 2
1969-1970   Torino A 30 0
1970-1971 A 28 4
1971-1972 A 30 7
1972-1973 A 18 4
1973-1974 A 22 1
1974-1975 A 29 2
1975-1976 A 29 1
1976-1977 A 25 2
1977-1978 A 29 0
1978-1979 A 22 1
1979-1980 A 24 3
Totale Torino 286 25
1980-1981   Genoa B 27 0
1981-1982 B 14 0
Totale Genoa 41 0
Totale carriera 425+1 51

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-11-1971 Roma Italia   2 – 2   Austria Qual. Euro 1972 -   65’
4-3-1972 Atene Grecia   2 – 1   Italia Amichevole -
31-3-1973 Genova Italia   5 – 0   Lussemburgo Qual. Mondiali 1974 -   83’
23-5-1976 Washington Stati Uniti   0 – 4   Italia Torneo del Bicentenario -   67’
28-5-1976 New York Inghilterra   3 – 2   Italia Torneo del Bicentenario -   57’
31-5-1976 New Haven Brasile   4 – 1   Italia Torneo del Bicentenario -   62’
22-9-1976 Copenaghen Danimarca   0 – 1   Italia Amichevole -
22-12-1976 Lisbona Portogallo   2 – 1   Italia Amichevole -   59’
26-1-1977 Roma Italia   2 – 1   Belgio Amichevole -   58’
8-6-1977 Helsinki Finlandia   0 – 3   Italia Qual. Mondiali 1978 -   46’
8-10-1977 Berlino Ovest Germania Ovest   2 – 1   Italia Amichevole -   67’
16-11-1977 Londra Inghilterra   2 – 0   Italia Qual. Mondiali 1978 -   46’
21-12-1977 Liegi Belgio   0 – 1   Italia Amichevole -
25-1-1978 Madrid Spagna   2 – 1   Italia Amichevole -
8-2-1978 Napoli Italia   2 – 2   Francia Amichevole -
21-6-1978 Buenos Aires Paesi Bassi   2 – 1   Italia Mondiali 1978 - 2º turno -   46’
24-6-1978 Buenos Aires Brasile   2 – 1   Italia Mondiali 1978 - Finale 3º-4º posto -   78’
4º posto
8-11-1978 Bratislava Cecoslovacchia   3 – 0   Italia Amichevole -   72’
Totale Presenze 18 Reti 0

Statistiche da allenatoreModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
dic. 1988-mag. 1989   Torino A 20 4 7 9 CI 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 20 4 7 9 20,00
1990-1991   Catanzaro C1 20 5 8 7 CI+CI-C 2+3 0+1 0+1 2+1 - - - - - - - - - - 25 6 9 10 24,00
mar.-apr. 2001   Moncalieri C2 5 0 2 3 CI-C 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 5 0 2 3 &&0,00
Totale carriera 45 9 17 19 5 1 1 3 - - - - - - - - 50 10 18 22 20,00

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Monza: 1966-1967 (girone A)
Torino: 1970-1971
Torino: 1975-1976

IndividualeModifica

1976, 1977

RiconoscimentiModifica

Il Genoa lo ha inserito nella sua Hall of Fame[6]; decisione analoga stabilita anche dal Monza[7]

NoteModifica

  1. ^ 75 (24) se si conta anche lo spareggio promozione.
  2. ^ Tanti auguri al poeta del gol Claudio Sala [collegamento interrotto], su piscinagranata.it. URL consultato l'8 settembre 2015.
  3. ^ Sala, Claudio
  4. ^ (EN) Claudio Sala - International Appearances, rsssf.com. URL consultato il 26 ottobre 2009.
  5. ^ Spareggio promozione.
  6. ^ LA LISTA DEI 200 - HALL OF FAMERS - Archiviato il 16 agosto 2013 in Internet Archive. genoacfc.it
  7. ^ Hall of Fame - I più grandi biancorossi di tutti i tempi Archiviato il 28 febbraio 2015 in Internet Archive.

Collegamenti esterniModifica